I legami personali tra Picasso e Barcellona

April 14 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Essenziali per comprendere il processo di creazione del Museu Picasso Barcelona

Museo Picasso, Barcellona.

I legami personali tra Picasso e Barcellona, essenziali per comprendere il processo di creazione del museo, furono stabiliti alla fine del diciannovesimo secolo e durarono fino alla morte dell'artista. Barcellona divenne un anello significativo nella catena della vita di Picasso, non solo durante il suo apprendistato artistico ma anche nella sua esposizione come artista.


Il soggiorno di Picasso a Barcellona.

Nato a Malaga, Picasso e la sua famiglia si trasferirono a Barcellona nel 1895, quando aveva quasi quattordici anni e dove avrebbe vissuto fino al 1904.
Questi nove anni furono gli anni della sua formazione accademica, della sua adolescenza e della formazione del suo personaggio .

Hanno anche segnato il primo passo nel suo sviluppo artistico in una città immersa in un denso clima intellettuale, sullo sfondo di lotte ideologiche e sociali.

L'artista ha condotto la sua vita nel vecchio quartiere della città, nel quartiere di La Ribera e dei suoi dintorni.
Durante quegli anni, Picasso stabilì un legame con artisti e amici a cui sarebbe rimasto per sempre vicino e rafforzato i suoi legami con la città.

Josep Carandell descrive il Picasso di quel periodo con le seguenti parole:

"Vede tutto, guarda tutto, afferra tutto, usa tutto come materia prima per le sue opere."

La sua cerchia di colleghi artisti e amici
Picasso si sentì presto a casa a Els Quatre Gats, il circolo artistico frequentato da Rusiñol, Casas, Nonell e Utrillo, con i quali andava d'accordo. Ma ha anche stretto una serie di altri amici intimi - Jaume Sabartés, Manuel Pallarès, Joan Vidal Ventosa, i fratelli Fernández de Soto, Sebastià Junyer-Vidal, Jacint e Ramon Reventós, Manolo Hugué e Carles Casagemas - e i legami che ha stretto con loro lo tenevano in frequente contatto con la città.

POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
Giamcarlo Garoia
CORRISPONDENTE - UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere