Organizzare un viaggio negli USA: alcuni consigli fondamentali

Risorse correlate
Località del mondo
Aree Geografiche
Diari di viaggio
Mappe e cartine
Testi simili in...
Viaggi e Vacanze

Se il vostro prossimo viaggio sarà negli States, ci sono alcune cose che dovete tenere assolutamente in considerazione prima di partire per potervi godere al meglio il vostro “sogno California”: passaporto, ESTA e assicurazione.

Copertina

State programmando un viaggio negli Stati Uniti? L’organizzazione in questo caso è fondamentale. In un Paese così vasto è necessario pianificare in maniera dettagliata ogni tappa per poter beneficiare appieno delle meraviglie che offre. Un itinerario classico può essere ad esempio, quello east coast- west coast che comprenda le principali città statunitensi come New York, Orlando, Miami, Los Angeles, San Francisco. Il periodo migliore per viaggiare negli Stati Uniti, a mio avviso, è fine Maggio-inizio Giugno. Questo periodo è ottimo perché le temperature sono miti su entrambe le coste e soprattutto non si è ancora in alta stagione, quindi si possono trovare voli e hotel a prezzi convenienti. Ovviamente prima si prenota e meglio è: se prenotate verso Dicembre-Gennaio avete buone probabilità di realizzare il viaggio dei vostri sogni senza spendere una fortuna.  

Un’altra cosa da preparare assolutamente prima del viaggio è il passaporto che deve essere quello con il microchip; bisogna poi munirsi dell’autorizzazione elettronica di viaggio ESTA, che consente ai cittadini di alcuni Paesi, tra cui l’Italia, di poter viaggiare negli Stati Uniti senza visto per un periodo massimo di 90 giorni. L’ESTA si fa rapidamente online e comporta il pagamento di una tassa di circa 10 Euro.

Oltre alla preparazione del viaggio in sé e dei documenti necessari, è anche importante tutelarsi contro eventuali imprevisti che possono sopraggiungere durante il viaggio come: smarrimento dei bagagli, perdita di documenti, malattia o infortuni. Lo smarrimento dei bagagli è, purtroppo, uno degli inconvenienti che si verifica più di frequente, specialmente se si acquistano voli low cost che prevedono scali, per questo consiglio l’assicurazione viaggi negli USA di Travel Guard che fornisce una copertura completa con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Inoltre, l’assicurazione è utile anche per eventuali spese mediche perché, come sapete, il sistema sanitario statunitense è molto diverso da quello italiano: si tratta di un sistema prevalentemente privato ed è necessario avere un’assicurazione privata per non incorrere in spese ospedaliere salatissime. 
Seguite questi consigli di base e organizzate il vostro viaggio negli USA in tutta tranquillità! 

Pubblicato il 17/12/2013
POTREBBERO INTERESSARTI