Home news Turismo Comunicato

Parte la 38 esima edizione del Bit di Milano, la Borsa internazionale del turismo italiano

February 7 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dall'11 al 13 febbraio presso la Fiera di Milano City nel centro della città

Come ogni anno, anche quest'anno torna Milano-Bit, la Borsa internazionale del turismo, alla sua 38 esima edizione.
Quest'anno dall'11 al 13 febbraio presso FieraMilanoCity, nel centro del capoluogo lombardo. La novità assoluta è la nuovissima area tematica “A Bit of Taste” dedicata al turismo enogastronomico.

Manca pochissimo a #bit2018! Tante sorprese. Appunti di viaggio... Cosa accadrà durante #ABITOFTASTE? Scopritelo di persona o con gli #astag #APCI #BIT2018 #ABITOFTASTE BIT

Il momento migliore della manifestazione tutta italiana sarà la 'New Entry' delle Regioni italiane con il loro portato storico, economico, culturale, enogastronomico, vero traino del turismo anni tremila, ormai cambiato totalmente. Il nuovo tipo di turista che visita l'Italia ha una meta ed un obiettivo, conoscere il comparto enogastronomico del nostro Bel Paese ed una volta rientrato in patria, andare alla ricerca dei prodotti conosciuti di persona, in vendita all'estero.

Quindi il turismo italiano si sta sempre più caratterizzando per la sostenibilità, la tipicità, la genuinità e salubrità dei prodotti alimentari, vero e proprio brand italiano.
Un valore ed un brand che vede nella Regione Campania il portabandiera, accanto alla Sicilia e la Puglia. Ma tutte le regioni d'Italia si caratterizzano per un marchio di portata ormai mondiale: la Dieta Mediterranea riconosciuta Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità nel 2010. Con il riconoscimento alla Dieta Mediterranea sono stati premiati non singoli prodotti, ma uno “stile di vita sostenibile, basato su tradizioni alimentari, che diventano patrimonio immateriale della società”.

Il riconoscimento UNESCO della Dieta Mediterranea rappresenta una certificazione della qualità del vivere bene e del vivere sano made in Italy, ma soprattutto del Made in Campania, che porta come esempio i maggiori prodotti per quantità e qualità, della Dieta Mediterranea.
La Campania, infatti, è l’unica regione italiana ad essersi dotata di una legge (LR n. 6 del 30.03.12), per valorizzarne il suo significato culturale, alimentare, sociale ed economico. L'Osservatorio della Dieta Mediterranea, previsto dalla legge, è preposto a svolgere un ruolo strategico nel processo di tutela, conservazione e valorizzazione della Dieta Mediterranea. Processo che si posiziona prima, durante e dopo le politiche per la salute, per l'agricoltura, per il turismo, per l'ambiente, per la cultura e che attiva uno stile di vita eccellente con filiere produttive di beni e servizi complessi.

Ma un altro riconoscimento UNESCO altrettanto importante e recente, è stato quello del riconoscimento dell'Arte del Pizzaiolo Napoletano come patrimonio culturale immateriale dell'Umanità.
Due sono i riconoscimenti che l'UNESCO ad oggi ha attribuito per la categoria di 'patrimonio culturale dell'umanità' ed entrambi sono stati attribuiti alla Campania.

Quasi 50.000 visitatori in tre giorni, più di 16.000 appuntamenti di business, 126 convegni, poco meno di 2000 giornalisti, 199 travel blogger, sono questi i numeri della Fiera più grande e multitematica d'Italia. Espressamente dedicata agli operatori del settore, la prima giornata è aperta al pubblico.
Un'Area Tematica attualissima è il Bit4Job con 14 aziende partecipanti, 100 i profili professionali ricercati, 500 persone da assumere nelle varie posizioni, 1.160 le persone che si sono proposte online, 620 i candidati al colloquio.




Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere