Home articoli Turismo Articolo

Amazonas: 5 incredibili attrazioni turistiche nella regione più verde del Perù

Dall'impressionante Cascata Gocta al Sarcofago di Karajía, dal Canyon Sonche alla Cascata Yumbilla: il lato più selvaggio del Perù vi aspetta
del 27/07/22 -

Non tutti sanno che in Perù esiste una regione che prende il nome proprio dal territorio che più la caratterizza: l’Amazzonia. Amazonas è infatti il nome di una splendida regione settentrionale che ospita meraviglie naturali, culturali e archeologiche che riescono a garantire un variegato mix di attrazioni turistiche molto diverse tra loro, eppure ugualmente suggestive.
Amazonas occupa un posto molto speciale all'interno dell'Amazzonia peruviana in quanto si trova tra verdi montagne ed è circondata da foreste nebulose: una destinazione eccezionale che ospita il verde caratteristico della giungla peruviana e l'imponente catena montuosa delle Ande. Un viaggio nella regione Amazonas avrà anche una valenza sociale: la maggior parte delle esperienze sono gestite dalle comunità locali e, scegliendole, si contribuirà direttamente allo sviluppo delle imprese turistiche locali e delle popolazioni che vivono e amano questa regione. Avventuratevi fino all’imponente cascata di Yumbilla, stupitevi con gli enigmatici Sarcofagi di Karajía e ammirate i magici paesaggi del Canyon Sonche, e questo sarà solo l’inizio.

Yumbilla, una delle cascate più alte del mondo
La sua bellezza lascia a bocca aperta chiunque la visiti! Con i suoi quasi 900 metri di altezza, è una delle cascate più alte del mondo. Questa meraviglia della natura ospita specie come il gallo di roccia, il tucano delle Ande, il colibrì dalla coda a spatola e altre ancora. Alla cascata di Yumbilla è possibile fare trekking, canyoning, birdwatching, osservare la flora e la fauna dei dintorni e scattare foto della spettacolare cascata.

Karajía: il modello funerario a sarcofago più rappresentativo della cultura Chachapoya
Karajía si trova a 2700 m s.l.m., sulla riva destra della gola di Solmal, non lontano dal villaggio di Cruzpata. All’interno dei sarcofagi di Karajía si trovano monumentali tombe antropomorfe - chiamate anche purunmachos - che sorvegliano la zona dall'alto delle montagne. Dichiarati Patrimonio Culturale della Nazione nel 2003, questi resti rappresentano il modello funerario a sarcofago più rappresentativo della cultura Chachapoya, unico in Perù.

Canyon di Sonche: un tesoro poco esplorato
Con una profondità di quasi 1 km, questo Canyon è il luogo ideale per godere di una splendida vista sul fiume Sonche e sui suoi dintorni. Situato 7,5 km a nord della città di Chachapoyas in direzione Huancas, dal suo promontorio è possibile ammirare il panorama vario e frastagliato delle Ande amazzoniche da un punto di vista privilegiato: affacciarsi su questo abisso formato dal passaggio del fiume nel silenzio di una natura ancora intatta e incontaminata è un’esperienza che rimane impressa nel cuore.

Un viaggio nella storia e nella geologia: la Caverna di Quiocta
Nel distretto di Lámud, a 2793 m s.l.m. e a circa 1 ora e 30 minuti di auto da Chachapoyas, si trova uno splendido segreto custodito nella foresta più profonda. La Caverna di Quiocta ha la particolarità di svilupparsi quasi interamente in orizzontale: con un dislivello di circa 23 metri, la grotta si estende per un totale di 545 metri. Entrare in questa caverna è un vero e proprio viaggio nella storia e nella geologia!

La maestosa Cascata di Gocta
Un'altra grande attrazione turistica di questa regione è l'impressionante cascata Gocta. Semplicemente maestosa, con i suoi 700 metri di altezza è una delle cascate più alte del mondo e molti visitatori la raggiungono non solo per godersi il panorama impareggiabile, ma anche e soprattutto per entrare in contatto con la natura e la grande biodiversità che abita i suoi dintorni.
Per raggiungere la cascata Gocta si parte da Chachapoyas per Cocachimba in auto, un viaggio che dura circa un'ora. Una volta arrivati a Cocachimba, inizia l'escursione alla cascata, percorribile interamente a piedi (ma è possibile fare la prima metà del sentiero a cavallo). Quest’ultima dura circa 5 ore ma garantisce panorami memorabili sulla vegetazione e l’ambiente circostante.

Photo by: Promperu

Licenza di distribuzione:
Photo credits: Promperu
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Global Tourist
Responsabile account:
Jennifer Malaga (impiegata)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere
Stampa ID: 364052