Carta da parati in tessuto non tessuto: descrizione, vantaggi e svantaggi

Se quando pensi alla carta da parati ti viene in mente solo la classica cellulosa o l’ancor più antico tessuto, tra cui raso e seta, ti sbagli di grosso. Oggi, infatti, sul mercato è possibile trovare una grandissima varietà di carta da parati, tutte realizzate con materiali innovativi e in grado di seguire i recenti trend in tema di interior design.
del 16/05/22 -

Se quando pensi alla carta da parati ti viene in mente solo la classica cellulosa o l’ancor più antico tessuto, tra cui raso e seta, ti sbagli di grosso. Oggi, infatti, sul mercato è possibile trovare una grandissima varietà di carta da parati, tutte realizzate con materiali innovativi e in grado di seguire i recenti trend in tema di interior design.

Al punto che, oggi, quello che il mercato offre è un vero e proprio caleidoscopio di proposte, tra colori, stampe e materiali, sempre diversi. Per questo motivo, e per essere sicuri di scegliere sempre il meglio, è importante potersi affidare all’esperienza e alla conoscenza degli esperti: noi di Galfetti Astore siamo attivi dal 1961 nei settori di pittura, intonacatura, isolamento e tecniche decorative con la combinazione vincente della nostra maestria artigianale con la nostra vasta gamma di prodotti che copre completamente le esigenze dei clienti. Testiamo costantemente prodotti, materiali e dispositivi nuovi e sostenibili e applichiamo tecniche moderne. E, grazie alle dimensioni della nostra azienda, siamo in grado di accettare ed eseguire subito importanti ristrutturazioni o nuove costruzioni nonché commesse a breve termine.

In questo articolo ci focalizzeremo sulla carta da parati in tessuto non tessuto, vedendo insieme quali sono le sue peculiarità, quali i vantaggi e quali gli svantaggi: iniziamo, dunque, questo viaggio alla scoperta della carta da parati più presente sul mercato.

Carta da parati in tessuto non tessuto: descrizione
A descrivere la carta da parati in tessuto non tessuto ci pensa la definizione stessa: si tratta infatti, anche genericamente, di un prodotto di manifattura industriale con caratteristiche estetiche che ricordano un tessuto, ma che è realizzato con un processo differente dalla tessitura. Tale prodotto è infatti ricavato con un metodo di lavorazione della carta che prevede l’impiego di resine e fibre sintetiche, come il poliestere.
Carta da parati in tessuto non tessuto: vantaggi e svantaggi
Partiamo dai vantaggi. In primo luogo, è facile da installare: non è più necessario utilizzare un adesivo al suo retro, e la sua posa è più che veloce. Inoltre, lo sfondo non si strappa perché è un materiale molto solido. Ha poi una buona resistenza alla luce, che significa che i colori non saranno nel tempo rovinati o scoloriti dal sole, è facile da pulire (bastano un panno umido, una spugna o una spazzola morbida) e anche da rimuovere.

Tuttavia, non mancano gli svantaggi: la carta da parati in tessuto non tessuto, infatti, non è in grado di garantire agli spazi in cui viene applicata un buon isolamento acustico, e, allo stesso tempo, ha bassa resistenza alle macchie più scure. Questo significa che se le tue pareti hanno dei decori più scuri del colore della carta scelta, è necessario ridipingere le proprie pareti prima.



Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Indo Consulting
Responsabile account:
Serena Laterza (Seo Specialist)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 358533