10 rimedi per ridurre lo stress e l’ansia

July 31 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Ecco 10 rimedi per ridurre l'ansia e lo stress, assicurando il benessere olistico del proprio corpo e della propria mente.

Quando l'ansia e lo stress non si presentano a livelli eccessivamente intensi e patologici, è possibile cercare di fronteggiarli o comunque di ridurne l'intensità attraverso una serie di rimedi naturali. Si tratta di validi rimedi quotidiani che chiunque può provare ad applicare, tenendo in debita considerazione la specificità della propria situazione personale. Nel caso in cui una persona assuma dei farmaci, prima di assumere altri composti chimici, è buon consiglio consultare il proprio medico curante.
Ecco 10 rimedi per ridurre l'ansia e lo stress, assicurando il benessere olistico del proprio corpo e della propria mente.

Combattere lo stress e l’ansia: ecco i 10 rimedi

Per assicurare il massimo benessere olistico del proprio corpo e della propria mente, è bene mettere in pratica questi 10 rimedi per ridurre lo stress e l’ansia:

1. Dedicarsi alla fitoterapia ovvero sfruttare a proprio beneficio il naturale potere curativo di molte specie di piante e di fiori, che vengono assunte in forma essiccata per produrre tisane o compresse o integratori naturali. Tra queste specie fitoterapiche si apprezzano: la passiflora, che agisce sul sistema nervoso centrale al fine di intervenire sull’ansia, sull’angoscia e sui problemi legati al sonno; i fiori di Bach, in particolare il composto costituito da 5 diverse tipologie di infiorescenze (Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethelhem) che può essere utilizzato sia per tenere sotto controllo una lieve forma di stress, sia per calmare gli attacchi di panico acuti. Tra le piante curative apprezziamo: il tiglio e la camomilla, da assumere preferibilmente prima di andare a dormire, la valeriana che può essere assunta anche in forma liquida ed è incompatibile con alcool e farmaci, l’iperico che calma anche gli stati di depressione, il biancospino e la melissa, che svolgono un’importante azione sedativa.

2. Effettuare la respirazione yogica, che prevede di concentrarsi con almeno 5 respiri profondi sulla zona dell’addome, poi sul torace e, infine, sulle clavicole, le aree del corpo dove si accumula più facilmente la tensione.

3. Utilizzare l’aromaterapia, ossia il potere curativo degli oli essenziali con effetto calmante, come gli oli a base di geranio, lavanda, sandalo, mandorle che possono essere impiegati per fare dei massaggi su alcune aree del corpo, come le spalle ed il collo.

4. Curare la propria alimentazione, evitando cibi eccitanti come caffè e alcolici e “abbracciando” uno stile alimentare che contenga le giuste dosi di vitamine del gruppo B, calcio e magnesio, la cui carenza potrebbe contribuire ad incrementare l’ansia.

5. Allenarsi al pensiero “positivo”, ripetendo mentalmente più e più volte frasi brevi frasi di incoraggiamento, come ad esempio “sono adatto per fare questa cosa”

6. Apprendere la tecnica del rilassamento progressivo, sviluppata da Jacobson, che prevede di focalizzare l’attenzione e di produrre volontariamente il rilassamento dei piedi per poi passare alle gambe, all’addome e a tutto il corpo risalendo.

7. Concedersi le giuste pause, che consentono di staccare la spina e schiarirsi le idee. È possibile, ad esempio, fare una breve passeggiata.

8. Ridere, dal momento che la risata produce il rilascio di endorfine che provocano un miglioramento dell’umore.

9. Ricercare il contatto con persone care, attraverso un abbraccio che produce vicinanza e sostegno.

10. Fare nuovi progetti: il creare qualcosa ed il raggiungere gli obiettivi prefissati permette di distrarsi ed incrementa la propria autostima.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere