UX e UI: quali sono le differenze e perché è bene affidarsi agli esperti di settore

Un sito web o un’app mobile ben fatti devono soddisfare a pieno le esigenze degli utenti e dei futuri clienti garantendo un’esperienza di navigazione che sia intuitiva e pratica...
del 23/06/22 -

Un sito web o un’app mobile ben fatti devono soddisfare a pieno le esigenze degli utenti e dei futuri clienti garantendo un’esperienza di navigazione che sia intuitiva e pratica. Gli aspetti funzionali e visivi della navigazione, infatti, sono essenziali e possono incidere fortemente sulla possibilità di conversione dei visitatori, non a caso gli esperti in UX e UI sono tra i più richiesti sui siti per freelance. Sebbene la User Experience e la User Interface siano due aree di competenza separate, spesso vengono accomunate in quanto complementari nella creazione di una piattaforma facilmente fruibile.

Quali sono le differenze tra queste due discipline e perché sono importanti?

Differenze tra UX e UI design

L’UX Design si occupa dell’esperienza di navigazione e coinvolge tutti i processi che la rendono più facile e intuitiva. Il suo ruolo consiste nell’implementare correttamente tutte le funzioni presenti su un sito web o su un’app mobile così da agevolare l’utente durante la sua permanenza. Si tratta quindi di una disciplina complessa che unisce il design, il marketing e la psicologia, ma è essenziale in quanto è proprio la prima impressione del visitatore sul sito che può decretarne una possibile conversione. Le parole chiave per un UX designer sono semplicità e fruibilità: l’utente deve essere in grado di navigare facilmente sulle pagine e trovare le informazioni che gli servono. Tutte le possibili conversioni, siano queste l’acquisto di prodotti, l’iscrizione alla newsletter, la richiesta di un preventivo o la compilazione di un form, devono risultare immediate e intuitive. In poche parole, l’utente non deve essere invogliato a uscire dal sito perché impiega troppo tempo a capire come funziona.

L’UI design si accosta allo UX e rappresenta l’aspetto grafico e visivo del sito web o dell’app, partendo dall’interfaccia. In questo caso, quindi, lo scopo non è quello di rendere la navigazione funzionale, ma quello di renderla invitante. La UI spinge gli utenti a compiere le azioni tramite il linguaggio grafico, ad esempio scegliendo dei font e dei colori confortevoli ed efficaci, naturalmente basandosi sull’identità visiva del brand, oppure collocando alcuni elementi nelle posizioni in cui l’occhio umano tende a ricadere.

Cosa fanno nel concreto gli UX e UI designer?

Come capire se il proprio sito è ottimizzato dal punto di vista della UX e della UI e cosa fa nello specifico un professionista? Esistono diverse guide online per capire se il tuo sito permette all’utente di vivere una buona esperienza di navigazione, spesso di tratta di piccoli dettagli in grado però di fare una grande differenza per i visitatori. Come abbiamo visto, però, UX e UI sono discipline differenti seppur complementari, per cui potresti aver bisogno di due diverse figure professionali.

Un UX designer si occupa di studiare i problemi trovando soluzioni che funzionano, il suo compito principale consiste nella creazione di un’interfaccia utente che permetta di scoprire agevolmente il prodotto o servizio. A tale fine vengono spesso applicate particolari metodologie, come gli A/B test, che aiutano a ottimizzare l’usabilità del sito. Infine, un UX designer si occupa di analizzare i competitor e i mercati, sviluppando e analizzando le meccaniche di utilizzo di un prodotto.

L’UI designer, invece, non si occupa dell’aspetto funzionale del sito e dell’app, ma si concentra sul linguaggio grafico. In sintesi, si occupa di creare dei layout che ben si accordino con le logiche precedentemente definite dall’UX designer.

Perché la UX e la UI sono così importanti?

La UX e la UI migliorano la user experience, ovvero l’esperienza che l’utente vive durante la navigazione. Come è facile intuire un’esperienza positiva porterà più facilmente a una possibile conversione, come ad esempio un acquisto, mentre una navigazione contorta e ricca di ostacoli condurrà l’utente fuori dal nostro sito.

A questo si aggiunge anche l’aspetto della competitività, infatti un utente che naviga sul web alla ricerca di un prodotto o servizio spesso visita diversi siti in grado di soddisfare il suo bisogno. Tra questi, però, solo uno si distingue in quanto gli permette di trovare facilmente quello che stava cercando senza sforzo, facendogli vivere un’esperienza d’acquisto piacevole.

E’ importante inoltre ricordare che la UX e la UI influiscono anche sul posizionamento organico del sito. Google, infatti, promuove i siti web user friendly perché il suo obiettivo primario è quello di fornire agli utenti la migliore risposta possibile alle loro domande. Più semplice e intuitiva sarà la navigazione del tuo sito web, più Google ti premierà facendoti comparire tra i primi risultati di ricerca.
Photo by: di picjumbo.com

Licenza di distribuzione:
Photo credits: di picjumbo.com
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Freeonline
Responsabile account:
Diana Cecchi (Capo redattore)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 362421