Home articoli Societa Articolo

Tutte le soluzioni per l'irrigazione del tuo giardino

February 15 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Chi possiede un giardino, sa bene quanto sia importante irrigarlo con la giusta regolarità, per mantenerlo sano e rigoglioso. Ma quali sono i metodi migliori per farlo? Scopriamoli insieme...

Chi possiede un giardino, sa bene quanto sia importante irrigarlo con la giusta regolarità, per mantenerlo sano e rigoglioso. Ma quali sono i metodi migliori per farlo? Vediamo insieme le possibili soluzioni e attrezzature per l’irrigazione, dalle più semplici alle più complesse.

Semplicità, tradizione e fai da te: dall’innaffiatoio alla canna

Senza dubbio l’attrezzo primario per irrigare è l’innaffiatoio: in vari modelli e misure, consente una distribuzione di acqua in buona quantità, sia che si utilizzi con il tappo a fori, per simulare una doccetta, sia con beccuccio aperto. Su grandi superfici, però, è una soluzione scomoda, poiché deve essere continuamente riempito, con dispendio di tempo e, se di dimensioni notevoli, anche con un po’ di fatica.

In questi casi, allora, meglio optare per la tradizionale canna dell’acqua, che consente l’irrigazione continua pur spostandoci da un’aiuola all’altra. Quando, invece, ci si deve assentare, o comunque non si ha molto tempo, si può installare un sistema di irrigazione a goccia artigianale, semplice ed economico, usando delle bottiglie di plastica. Scegliendo misure da 2 lt, e capovolgendole nel terreno, con piccoli fori nel tappo, rilasceranno l’acqua gradatamente.

Professionalità da vero giardiniere: gli impianti di irrigazione

Se però vogliamo “fare sul serio”, dobbiamo necessariamente prevedere l’installazione di un impianto di irrigazione: comodo, programmabile, che funzioni in maniera autonoma all’ora che decidiamo e anche quando non ci siamo. Esistono diversi tipi di irrigatori, e ovviamente la scelta ricadrà in base alle proprie necessità di spazio, di denaro, di praticità.

La cosa importante è che il collegamento tra irrigatore e tubo sia efficiente e, per essere certi di questo, sono consigliabili i raccordi automatici a scatto, che si innestano con un semplice click. In questo modo, non ci saranno perdite durante l’uso, pur utilizzando un attrezzo leggero e resistente alla corrosione, agli agenti atmosferici e all’usura. Vediamo ora alcuni modelli nello specifico:

Le Lance

Sono sistemi che prendono il nome dalla capacità di “lanciare” l’acqua a distanza, e che possono modificare la consistenza dello spruzzo a seconda delle varie necessità, fino ad un getto d’acqua polverizzata. Per un utilizzo perfetto, la regolazione deve essere posta sull’impugnatura: particolarmente comode si rivelano le lance a pistola, dotate di una leva istantanea di comando.

Statici e Rotanti

Tra gli irrigatori più diffusi, si dividono nelle due classificazioni in base alle eventuali parti in movimento. I primi, più semplici, non hanno ausili mobili per aumentare la gettata e dunque l’acqua esce da uno o più ugelli, con spruzzo fisso. Quelli a braccia rotanti, invece, sono orientabili con diversi getti, consentono di modificare l’ampiezza della zona irrigata e di trovare la pressione ottimale.

A Battente

Così chiamati, sono irrigatori a intermittenza dotati di un martelletto che rompe il getto dell’acqua per distribuirla in maniera uniforme. Possono essere usati su superfici ampie, senza ostacoli, poiché dispongono di una gittata più lunga, ed inoltre possiedono un’originale ghiera di taratura che seleziona i settori da bagnare.

Oscillanti

Sistemi di grande precisione, coprono aree rettangolari e la superficie da irrigare è valutabile a discrezione con un selettore. E’ il sistema che simula meglio la pioggia, mediante un braccio oscillante che lancia in alto un “ventaglio” d’acqua che ricade dolcemente a terra.

Per tutti i modelli, un utile accessorio: il tappo a spillo per la pulizia anticalcare degli ugelli.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere