Innovare l’assistenza alla persona: SafeCare24

Risorse correlate
Terza Età
Per la Famiglia
Disabilità
Assistenza Sociale
Testi simili in...
Societa' e Cultura

Con questa nuova piattaforma del web potete dire addio allo stress a cui vi trovereste sottoposti se vi prendeste cura dei vostri cari...

Copertina

Con questa nuova piattaforma del web potete dire addio allo stress a cui vi trovereste sottoposti se vi prendeste cura dei vostri cari. Come ben sanno coloro che in passato hanno già offerto assistenza agli anziani, malati o in riabilitazione, questo compito non è certo semplice; sono numerose le difficoltà che si incontrano per fornire loro le giuste attenzioni nel quotidiano, ed è proprio per questo motivo che, nella maggior parte dei casi, diviene essenziale ricorrere a personale qualificato per queste particolari situazioni.

Arrivati a questo punto, però, ci si rende conto che la maggior parte delle strutture sanitarie non offrono servizi di assistenza a domicilio, pertanto è necessario rinchiudere l’anziano in un ospizio o in una casa di riposo e condannarlo a trascorrervi il resto dei propri giorni. Ma dalle necessità nascono le idee migliori, infatti è proprio da questo che è stata creata SafeCare24.

La nascita della start up

Giancarlo Arra, vivendo un tale contesto familiare in prima persona, è stato in grado di toccare con mano la difficoltà che si riscontra nella ricerca di una persona fidata a cui affidare i propri cari al loro domicilio, e da questa avversità ne ha tratto l’innovativa idea che ha dato origine a SafeCare24. Questa singolare start up presta servizio in tutta Italia e si avvale soltanto di personale qualificato a cui sono state già controllate tutte le precedenti referenze.

Molte volte coloro che devono ricorrere all’assistenza domiciliare si affidano al cosiddetto passaparola, senza che si occupino di verificare in maniera opportuna le referenze dei lavori svolti in precedenza dai candidati, ed è proprio per questo motivo che capita frequentemente che le persone si imbattano in personale non adeguato alle mansioni per cui è stato assunto.

Sul portale SafeCare24, quando ci si presta alla ricerca di un’assistente domiciliare, è possibile controllarne anche tutte le recensioni lasciate in precedenza dai clienti e, in questa maniera, selezionare l’operatore ritenuto più consono allo svolgimento dell’incarico.

Chi prende parte a progetto?

A dare vita a questa peculiare start up sono stati Riccardo Petelin, ingegnere informatico, e Giancarlo Arra, co-fondatore e Director of Marketing presso lo Sbarro Health Research Organization di Philadelphia, USA. Si sono poi uniti al team Antonio Giordano, esperto di fama internazionale nel campo della genetica del cancro e Direttore del Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine di Philadelphia (Stati Uniti), e Silvia Boffo, Research Assistant Professor presso il Centro di Biotecnologie della Temple University – Philadelphia (Stati Uniti).

Ambizioni?

Al momento questo nuovo progetto di assistenza alla persona è attivo in tutto il territorio italiano con oltre 24.000 specialisti che vantano un’esperienza certificata e migliaia di recensioni. A poca distanza dal lancio, a SafeCare24 sono stati riconosciuti numerosi premi e, inoltre, è stato oggetto di interesse per televisioni e stampa nazionale. Grazie a questa rapida scalata verso il successo i suoi ideatori possono permettersi di pensare in grande, questi infatti puntano a replicare tale modello su scala europea entro i prossimi due anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO QUI SOTTO