La briscola: le regole ed il gioco gratis

Risorse correlate
Giochi classici
Giochi di carte
Solitari
Testi simili in...
Giochi
Tempo libero

Il gioco della Briscola, la storia, le regole i segni convenzionali, il gioco gratis, online e senza registrazione.

Copertina

Come tutti i giochi antichi (si parla di fine Cinquecento), l'origine della Briscola è controversa. La versione più accreditata racconta che una prima versione del gioco sia nata nei Paesi Bassi ma era un gioco praticamente diverso da quello che conosciamo noi. I francesi invece hanno un incidenza più rilevante se pensiamo al gioco che conosciamo noi, lo testimonia la parola francese “Brisque” (dalla quale Briscola pare derivare) che letteralmente significa "gallone"; in passato i galloni erano i gradi indossati sull'uniforme dai soldati francesi più anziani che amavano passare il tempo, appunto, giocando a Briscola.
Gli italiani però hanno un ruolo fondamentale per l'evoluzione e per la diffusione della Briscola.

La Briscola Classica

Diverse sono le varianti della Briscola, ma la più conosciuta e giocata la possiamo definire “classica” e ci concentriamo su quella.

Le regole

  • Si gioca in 2, 4 o 6 giocatori
  • Mazzo da 40 carte
  • 120 punti totali disponibili, vince chi arriva a 61 (a 60 è patta)

Il punteggio delle carte è il seguente:

Carichi:
ASSO (A) vale 11 punti
TRE vale 10 punti

Figure:
RE (K,10) vale 4 punti
CAVALLO (Q, Donna, 9, Ciuccio) vale 3 punti
FANTE (J, 8) vale 2 punti

Lisci:
7, 6, 5, 4 e 2 valgono zero punti

Le Mani

Partendo dal giocatore a destra del mazziere e continuando in senso antiorario, ogni giocatore calerà la carta che riterrà più opportuna, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti da solo o nel gioco di coppia o di gruppo.

L'aggiudicazione della mano avviene secondo regole molto semplici:

- il primo giocatore di mano determina il seme di mano calando la sua carta, detta dominante, e virtualmente è il vincitore temporaneo della mano;
- la mano può essere temporaneamente aggiudicata ad un altro giocatore se questi posa una carta del seme di mano con valore di presa maggiore (si dice che il giocatore ha "strozzato" la dominante), oppure giocando una qualsiasi carta del seme di briscola, anche con valore di presa inferiore rispetto alla carta dominante. Bisogna sottolineare che non vi è obbligo di risposta al seme della dominante.
- Alla fine la mano è vinta dal giocatore che ha calato la carta di briscola col valore di presa maggiore o, in mancanza di questa, dal giocatore che ha calato la carta del seme di mano con il valore di presa maggiore. Se nessuno ha strozzato la dominante e se nessuno ha giocato una briscola, la mano è vinta dal primo giocatore di mano. Si tenga presente che il seme di mano, essendo determinato di volta in volta dalla prima carta giocata nella mano, può anche incidentalmente coincidere col seme di briscola; in questo caso la mano se la aggiudica o il primo di mano o colui che strozza giocando la briscola maggiore.

- Il giocatore che vince la mano prende tutte le carte poste sul tavolo e le ripone coperte davanti a sé; in seguito sarà il primo a prendere la prima carta dal tallone, seguìto da tutti gli altri sempre in senso antiorario e sarà il primo ad aprire la mano successiva e quindi a decidere il nuovo seme di mano.

Segni convenzionali

Quando si gioca in coppie, una caratteristica della briscola è l'uso di segni convenzionali tra compagni di squadra, effettuati in modo furtivo in modo da non farsi vedere dagli avversari. Tra questi segni, i più conosciuti sono i seguenti:

Asso di Briscola: labbra chiuse in fuori (quasi a lanciare un bacino), strizzatina d'occhio;

Tre di Briscola: lieve deformazione della bocca;

Re di Briscola: occhi al cielo;

Regina di Briscola: alzata di spalla;

Fante di Briscola: punta della lingua fuori dalle labbra, all'angolo della bocca;

7, 6, 5, 4 e 2 di Briscola: pollice ed indice sfregati velocemente tra loro;

Carichi (Asso o Tre) non di Briscola: rapida apertura delle labbra, rigonfiamento guance;

Assenza di briscole: soffio.

In base alle zone dove si gioca questa regola può variare, ma generalmente alla prima e all'ultima mano non si può parlare o fare segni.

Nell'ultima mano generalmente è permesso scambiarsi le carte tra i giocatori della stessa squadra per prenderne visione e concordare le prossime mosse. Inoltre nell'ultima mano è possibile guardare il proprio pozzo diversamente dal resto della partita.

Il gioco online, gratis

Se vi abbiamo fatto venire voglia di fare un partitina, sappiate che potete farlo all'interno della nostra sala giochi. Il gioco che trovate è gratis e non richiede registrazione. Non dovete scaricare niente, giocate direttamente dal browser di navigazione. In questa versione non si può giocare da mobile.

- Vai al gioco

SITI CORRELATI CONSIGLIATI

Giochi con le carte Freeonline
La categoria della sala giochi di Freeonline totalmente dedicate ai giochi di carte virtuali. Tutti gratuiti potrai trovare un sacco di versioni di solitari, freecell, spider, ma anche poker, blackjack, klondike ed altri....
URL: http://www.freeonline.org/giochi/categoria-giochi.htm?categoria=Carte

Briscola.it
Tutto quello che c'è da sapere sulla popolare gioco di carte: la storia, le regole, le varianti del gioco, ecc. La Briscola è un gioco nato in Olanda verso la fine del '500 che fu però portato in Italia dai francesi. Dalle sue origini ad oggi ha subito variazioni tali da essere ormai considerato quasi un gioco dalle origini italiane. ...
URL: http://www.briscola.it/

RISORSE ESTERNE
Per maggiori dettagli sulle regole e sulla varianti della Briscola, potete fare riferimento a questa pagina su Wikipedia.

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Briscola