Home articoli Turismo Articolo

5 dritte per una vacanza in inverno in Salento

November 23 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Una breve carrellata di informazioni utili per il turista che organizza un viaggio in Salento al di là della stagione estiva.

Se siete tra gli amanti del mare d'inverno e tra coloro che "neve scansati", "umidità e profumi salmastri venite a me", il Salento è la meta ideale anche fuori stagione.
Tanti i vantaggi per chi desidera puntare a sud per una vacanza invernale, primo tra tutti la possibilità di godere di panorami e scorci senza la calura insistente che persiste soprattutto in alta stagione.
Oltre alle temperature più miti, c’è un aspetto che non va assolutamente sottovalutato, ossia tariffe più abbordabili senza rinunciare a qualità, servizi ed efficienza. Nonostante gli ultimi inverni abbiano registrato temperature più rigide rispetto agli altri anni, i mesi invernali in Salento sono caratterizzati da un clima tipicamente mediterraneo, più moderato, perfetto soprattutto se si viaggia con bimbi al seguito.
Tra le dritte per un viaggio perfetto, quella di scegliere con cura la destinazione in cui fare tappa, soprattutto se si è intenzionati a scoprire diverse parti del Salento.

1) Potete scegliere una cittadina come Lecce come punto di appoggio, in modo da trovarvi in un contesto a misura d’uomo sì, ma comunque urbano. Potrete scoprire meraviglie architettoniche anche solo passeggiando nella piazza del centro, sorseggiare un ottimo caffè o una cioccolata calda, mentre pianificate come organizzare al meglio i vostri giorni di vacanza. Tra i must da assaggiare se vi trovate su Lecce città, ci sono i “pizzi”, pani particolari impastati con farina, acqua, olive, o nella versione alla pizzaiola, con sugo e cipolle sminuzzate. Ancora, non potete visitare Lecce senza addentare un rustico fumante o fare colazione con un pasticciotto fragrante, ripieno di crema pasticcera.

2)
Spostatevi su un versante, lo ionico e l’adriatico, e fate tappa nelle cittadine che affacciano sui rispettivi mari, o che popolano l’entroterra. Il Salento è piuttosto grande e organizzare le tappe in base alle coste permette di godere di panorami ugualmente belli, ma differenti per diversi aspetti. Gallipoli, Porto Cesareo, Torre San Giovanni sono alcuni tra i principali centri cittadini ionici, mentre sul versante opposto Leuca, Otranto, Castro sono solo alcune tra le più importanti attrazioni turistiche che offrono meraviglie anche in inverno.

3) Fatevi consigliare dalla gente locale. Scostarsi dai suggerimenti telematici, significa smarcarsi spesso da concetti preconfezionati, opinioni e giudizi inseriti su portali turistici. Riscoprite il rapporto umano per essere certi di andare incontro ad angoli di Salento più veri, scoprirete uno spirito di ospitalità che non ha pari e una gran voglia di raccontare una terra che ha tantissimo da offrire.

4) Assaggiate e sperimentate. Tra i piatti tipici locali, soprattutto in inverno, non può mancare una grigliata mista, una bella zuppa di legumi, la classica “tria con i frizzuli”, tagliatelle di pasta di semola di grano duro condita con cavoli verdi o, in alternativa, con ceci. I frizzuli altro non sono che pezzi di pasta fritta in olio d’oliva, che arricchisce il piatto di sapore e gusto.

5) Assaporate il gusto del silenzio, ritrovatevi. Recatevi sul sentiero idruntino che porta al punto più a est dell’intera nazione, il Faro di Punta Palascia. Sedete su un costone di roccia, inspirate il profumo del mare che si spalanca nella sua immensità e ascoltate solo il suono del vostro passo e della natura che vi abbraccia, cullandovi.
E se vi piace e vi proponete di ritornare per un bagno in questo splendido mare, se avete bisogno di un punto di riferimento per prenotare un appartamento o una casa vacanza potete rivolgervi ai nostri professionisti, che sapranno consigliarvi e indirizzarvi verso la soluzione più adeguata per un soggiorno perfetto.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere