Regione Lombardia “Bando e-commerce 2020: nuovi mercati per le imprese lombarde”

June 30 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con il “Bando e-Commerce 2020: nuovi mercati per le imprese lombarde“, Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia mettono a disposizione 2,6 milioni di euro per consolidare i canali commerciali per l’export e favorire l’accesso a servizi specializzati per l’e-commerce.

Beneficiari del “Bando e-commerce 2020”

Il Bando e-commerce 2020 finanzia micro, piccole e medie imprese con sede operativa o unità locale attiva in Lombardia, in regola con il Durc e il pagamento del diritto camerale.

Tipologia di attività ammesse al Bando e-commerce 2020

I progetti ammessi sono relativi all’apertura e/o al consolidamento di un canale commerciale per l’export, tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online b2b e/o b2c, realizzati all’interno del portale aziendale proprietario o forniti da terze parti (retailer, marketplace o servizi di vendita privata), a condizione che la transazione commerciale avvenga tra l’azienda e l’acquirente finale.

Nello specifico, le spese ammesse al Bando e-commerce sono:

- accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti (tariffe di registrazione ed eventuali quote determinate in percentuale sulle transazioni effettivamente realizzate, sostenute durante il periodo di validità del progetto);
- analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
- organizzazione di interventi specifici di formazione del personale;
- acquisizione ed utilizzo di forme di Smart Payment;
- realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale export digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati esteri e ai siti di vendita online prescelti (es: predisposizione delle schede prodotto nonché di tutorial, gallery fotografiche, webinar, per la presentazione degli articoli e relative traduzioni in lingua);
- progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali marketplace forniti da soggetti terzi;
- progettazione, sviluppo e/o manutenzione di piattaforme di AR Business commerce, ad esempio simulatori 3D olografici che permettano di visualizzare gli ambienti (es. per mostrare la propria azienda: dotazione tecnologica, parco macchine,..) servizi, lavorazioni e prodotti (visualizzando i dati tecnici di interesse, esempi di lavorazioni effettuate, etc..);
- sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;
- automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web (API – Application Programming Interface);
- raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM;
- protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati di destinazione prescelti;
- campagna Digital Marketing ed attività di promozione sui canali digitali.

L’importo di spesa minima è pari a 4.000 €.

Agevolazione prevista dal Bando e-commerce 2020 della Regione Lombardia

La misura a sostegno dell’e-commerce delle imprese lombarde prevede un contributi a fondo perduto pari al 70% delle spese ammesse, fino ad un massimo di 10.000 €.

Quando presentare domanda per il bando e-commerce

L’apertura dello sportello per la presentazione delle domande aprirà dal 25 giugno all’11 settembre 2020. La procedura di selezione avverrà in base ad un punteggio attribuito in fase di valutazione.



POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cesira Guida
Marketing & Comunicazione - Gruppo Del Barba Consulting
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere