El Salvador ha Bitcoin Beach e Costa Rica ha Bitcoin Jungle

Bitcoin Beach, quella città costiera che ha iniziato in piccolo, è cresciuta umilmente e ha finito per cambiare El Salvador...
del 13/04/22 -

Bitcoin Beach, quella città costiera che ha iniziato in piccolo, è cresciuta umilmente e ha finito per cambiare El Salvador, è un'esperienza replicata in altre parti dell'America Latina, come Brasile ed Ecuador. E ora, in Costa Rica, vogliono accendere la scintilla perduta nelle comunità, con un progetto chiamato Bitcoin Jungle.

L'iniziativa ha un team formato da Lee Salminen, Rich Scotford e Prem Govinda, che hanno formato un'organizzazione che sta incoraggiando l'adozione di bitcoin nelle comunità. "Siamo un gruppo di appassionati di bitcoin, tecnologi e imprenditori", dicono.

Dietro il progetto costaricano c'è Galoy

La loro prima esperienza è stata a Dominical, una piccola città costiera nella provincia sud-pacifica di Puntarenas, dove "più del 60% di tutti i commercianti del mercato e decine di utenti sono stati incoraggiati a usare bitcoin per la prima volta", come riportato sul blog Bitcoin Jungle.

Dietro il progetto costaricano c'è Galoy, la startup che ha creato Bitcoin Beach Wallet, uno dei portafogli bitcoin e Lightning Network usati nella comunità di El Zonte, in El Salvador.

Con questo alleato comune in El Salvador, il team di Bitcoin Jungle sta offrendo supporto a turisti ed espatriati che hanno problemi a portare denaro nel paese e che magari vogliono negoziare BTC con Bitcoin Profit. E allo stesso tempo, assistono i commercianti che vogliono accettare pagamenti in BTC per vendere i loro prodotti e offrire servizi.

"Abbiamo notato che El Zonte ha un portafoglio che gira su un software open source, e poi abbiamo capito che potevamo prendere quel codice open source e chiamarci Bitcoin Jungle con l'idea di provare il nostro esperimento qui in Costa Rica. Vogliamo dimostrare che possiamo rilanciare l'economia - Lee Salminen del team Bitcoin Jungle durante un incontro in Costa Rica.

Ora, l'organizzazione sta cercando di accelerare l'adozione della Rete Lightning attraverso il modello di "Bitcoin banking" di Galoy. Questo secondo quanto spiega la startup sul suo sito web: che è stata "progettata come una soluzione bancaria comunitaria open source basata su bitcoin", il cui proof of concept si è concentrato sulle esigenze dei commercianti e dei membri della comunità di El Zonte.

Il tempo della bitcoinizzazione è arrivato in Costa Rica

Il team di Bitcoin Jungle commenta sul suo blog di aver capito che il Costa Rica è pronto a fare il passo già fatto da El Salvador. "Il nostro primo piccolo passo è stato quello di rendersi conto che la nostra comunità era pronta a percorrere il cammino dell'iperbitcoinizzazione", dicono.

Insieme, hanno fatto la loro missione per rilanciare l'economia della zona adottando la pionieristica criptovaluta. Per raggiungere questo obiettivo, organizzano attività per parlare di bitcoin con gli abitanti delle comunità.

La loro idea è che presto saranno in grado di "transare con bitcoin nella nostra vita quotidiana e usarlo per guidare nuove imprese per un ulteriore sviluppo economico", aggiungono.

È naturale che il gruppo voglia attirare i turisti, dato che Dominical è uno dei luoghi più attraenti per i surfisti di tutto il mondo. Oltre alle spiagge, la zona vanta cascate idilliache e una grande varietà di habitat, tra cui foreste secondarie, foreste pluviali montane e zone umide di pianura.

In realtà, il "progetto Bitcoin Jungle copre una triangolazione di cinque città abbastanza grandi che distano più di 30 chilometri da un punto all'altro", dicono sul loro blog, dove affermano anche di essere uniti nello spirito e nell'energia per costruire un mondo migliore con bitcoin come alleato.

Da ottobre dello scorso anno ci sono stati sospetti che il Costa Rica potrebbe essere il prossimo paese ad adottare bitcoin. Questo tenendo conto che il paese ha uno dei regolamenti più aperti sull'uso di bitcoin e criptovalute.
Photo by: Pexels

Licenza di distribuzione:
Photo credits: Pexels
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Freeonline
Responsabile account:
Diana Cecchi (Capo redattore)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 358621