Come ottenere oggetti gratis tramite Facebook

Sapevi che molte persone regalano oggetti tramite Facebook ed abitano proprio a due passi da te? Bene, vi raccontiamo la nostra storia per farla diventare pure la vostra.

Copertina

Chiunque naviga su Internet conosce la grande opportunità che viene offerta da siti di annunci gratuiti per acquistare o vendere oggetti usati. Tra i più famosi Subito.it, Kijiji di eBayaltri ancora. Ma quando si tratta di regalare oggetti o cercare qualcosa che ti venga regalato, come fare? Per rispondere a questa domanda voglio utilizzare la mia esperienza personale...

Subito dopo il matrimonio, mia moglie ed io ci siamo trovati a dover affrontare un sacco di vicissitudini comuni a tutti gli esseri viventi umani di questo pianeta ma noi le abbiamo affrontate in modo iperconcentrato. Tralasciando i dettagli per non annoiare, la risultante è stata ritrovarsi con diversi oggetti, dai piccoli ai grandi “ingombranti”, da far sparire (in casa, o loro o noi). Per quelli più di valore ed appetibili, abbiamo chiaramente battuto la strada degli 
annunci in vendita, varie cose le abbiamo vendute, altre no, altre ancora non ci abbiamo nemmeno provato. Restava il problema. Si trattava di oggetti validi, un vero peccato ritrovarsi a doverli buttare. 
Avrebbero potuto fare comodo a molti. Che fare?

Decidiamo di sentire amici e parenti. Abbiamo postato sulle nostre pagine Facebook personali, ma niente. In tal caso è più difficile regalare che vendere alle persone più o meno vicine, soprattutto se in modalità “pubblica”. Difatti molti si vergognano (credo) a farsi avanti e dire “si, se lo regali interessa a me”. Faccia a faccia, secondo come viene posta la cosa, magari ha esito diverso ma pubblicamente non si fa avanti nessuno, quasi mai.

Ancora resta il problema. Devo liberare casa. Non voglio buttare via cose buone. Non voglio tenerle in un angolo a marcire.

I GRUPPI DI FACEBOOK

Tutti, o quasi, “siamo su Facebook” e tutti o quasi conosciamo l'esistenza dei gruppi di Facebook, quelle community aperte o previa accettazione che nascono intorno a interessi tematici o per rispondere ad esigenze, come nel nostro caso. Chiaramente ne conoscevo l'esistenza, ma non avevo afferrato quanto in questo caso specifico potessero essere efficienti, veloci, pratici... utili. Sia per noi che per chi avesse ricevuto i nostri oggetti, gratis!

La grande utilità dei suddetti gruppi è data dal fatto che generalmente sono geo-localizzati, spesso tematici, moderati (anche con l'aiuto della community stessa), gratuiti, interattivi e con le altre peculiarità di Facebook... non ultima la possibilità di spiare sui profili di chi si mette in coda per un oggetto o viceversa. E' bello fidarsi, ma non fidarsi troppo è ancora meglio.

Partita la nostra frenetica attività. Confessiamo difatti che vendere ma anche regalare oggetti porta via tempo e serve impegno. Ma anche per smaltire una TV a tubo catodico, una lavatrice, un armadio ecc. ecc...

Bisogna scattare le foto, scrivere il nostro bel post, contattare in privato chi si è messo in coda, spiegare dove si trova l'oggetto, trovare orari adatti ad entrambe le parti, incontrare la persona, consegnare l'oggetto.

A vostro favore avrete comunque molto... tra i benefit citiamo:

  • il valore sociale del vostro gesto;
  • il breve tempo con cui piazzi gli oggetti;
  • avrai qualcuno che comunque ti viene a sgomberare gratis, un pezzo per volta ma gratis; 
  • conoscerai persone nuove, scarterai quelle negative ma le belle  persone che incontrerai potrebbero da sole valere il prezzo.
  • conoscendo persone ti crei opportunità. Regalando un piccolo oggetto ad una ragazza, le abbiamo poi potuto vendere una cameretta, un divano ed una scrivania.


COME TROVARE I GRUPPI GIUSTI

Basta cercare con il motore di Facebook utilizzando paroline magiche come: “Regalo”, “Cerco” e simili. Spulciare un poco il gruppo, vedere quanti iscritti ha, se non è pieno di pubblicità commerciale (in tal caso significa che non è correttamente moderato), la frequenza dei post pubblicati, le consegne portate a termine… Poi ci sono i gruppi tematici, dove trovi di tutto, per fare esempi ci sono gruppi legati al mondo della nautica, per chi cerca ed offre biciclette, per le case, per gli affitti ecc. ecc.

Noi abitiamo a Pisa. Ma nonostante la nostra città sia piuttosto piccola, i gruppi rivolti allo scambio, ricerca e regalo di oggetti sulla zona, sono molti.
Come esempio voglio segnalare il gruppo gestito da mia moglie, insieme a due amiche, che si discosta per finalità, almeno in parte, dagli altri:

Lo regalo, vieni a prenderlo - Rete solidale Pisa e provincia

E qui, lascio la parola a Diana Millan, una delle amministratrici e fondatrici del gruppo che vi spiegherà perché è un pò “diverso”.

“Questo gruppo nasce dalla volontà e dedizione, dall’idea e dal sogno di una persona straordinaria, Milly Rossi, che ha appunto il desiderio di creare qualcosa di diverso dal solito gruppo di regalo. Senza nulla togliere agli altri, che restano pur sempre validi strumenti, l’idea che contraddistingue il gruppo è quella, come recita il nome stesso esplicitandola, di creare una rete di persone che, per esempio, in caso di bisogno di oggetti di primaria necessità, si attivi riuscendo così ad aiutare concretamente. Il gruppo è neonato, conta poco più di due mesi di vita e Milly, nel suo bel progetto, ha coinvolto me e Lisa Caccavale, altra splendida persona. Non sono soltanto le finalità del gruppo ad essere differenti da quelle di molti gruppi di regalo ma anche la sua gestione e moderazione. Molti gruppi di questa tipologia, infatti, non presentano un regolamento che si preoccupi di tutelare sia il regalante, colui che offre il dono, sia il destinatario che lo riceve, creando spesso situazioni in cui gli accaparratori seriali finiscono per beneficiarne in quanto non c’è, da parte degli amministratori, la volontà e l’impegno di supervisionare le varie situazioni di difficoltà che si possono presentare. Da noi troverete attenzione alle esigenze di tutti, chiarezza nell’assegnazione e monitoraggio nel ritiro, gentilezza e disponibilità nel cercare di prestare aiuto dove c’è bisogno."

Queste seguenti sono le parole di Milly piene del suo/nostro entusiasmo!

“Circa due mesi fa, insieme a due amiche, abbiamo creato un gruppo che sembrerebbe un gruppo regalo come tanti. Ma non lo è: è una RETE SOLIDALE, una rete fatta da PERSONE PER LE PERSONE, una rete in cui cerchiamo di donare delle cose a chi realmente ha bisogno. Certo è difficile, Internet è pieno di accaparratori seriali ma noi ci proviamo, cercando appunto di conoscere le PERSONE. Tutti possono dare e ricevere, assolutamente tutti e tutti possono chiedere aiuto. LA RETE SI ATTIVA E FA COSE BELLISSIME.
Noi ci siamo fermati quando siamo entrati in zona rossa. L'unico gruppo ad averlo fatto. PRIMA LE PERSONE E LA LORO SICUREZZA. Adesso la rete si sta lentamente riattivando nel rispetto totale del DPCM. Ma una rete per funzionare deve essere grande... come grande deve essere il  
♥️ delle persone… Grazie a chi vorrà aderire”

Aiutateci a far crescere questa bella iniziativa!

Vieni a conoscere il gruppo su:
https://www.facebook.com/groups/loregalovieniaprenderlopisa

Pubblicato il 06/12/2020
POTREBBERO INTERESSARTI