Come aprire un negozio online, anche in Franchising

August 1 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Al giorno d'oggi aprire un negozio online in franchising è incredibilmente semplice, infatti, se un tempo le attività erano piuttosto limitate, oggi c'è proprio l'imbarazzo della scelta, il che significa poter valutare differenti scenari di business e puntare su quello che risponde alle proprie esigenze. Il settore è in forte espansione, prendiamo ad esempio gli e – commerce, stiamo parlando di realtà degne di nota, cresciute tantissimo in questi anni, in grado di generare un fatturato di miliardi di euro, motivo per cui già questo aspetto dovrebbe far riflettere. Chiunque potrà scegliere di aprire un negozio online in franchising, così da avere l'opportunità di vendere beni o servizi, il tutto investendo cifre relativamente basse, motivo per cui non si dovrà disporre di un capitale iniziale importante, ma non solo, perchè stiamo pur sempre parlando di un'attività che viene svolta via web, di conseguenza tante spese non esisteranno affatto. Per cominciare, ad esempio, sono abbattuti i costi che solitamente si presentano per una struttura fisica, ma non solo, perchè anche il personale avrà costi relativamente più bassi; è fondamentale, però mantenere una caratteristica chiave, ovvero la voglia di strutturare al meglio un business di questo tipo, che meriterà grandi attenzioni e chiaramente anche investimenti mirati per crescere.

Quali sono i vantaggi nell'aprire un negozio online in Franchising?

Beh analizzando questa bella opportunità sembra che di vantaggi ce ne siano tantissimi, cerchiamo quindi di analizzarli assieme, così da poter offrire un quadro più completo. Partiamo subito dal fattore location, non sarà affatto necessaria, infatti per molti franchising di questo tipo non è richiesta, il che significa che potrai tranquillamente lavorare da casa tua, portando avanti tale attività in modo del tutto autonomo, ed in ogni parte del mondo.

Anche gli investimenti iniziali non sono proibitivi, infatti i costi sono contenuti a fronte di tantissimi prodotti, che spaziano passando per categorie importanti, tra le quali possiamo trovare anche servizi pubblicitari e scommesse, ma non solo! Il bello dell'avviare un'attività in franchising sta anche negli aggiornamenti continui, infatti molte realtà offrono corsi di formazione che potranno avvenire sia online che offline, quindi con lezioni frontali in aula, inoltre non bisogna sottovalutare un aspetto fondamentale, vale a dire l'autonomia.

Potrai lavorare in modo autonomo, senza dover rispettare orari che ti verranno imposti, sarai tu a decidere come, quando e cosa proporre al pubblico, monitorando in tempo reale l'andamento dell'attività stessa, così da comprendere se stai lavorando nel modo giusto. Non manca nemmeno il supporto, soprattutto in quella che sarà la fase principale, vale a dire la creazione dell'e – commerce, perchè lì sarà fondamentale provare a limitare il più possibile eventuali errori, altrimenti si ripresenteranno in futuro.

Indubbiamente in alcuni frangenti esistono anche gli svantaggi, ma certo, se rapportati ai pro offerti con un negozio online in franchising sono davvero ininfluenti; tra questi troviamo ad esempio le royalty, che però ad oggi non vengono certo richieste da tutti i brand!

Altro aspetto negativo può essere rappresentato dai fee d'entrata, ovvero l'investimento iniziale, quello che ti permetterà finalmente di avviare il business e che dalla sua andrà a coprire determinati aspetti, come realizzazione dello shop, oppure la pubblicità, la comunicazione ed il supporto.


E' sempre bene rispettare la legge, ecco dunque i requisiti minimi!

Non farti mai trovare impreprato, ancor prima di aprire un'attività del genere dovrai comprendere tutti gli aspetti previsti dalla legge italiana, quindi massima attenzione.

Ecco i punti principali:

• Sarà un tuo compito quello di comunicare l'inizio dell'attività;
• Non dimenticare ovviamente di aprire la partita IVA;
• Importantissima anche l'iscrizione al registro delle imprese;
• Sii sempre in regola soprattutto in riferimento alla posizione INPS ed INAIL;
• Se non hai un locale non devi certo richiedere autorizzazioni particolari;
• Se vuoi creare un negozio fisico ti servirà l'autorizzazione per esporre l'insegna, ma al tempo stesso dovrai anche preoccuparti che l'intera struttura rispetti sia le norme di agibilità, che quelle relative alla sicurezza.

Le opportunità offerte con il Dropshipping!

Solitamente chi non vuole puntare sul negozio fisico può tranquillamente scegliere anche le opportunità in dropshipping, che dallo loro assicurano una gestione molto più snella e dove non è necessario disporre nemmeno di un magazzino.

Dal momento in cui deciderai di sposare un progetto del genere sarai un affiliato perfetto, ti basterà un pc, ed una connessione ad internet; solitamente alcune realtà prevedono il fee d'ingresso, questo varia ovviamente, ma ti permetterà di avere un e – commerce ben avviato, grazie al quale sarai da subito in grado di vendere i prodotti proposti dal brand.

Un'opportunità di questo tipo è perfetta soprattutto per chi sceglie di puntare ad esempio sui sexy shop online, qui la formula in dropshipping rappresenta senza dubbio un chiaro punto di forza, motivo per cui sono già in molti ad averne approfittato.

Commercio online, ecco quali sono gli obblighi da rispettare secondo la legge italiana!

• Per società di capitali bisogna inserire nel sito web i dati societari, nel dettaglio quindi:

- Nome, denominazione o ragione sociale;
- Inserire l'indirizzo della sede legale;
- Deve essere presente il numero di partita IVA;
- Non deve mancare in alcuni frangenti nemmeno il codice fiscale;
- Numero REA;
- Inserire il proprio capitale sociale;
- Indicare se la società è di tipo unipersonale o meno.

• Se invece parliamo di imprese individuali o società di persone si dovrà inserire:

- Contatti ed indirizzo preciso del titolare;
- Inserire anche le caratteristiche di ciò che si sta offrendo, quindi beni o servizi;
- E' importante parlare sia delle modalità di pagamento che degli aspetti sulla consegna;
- Inserire anche uno spazio dedicato ai reclami;
- Le tariffe devono essere chiare e dovranno comprendere anche iva e costi di consegna;
- Se previsto ci sarà anche il diritto di recesso, ma è opportuno spiegare le condizioni;
- La garanzia è un punto importantissimo, non deve certo essere dimenticato.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere