Alghe rosse: proprietà ed usi fitoterapici

July 23 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Perché sono benefiche le alghe rosse? Le alghe rosse sono organismi di origine marina che si trovano principalmente nei mari caldi, anche se alcune specie sono presenti anche nelle acque dolci. Scopriamo in questa guida quali sono le proprietà e gli usi fitoterapici delle alghe rosse.

Perché sono benefiche le alghe rosse? Quali sono le proprietà e gli usi fitoterapici? Le alghe rosse sono organismi di origine marina che si trovano principalmente nei mari caldi, anche se alcune specie sono presenti anche nelle acque dolci. Presentano questa particolare tonalità cromatica perché hanno pigmenti rossi e bluastri che, insieme all'azione della clorofilla, producono un colore purpureo. Le alghe rosse sono costituite da un corpo vegetale (il tallo) che presenta una struttura particolarmente complessa, che deriva dall'unione di più cordoni cellulari. Contengono, inoltre, clorofilla di tipo a e di tipo d, cellulosa impiegata per la fotosintesi e composti solforati. La parete cellulare è costituita da carbonato di calcio che consente di creare rocce sedimentarie: in virtù di questa caratteristica le alghe rosse si sono “aggiudicate” la definizione di “biocostruttori”.

Alghe rosse: quali sono le proprietà e gli usi?

Le alghe rosse vantano proprietà fotosintetizzanti perché possiedono molta cellulosa e vantano proprietà positive per la salute: proprietà depurative, antiossidanti, battericide, antitumorali. Contengono, inoltre, numerosi minerali come magnesio, calcio e potassio e consentono di tonificare e rivitalizzare la pelle.
Alcune specie di alghe rosse vengono utilizzate in ambito alimentare, soprattutto, in Oriente dove sono considerate un alimento pregiato e gustoso. Tra le specie di alghe utilizzate in cucina troviamo, ad esempio, la Palmaria che si caratterizza per il gusto piccante: viene spesso impiegata, infatti, per la preparazione di zuppe e minestre o come condimento. Un altro possibile impiego delle alghe rosse riguarda il settore della cosmesi, della salute e della bellezza del corpo, in particolare, vengono utilizzate nella talassoterapia, un tipo di terapia che cerca di sfruttare al massimo le proprietà curative del mare. Sempre nel comparto cosmetico queste alghe possono essere impiegate anche per favorire il rinnovo cellulare grazie ai minerali e per contrastare la formazione dei radicali liberi che contribuiscono notevolmente a determinare l'invecchiamento cutaneo. In commercio, sono sempre più numerose le creme che contengono alghe rosse che hanno anche una funzione protettiva ed idratante. Rappresentano un importante alleato anche nella cura della cellulite e dell'obesità, ma ovviamente in questi casi è necessario che all'uso delle alghe venga associata anche un'alimentazione equilibrata e bilanciata e un'adeguata attività sportiva. Dalle alghe rosse, infatti, si può ottenere una sostanza gelatinosa che prende il nome di carragenina che favorisce la sensazione di sazietà e per questo viene utilizzata negli integratori assunti dalle persone che sono a dieta. La carragenina, inoltre, ha anche proprietà lassative e viene usata anche come addensante, emulsionante, gelificante e stabilizzante. Le alghe rosse risultano utili anche nel trattamento della psoriasi e dell'eczema perché regolarizzano la produzione della cheratina, sostanza importante anche per la salute delle unghie e dei capelli. Le sostanze ottenute dalle alghe rosse sono impiegate anche come lucidanti per auto e come componenti delle vernici. E’ bene sapere che è assolutamente sconsigliabile utilizzare le alghe rosse in caso di alterazioni della tiroide e in gravidanza e, in caso di gravi problemi di ipertensione, è necessario consultare prima il proprio medico. Un eccessivo dosaggio potrebbe provocare tremori, diarrea, tachicardia, ipertensione.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere