Estate 2012, senza vacanze per 1 italiano su 5

Risorse correlate
Alberghi
Bed and Breakfast
Agriturismo
Beauty Farm
Campeggi
Last Minute
Testi simili in...
Viaggi e Vacanze

I risultati del sondaggio realizzato da PromoQui.it: molti andranno via una sola settimana. Anche al mare o in montagna, il comportamento di acquisto rimane orientato al risparmio e alla caccia delle promozioni.

Copertina La crisi economica colpisce a fondo anche le vacanze: un italiano su cinque non le farà, perché non può permetterselo. Uno su quattro ne ridurrà la durata: per il 40% il tempo della vacanza sarà solo più di una sola settimana. Il 16% si porta dietro tutto il contante che gli serve. E se d’estate si spende in genere di più per ristoranti e svago, praticamente tutti (91%) nei loro comportamenti d’acquisto continuano a fare attenzione ai prezzi e alle promozioni.

E' quanto emerge dal sondaggio realizzato da PromoQui.it - il motore di ricerca per offerte e volantini, disponibili in tempo reale su tutto il territorio italiano e utilizzabile sia su internet che tramite smartphone – tra i suoi oltre 200mila utenti registrati.

Che si farà quest’estate è chiaro alla maggioranza delle persone: quasi il 19% ha già deciso che quest’anno non andrà in vacanza (ben il 76%, infatti, quest’anno non può permetterselo e un altro 10% preferisce risparmiare quei soldi) e il 37% ci andrà invece di sicuro. E poi ci sono gli altri, gli indecisi (il 44%) che non sanno ancora cosa fare.

- "Il solito periodo di vacanza": solo per pochi…

La durata del periodo di vacanze rimane quella solita per il 43% del campione: significa che quasi uno su tre continuerà a farsi due settimane di vacanze e il 27% una settimana. Il 12% andrà via come al solito per tre settimane e un altro 13% per un mese o più. Circa il 5% si prenderà come sempre pochi giorni o farà per lo più gite giornaliere, al mare o in montagna; un altro 10% farà pochi giorni perché preferisce frazionarle durante tutto l’anno.

Per il restante 57% invece, l’estate, ritmi climatici a parte, non è più la stessa. In che modo cambia? Il 19% preferisce dilazionare le vacanze anche in altri periodi, l’estate insomma non è più il periodo elettivo; il 16% farà gite giornaliere o non andrà da nessuna parte; un fortunato 10% riuscirà a programmare in realtà un periodo di vacanza più lungo rispetto al passato ma per il 55% di chi ha risposto, le vacanze saranno più brevi del solito.

- Vince il fai-da-te nell'organizzazione, ma in ogni caso si guarda sempre di più al risparmio

Come si scelgono e organizzano le vacanze? La modalità più gettonata è il “fai-da-te” (scelta dal 53%), perché garantisce un buon livello di risparmio. Il 17% segue le proposte e offerte dei siti on line di viaggi e vacanze, per garantirsi quelle migliori. Il 14% aspetta di vedere quali saranno le proposte di viaggio, soggiorni, crociere, affitto di residence offerti a prezzi scontatissimi tramite coupon dai vari Groupon, Groupalia, LetsBonus ecc. Un altro 13% rimane fedele alle agenzie di viaggio tradizionali, perché offrono un servizio sicuro e professionale. Il residuale 3% fa riferimento alle inserzioni pubblicate sui giornali o sulle varie bacheche di annunci on line.

- Oculatezza in primo piano: si fa con quel che c’è. Budget di previsione e spese concrete

In termini di budget, concretezza e realismo quest’anno la fanno da padroni: il 95% pianifica le vacanze contando sulle reali disponibilità economiche presenti. Il 3% chiederà un aiuto economico ai propri genitori o familiari; il restante 2% è composto prevalentemente da chi sceglierà formule che consentano un pagamento a rate o un prestito in banca. Che quest’anno si vada o meno, la vacanza ideale nell’immaginario collettivo non è necessariamente spendacciona: solo per il 16% “si spende quel che si deve” senza alcuna restrizione, perché almeno in vacanza l’importante è divertirsi e stare bene; per l’84% invece si può fare una bella vacanza anche facendo attenzione a come e per che cosa si usano i propri soldi.

E infatti, per comprare, l’80% del campione - a meno che non si tratti proprio di un’urgenza - preferisce fare un giro per vedere quali sono i negozi e i prezzi, per poi scegliere; un altro 11% ammette di continuare a cercare le offerte e guardare i volantini disponibili nel posto in cui si trova, utilizzando sia servizi on line o disponibili su tablet e smartphone, come PromoQui.it, che i volantini cartacei o reclamizzati sui giornali locali. Solo il 9% afferma di entrare nel primo negozio che capita. “Anche in vacanza, insomma – osserva il dott. Wiethaus – si mantiene alto il profilo del consumatore consapevole e attento”.

- Si parte spesso con tutti i contanti "in tasca"…

Per pagare, lo strumento ancora più gettonato è il bancomat (scelto dal 41%): doppiamente utile per prelevare contanti al bisogno o pagare direttamente. La seconda opzione è la carta di credito: per il 22% è sinonimo di comodità e sicurezza mentre un altro 10% del campione la preferisce perché dà una disponibilità immediata e la possibilità di saldare almeno il mese successivo. Al terzo posto una sorpresa: il contante; il 16% del campione, infatti, preferisce portarsi dietro, in banconote, tutto quello che pensa gli servirà. Resta infine un 10% che sceglie la carta prepagata, uno strumento che unisce i vantaggi della carta di credito con la possibilità di controllare a priori i livelli di spesa e l’1% che preferisce i travel cheque, quando si muove all’estero.
“Il collegamento con l’offerta, in questo caso, è più evidente. – commenta il dott. Constantin Wiethaus, amministratore delegato di PromoQui - Quello che in generale notiamo dai contatti con i nostri utenti è una maggiore attenzione al prezzo e al tempo stesso alla qualità. C’è più consapevolezza nei comportamenti di acquisto, qualunque sia il bene che serve. Anche grazie ad una maggiore informazione resa disponibile da servizi come PromoQui.it, i consumatori hanno una visione più corretta e più ampia di quello che offre il mercato e quindi possono scegliere meglio, decidendo di acquistare anche quando è più conveniente”.

Al sondaggio di PromoQui.it hanno partecipato 1446 persone (79% donne, 21% uomini).

SITI CORRELATI CONSIGLIATI

Lastminute.com
Sito interamente dedicato alle vacanze senza progetti, per chi vuole risparmiare e partire all'ultimo minuto (last minute). Lastminute.com si propone di diventare leader europeo nel turismo on line grazie ad un'offerta di soluzioni e ispirazioni ad alto valore aggiunto per rendere speciale il tempo libero dei propri utenti fino all'ultimo minuto. Più di 1.000.000 di ...
URL: https://www.it.lastminute.com/

Last Minute Click
Crociere e offerte viaggi lastminute! Si tratta chiaramente di un portale totalmente pensato per chi cerca offerte last minute, ovvero dell'ultimo minuto con l'intento ovviamente di risparmiare. Subito sulla home del sito trovi le Top10 lastminute, oppure con l'apposito strumento puoi effettuare la ricerca specifica per te. Oltre ai last minute sul sito trovi anche i Last ...
URL: http://www.lastminuteclick.it/

HotelsClick.com
Hotels Click: prenotazione on line di hotels ed alberghi in tutto il mondo. Hotels Click è un sistema di prenotazione di hotel che fornisce la prenotazione online di un hotel ed il booking online. Il sistema permette di prenotare un hotel, sistemazione, alloggio in qualsiasi luogo del mondo, con conferma delle prenotazione immediata. 150.000 camere prenotabili in 50 Hotel ...
URL: https://www.hotelsclick.com/it/

Edreams

Propone servizi interessanti e concorsi. Per quest'ultimi richiede una registrazione preventiva, comunque gratuita. Su eDreams si possono si acquistare pacchetti vacanza e viaggi last minute, prenotare voli aerei, soggiorni in albergo, crociere, affittare case e noleggiare auto. eDreams è tra i siti Internet leader in Italia nella vendita di viaggi e vacanze ...
URL: http://clk.tradedoubler.com/click?p=17269&a=404888&g=0

Pubblicato il 22/06/2012
POTREBBERO INTERESSARTI