Stampante alimentare per dolci e pasticceria: il futuro in cucina è oggi

Sculture di cioccolata, torte, biscotti, tiramisù, ma anche originali decorazioni realizzate in pochissimi minuti senza spreco di alimenti e con la certezza che il risultato sarà sorprendente. Ora è possibile...
del 13/07/22 -

Sculture di cioccolata, torte, biscotti, tiramisù, ma anche originali decorazioni realizzate in pochissimi minuti senza spreco di alimenti e con la certezza che il risultato sarà sorprendente. Ora è possibile anche se non si possiedono grandi doti culinarie e il segreto è nascosto nella stampante 3D alimentare, un dispositivo moderno che presto potrebbe fare la sua comparsa non solo in pasticcerie e hotel che desiderano proporre soluzioni originali ai propri ospiti, ma anche nelle abitazioni private.

Capace di soddisfare le esigenze dell'uomo moderno, sempre di corsa, ma amante della buona tavola e attratto dai cibi ben presentati, la stampante alimentare è un elettrodomestico futuristico che è già diventato realtà. Ideale per preparare un gran numero di pietanze, il suo impiego per la realizzazione di dolci originali e decorazioni perfette è tra i più apprezzati.

Che cos'è la stampante alimentare

La stampante alimentare è una stampante 3D progettata per essere utilizzata con ingredienti edibili anziché con plastiche, resine, polimeri o altri materiali non commestibili. I materiali e la struttura permettono una pulizia attenta e profonda di tutti i componenti al fine di garantire sempre la massima salubrità dei dolci.

Il funzionamento è molto semplice in quanto è sufficiente riempire i contenitori con gli ingredienti, scaricare il file della ricetta che si desidera preparare e avviare la stampa.

Tutti, anche chi non sa nemmeno preparare un tiramisù, potranno preparare dolci strepitosi, perfetti a livello estetico e dal sapore insuperabile. L'unica accortezza che, almeno per il momento, è necessario prendere consiste nel preparare al meglio gli impasti e le creme da usare per riempire i contenitori. Le attuali stampanti alimentari non prevedono infatti modalità per la preparazione automatica degli impasti a partire dagli ingredienti di base.

La cottura, laddove necessaria, andrà effettuata, a seconda del dolce che si è deciso di preparare, sfruttando il forno, la friggitrice ad aria, il forno a microonde o il fornello.

Come funziona la stampante 3D per uso alimentare

Dopo aver riempito i contenitori e avviato il processo di stampa, la stampante, comunicando in modalità wireless con il computer o lo smartphone, riceverà i dati per la creazione del dolce o della decorazione.

Gli ingredienti usciranno dai beccucci, molto simili a siringhe da pasticcere, e verranno depositati sul piano di lavoro oppure sulla superficie del dolce che si desidera decorare, uno strato alla volta. A seconda del modello scelto, si potranno modificare lo spessore degli strati, la velocità di erogazione, la temperatura dei beccucci e del piatto; alcuni modelli dispongono anche di una modalità laser per la solidificazione degli ingredienti.

A cosa serve la stampante alimentare per dolci e pasticceria

La stampante alimentare è una grande alleata per la realizzazione di dolci e pasticcini dal design originale. Con questo dispositivo si possono creare piatti, anche salati, o decorazioni che neanche il pasticcere più esperto sarebbe in grado di preparare. Grazie al deposito degli ingredienti strato dopo strato, la stampante alimentare permette di alternare gli ingredienti in modi insoliti, magari realizzando disegni o scritte nascosti all'interno del dolce, così da farli scoprire solo dopo il taglio delle prime fette.

I più creativi potranno sbizzarrirsi creando design futuristici o tradizionali, nonché giocando con i sapori. Dalle sculture di cioccolata o di zucchero alle decorazioni sulle torte di compleanno, gli unici limiti saranno la fantasia e la capacità di utilizzare al meglio un software di progettazione. Eh sì, perché l'arte pasticcera, con l'avvento della stampante alimentare 3D, trasformerà anche le competenze che dovranno possedere i pasticceri di domani o i loro aiutanti.

Alla manualità e alla perfetta conoscenza dei sapori dovrà essere aggiunta la capacità di progettare il dolce al computer, lavorando sull'aspetto e sulla successione degli ingredienti.

Pro e contro della stampante alimentare per dolci e pasticceria

I vantaggi offerti da questo elettrodomestico da cucina di ultima generazione sono numerosi. Quello che salta per primo agli occhi riguarda la semplicità con cui è possibile creare dolci sofisticati in poco tempo, partendo da un file già pronto. Questo aspetto rende la stampante alimentare per dolci un dispositivo perfetto non solo per i professionisti del settore, i quali avranno modo di proporre ai propri clienti prodotti impeccabili, preparati anche davanti ai loro occhi, ma anche per chi, pur non sapendo cucinare, vuole fare bella figura con amici e parenti, oppure desidera semplicemente gustare un dolce un po' speciale preparato sul momento.

Un altro vantaggio è dato dalla possibilità di personalizzare le ricette in modo facile, semplicemente modificando la composizione degli impasti e delle creme, così da adattare ogni dolce alla persona che lo gusterà. Questo aspetto rende la stampante 3D ideale anche per la preparazione istantanea di prodotti di pasticceria per persone con particolari allergie o intolleranze. Naturalmente in questo caso è importante utilizzare cartucce che non sono entrate in contatto con l'ingrediente a cui il soggetto è allergico, per evitare contaminazioni che potrebbero risultare pericolose.

La personalizzazione non riguarda solo gli ingredienti, ma anche l'aspetto, ad esempio di una decorazione che richiede una scritta personalizzata. I software in dotazione permettono, a seconda dei modelli, di realizzare anche scritte che ricordano quella a mano.

La precisione del processo digitalizzato e la possibilità di utilizzare ingredienti freschi rende la stampante alimentare perfetta per combattere lo spreco alimentare; porzioni calibrate ad hoc, aspetto sempre perfetto, qualità degli ingredienti, possibilità di preparare il dolce sul momento, sono tutti aspetti che riducono il rischio di dover buttare il cibo.

E i contro?

Difficile trovare dei contro alla stampante alimentare. L’unico riguarda il fatto che la digitalizzazione e l'automazione dei processi di produzione dolciaria potrebbe scontrarsi con il piacere di creare i dolci a mano e oscurare il talento di chef e pasticceri.

In realtà, la stampante si pone come un accessorio che, ben lungi dal sostituire l'arte pasticcera, vuole affiancarla per rendere più rapidi i processi di produzione, anche attraverso la stampa continua, e per dare una mano a chi non sa cucinare, ma vorrebbe gustare pietanze sane, preparate sul momento.

Al momento attuale, tra gli aspetti negativi possiamo includere anche il prezzo; le stampanti 3D costano ancora tanto, ma con lo sviluppo della tecnologia e la creazione di macchinari sempre più efficienti e adatti a una distribuzione di massa, i prezzi potranno abbassarsi, come è capitato con altri elettrodomestici e dispositivi tecnologici nel corso del tempo.
Photo by: Printmyfood

Licenza di distribuzione:
Photo credits: Printmyfood
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Freeonline
Responsabile account:
Diana Cecchi (Capo redattore)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 363360