Home news Gastronomia Comunicato

Sua maestà il tartufo protagonista autunnale dell'Istria

September 26 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

28 settembre 2019: Wine & Walk by the sea; 5 ottobre 2019 la prima edizione di Park Food Fest.

Croazia, Istria. Autunno all’insegna dei prodotti tipici nelle quattro perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie.

L’autunno dell’Istria, in particolare delle quattro perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie, continua all’insegna della buona cucina. Specialità di mare e terra, piatti sempre nuovi, a base dei prodotti tipici di stagione, vengono abbinati agli ottimi vini locali e diventano i protagonisti delle manifestazioni che animano il territorio.
L’occasione è ideale per una vacanza in questi luoghi, pieni di storia e fascino, noti per l’eccellente gastronomia.

A passeggio tra vini e tipicità
Passeggiare in riva al mare con un calice di vino in mano… quale miglior modo per dare il via all’autunno?! È il Wine & Walk by the sea che si svolge a Cittanova sabato 28 settembre 2019. Numerosi vini locali di qualità da degustare e deliziosi stuzzichini istriani, i colori autunnali e i frutti dei vigneti: sono questi gli ingredienti della manifestazione.

Questa passeggiata all’insegna del vino inizia al mattino sulla riva cittanovese di Porporela. Dopo la registrazione si riceveranno: bicchiere da degustazione, coupon, mappa del percorso e tutte le indicazioni necessarie. Lungo i 10 km saranno allestiti diversi punti di ristoro wine & food dove assaggiare i migliori vini dei produttori locali cittanovesi che si sposano alla perfezione con le tipiche specialità di pesce e carne.
L’avventura inizia con una passeggiata sul lungomare fino all’antico porticciolo del Mandracchio, situato nel centro storico della città. Qui, nelle immediate vicinanze di una cantina vinicola che vanta una lunga tradizione, si trova il primo punto di ristoro. La passeggiata prosegue lungo il sentiero che affianca il mare per inoltrarsi poi verso l’entroterra di Cittanova tra vigneti, oliveti e altre suggestive location naturali.
Tra le specialità da assaggiare: bruschette con acciughe e baccalà da accompagnare allo Chardonnay, prelibatezze di salumi dell'Istria con Malvasia, panino con boskarino e crema di tartufo abbinato al Terrano, pasta istriana pljukanci con salsa fatta in casa e mozzarella, risotto alle seppie, brodetto con polenta e per finire biscotti alle mandorle con il classico Moscato.

Il ritorno a Cittanova è previsto nel tardo pomeriggio e il punto di arrivo rivelerà un altro magico angolo del centro storico. Qui la festa continua con ulteriori degustazioni enogastronomiche, musica e un’esposizione di autentici prodotti agricoli e souvenir. Durante l’evento i viticoltori saranno a disposizione per raccontare tecniche e curiosità sui propri vini.

Street food stellato
L’autunno istriano continua con un altro appuntamento da non perdere. Sabato 5 ottobre 2019 a Cittanova si terrà la prima edizione di “Park Food Fest”.
In alcune delle location open air più esclusive del centro storico, nei parchi e in riva al mare, la manifestazione abbinerà il popolare cibo da strada allo show cooking di rinomati ristoranti stellati Michelin. I buongustai potranno così gustare originali ricette a base di ingredienti stagionali, nello stile dello street food, ma che rappresentano le portate di punta dei migliori ristoranti.
Protagonista anche in questo caso la cucina istriana, con un’ampia selezione di piatti a base di pesce, frutti di mare, carne e tartufo, sapori tradizionali reinterpretati in chiave moderna e creativa.
Le creazioni degli chef saranno abbinate ai pregiati vini bianchi e rossi delle aziende vinicole dell’Istria nordoccidentale, ma anche alle ottime birre artigianali dei produttori locali. Il tutto naturalmente accompagnato dalla buona musica.

Tartufo da Guiness
Tra i prodotti tipici autunnali è sicuramente il protagonista assoluto: sua maestà il tartufo! Il territorio istriano è famoso per questa prelibatezza, un fungo ipogeo a forma di patata, chiamato anche tubero, e considerato il massimo della cucina regionale.
Il re dei tartufi in Istria è Giancarlo Zigante, detentore del Guinnes dei primati, è lui infatti ad aver trovato nel 1999 nella foresta di Montona uno dei tartufi più grandi del mondo: un tartufo bianco di 1,310 chilogrammi. Ad aiutarlo naturalmente la sua cagnetta Diana! La foresta è situata nei pressi della cittadina medievale di Montona, su di una altura con vista sulla valle del fiume Mirna-Quieto. Qui il terreno è umido e la vegetazione è costituita da varie specie di quercia, un albero che vive in simbiosi col tartufo.
La storia ha un lieto fine! Il tartufo bianco di Zigante, denominato Millenium, nonostante il valore economico che avrebbe potuto fruttare, è stato preparato e mangiato proprio in Istria, nel luogo del suo ritrovamento, mentre le celebrazioni legate al record hanno fatto di questa piccola località il centro mondiale dei tartufi. Una replica del tartufo da Guiness, realizzata in bronzo, è esposta nel negozio di prodotti caserecci Zigante tartufi a Levade.
Per esaltare il valore del tartufo e la sua importanza nella cucina dei buongustai, in Istria è stato creato un unico marchio di qualità Pravi tartuf - Tartufo Vero che viene assegnato ai ristoranti istriani che preparano i tartufi tenendo conto dei massimi standard culinari.

Tre specialità al tartufo
Ecco tre ricette che entrano a pieno titolo nella cucina istriana, facili da preparare e di sicuro successo.
Fusi istriani al tartufo
Considerati il tipo di pasta più diffuso e apprezzato in Istria, i fusi istriani vanno preparati con quattro uova per un chilo di farina e un po’ d’acqua. Lavorare l’impasto finché è ancora fresco e una volta steso ritagliare la pasta a forma di piccoli rombi. Con l’aiuto di un bastoncino avvolgere un rombo alla volta unendo le due punte opposte. Il tempo di cottura è di 5-6 minuti.
Per preparare la salsa, mescolate panna acida, parmigiano e tuorlo d’uovo. Sciogliere quindi in una ciotola il burro aggiungendovi la salsa. Grattugiare del tartufo fresco e aggiungere ai fusi cotti un po’ d’acqua di cottura. Cuocere a fiamma lenta per 2-3 minuti per amalgamare il tutto. Servire aggiungendo scaglie di tartufo nero fresco e qualche goccia di olio di oliva.
Frittata ai tartufi
Solitamente si prepara a colazione, ma può anche rappresentare un pasto leggero o uno spuntino perfetto a qualsiasi ora del giorno. Si versano le uova sbattute in una padella oliata calda. Aggiungere sottilissime scaglie di tartufo, sale e pepe. Quando le uova sono ben rapprese, cospargere con del prezzemolo finemente tritato. A piacimento, si può aggiungere anche del formaggio grattugiato.

Paté al tartufo
Facile e pronto in soli 5 minuti, ideale per arricchire panini e tartine. Mescolare la crema spalmabile al formaggio con alcuni cucchiaini di tartufata, aggiungere sale e pepe e spalmare sul pane tostato. Decorare con cipollotto finemente tritato ed erba cipollina fresca.

Tutti i colori dell’Istria
Coste chilometriche e spiagge accarezzate da un mare cristallino, villaggi di pescatori che colorano l’entroterra e affascinanti borghi ricchi di cultura e storia. Siamo in Istria, nella parte nord occidentale, quella più vicina al confine italiano, dove sorgono 4 perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Un territorio ricco di meraviglie naturali, una tradizione culinaria che gode dei prodotti locali, strutture di lusso e comfort con centri benessere all’avanguardia: tutto questo assicura una vacanza all’insegna di cultura, wellness e buona cucina. Un ventaglio di colori, profumi e sapori!
Info: Comprensorio turistico di Umago, Cittanova, Verteneglio, Buie www.coloursofistria.com



Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere