Home articoli Varie Articolo

Come garantirsi l'acqua dolce con i pozzi artesiani

In molte aree l’acqua scarseggia perciò è importante farne un uso ponderato e consapevole. Il valore dell’acqua e la grande fortuna di chi possiede un pozzo da cui prelevarla stanno diventando valori importanti, per cui è bene valutare l'opportunità di far realizzare un pozzo artesiano sul proprio terreno.
del 01/06/22 -

Quali sono i modi per potersi approvvigionare di acqua dolce?

L’acqua è un bene universale, senza il quale non potremmo vivere.
Di conseguenza, la nostra società si è organizzata per gestire al meglio le risorse idriche e garantirne l’accesso a tutti i cittadini.
Tutti noi usufruiamo dell’acqua che ci viene fornita dall’acquedotto del nostro Comune, a fronte del pagamento di un canone, ma ci sono situazioni in cui è possibile procurarsi l’acqua in autonomia.
Infatti, la Legge consente ai possessori di un terreno o agli utilizzatori dello stesso, di poter realizzare un pozzo artesiano, attraverso il quale intercettare una falda d’acqua dolce che si può sfruttare in modo gratuito.

Qual è il vero valore dell’acqua in questi tempi di cambiamento climatico?

L’innalzamento delle temperature e i disordini climatici hanno messo in luce quanto siano preziose le risorse del nostro pianeta, a cominciare dall’acqua.
I periodi di siccità sono sempre più lunghi e frequenti, e non colpiscono più solo latitudini vicine all’Equatore ma anche zone come la nostra, dal clima temperato.
In molte aree l’acqua scarseggia perciò è importante farne un uso ponderato e consapevole.
Date queste premesse, si coglie appieno il valore dell’acqua e la grande fortuna di chi possiede un pozzo da cui prelevarla.

Come funziona la realizzazione di un pozzo sul proprio terreno?

Per individuare il punto preciso in cui scavare, un tempo ci si affidava a metodi piuttosto empirici e ai cosiddetti rabdomanti, che si riteneva fossero in grado di percepire il flusso dell’acqua sotterranea.
Qualche volta indovinavano ma, in caso negativo, si finiva con l’aver perso del tempo e sprecato le energie degli uomini impiegati nello scavo.
Al giorno d’oggi le cose sono cambiate parecchio, possiamo accorgercene visitando il sito https://valentipozzi.it di Valenti Pozzi, un’azienda che si occupa di perforazione pozzi artesiani a Bologna.
I pozzi vengono scavati con mezzi meccanici molto precisi ed efficienti e i lavori vengono avviati solo dopo un attento esame del terreno, al fine di individuare il punto esatto in cui passa la falda acquifera.
Ed è possibile procedere su terreni di diversa natura, sabbiosi, argillosi o ghiaiosi, per esempio.

Inoltre, per garantire interventi adeguati ed evitare che si possano verifica re situazioni di pericolo, gli addetti ai lavori sono tenuti a possedere un regolare patentino, che li autorizza a perforare.
Non appena viene intercettata, l’acqua della falda affiora in maniera spontanea ed è prelevabile per il consumo domestico, per innaffiare il giardino o l’orto, e per dare da bere agli animali, in caso si tratti di un terreno agricolo.

A conti fatti, potendo disporre di quest’acqua gratuitamente, ci si assicura un bel risparmio economico.
Quali autorizzazioni servono per poter scavare un pozzo artesiano?
Prima di realizzare un pozzo artesiano bisogna informarsi con attenzione su quali siano le regole stabilite per questo genere di interventi.

La legge dello Stato non è esaustiva, si occupa solo di sancire la gratuità dell’acqua prelevata dal suolo da parte del proprietario e la necessità di rispettare determinate distanze da tubi preesistenti e confini territoriali ma non entra nel merito dei dettagli.

Per questi vengono incaricate le Regioni, che dettano un proprio regolamento.

Quindi, per scavare un pozzo senza contravvenire alla Legge, occorre conoscere le indicazioni stabilite dalla propria regione.
Dopodiché, è opportuno controllare che non sussistano vincoli di tipo idrogeologico sul terreno, rivolgendosi all’ufficio tecnico del Comune.

Al Comune va comunicato l’inizio dei lavori, allegando a questa denuncia la planimetria dell’area e la copia dell’atto di proprietà del terreno.
Invece, l’impresa incaricata dello scavo deve fornire una dichiarazione di avvenuta perforazione, specificando le caratteristiche del terreno e il tipo di pozzo realizzato.
Ciò a cui viene data particolare importanza è il principio secondo cui la realizzazione del pozzo deve essere condotta a regola d’arte.
Ecco perché è fondamentale affidarla solo a veri professionisti del settore.



Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Paolo Bianchi
Responsabile account:
Paolo Bianchi (Responsabile pubblicazioni)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 361246