Home news Musica Comunicato

Ravenna: Il batterista Roberto Gatto ospite di Alessandro Scala per un "viaggio stellare" dall'hard bop al Nu Jazz

March 1 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il batterista, compositore e arrangiatore Roberto Gatto sarà ospite venerdì 2 marzo al Mariani Lifestyle di Alessandro Scala, nell'ambito della rassegna Venerdì in Jazz organizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Jazzlife.

Romano, sulla scena internazionale da più di 40 anni, Roberto Gatto si è esibito in tutta Europa e nel mondo con i suoi gruppi e come sideman di artisti internazionali (Chet Baker, Freddy Hubbard, Randy Brecker, Enrico Rava, Vince Mendoza, Joey Calderazzo, Steve Grossman). Oltre ad una ricerca timbrica raffinata e a una tecnica esecutiva perfetta, i gruppi a suo nome sono caratterizzati dal calore tipico della cultura Mediterranea; questo rende senza dubbio Roberto Gatto uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel mondo. E’ sicuramente il più rinomato batterista Italiano all’estero e vanta importanti partnerships con artisti del mondo del jazz e non solo.

Venerdi 2 marzo al Mariani Lifestyle di Ravenna sarà ospite di Alessandro Scala, valente sassofonista ravennate che proporrà un genere del tutto originale tratto dal suo ultimo lavoro discografico by Shema Records " Viaggio Stellare". Le sonorità proposte dal leader ricalcano un sound ispirato ai dischi Blue Note periodo anni 50/60 spaziando dall'Hard Bop fino ad arrivale alla Bossanova e al Nujazz dei nostri tempi senza tralasciare comunque la tradizione della musica jazz. Nella serata verranno proposti anche standard jazz rivisitati in chiave originale. Completano la formazione due musicisti di primo piano della scena del jazz Italiano: Nico Menci al pianoforte e Francesco Angiuli al contrabbasso.

Roberto Gatto:
Nato a Roma il 6 ottobre 1958, il suo debutto professionale risale al 1975 con il Trio di Roma (Danilo Rea, Enzo Pietropaoli) e da allora ha suonato in tutta Europa e nel mondo con i suoi gruppi e a fianco di artisti internazionali. Oltre ad una ricerca timbrica raffinata e a una tecnica esecutiva perfetta, i gruppi a suo nome sono caratterizzati dal calore tipico della cultura Mediterranea; questo rende senza dubbio Roberto Gatto uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel mondo. E’ sicuramente il più rinomato batterista Italiano all’estero e vanta importanti partnerships con artisti del mondo del jazz e non solo.

Numerose sono le sue collaborazioni come sideman: Chet Baker, Freddy Hubbard, Lester Bowie, Gato Barbieri, Kenny Wheeler, Randy Brecker, Enrico Rava, Ivan Lins, Vince Mendoza, Kurt Rosenwinkel, Joey Calderazzo, Bob Berg, Steve Lacy, Johnny Griffin, George Coleman, Dave Liebman, Phil Woods, James Moody, Steve Grossman, Lee Konitz, Barney Wilen, Ronnie Cuber, Sal Nastico, Michael Brecker, Jed Levy, George Garzone, Tony Scott, Paul Jeffrey, Bill Smith, Joe Lovano, Curtis Fuller, Kay Winding, Albert Mangeldorff, Cedar Walton, Tommy Flanagan, Kenny Kirkland, Stefano Bollani, Mal Waldron, Ben Sidran, Enrico Pieranunzi, Dave Kikosky, Franco D’Andrea, John Scofield, John Abercrombie, Billy Cobham, Bobby Hutcherson, Didier Lockwood, Richard Galliano, Christian Escoude, Joe Zawinul, Bireli Lagrene, Palle Danielsonn, Scott Colley, Eddie Gomez, Giovanni Tommaso, Paolo Damiani, Emmanuel Bex, Pat Metheny, Adam Rogers, Rita Marcotulli, Niels Henning Pedersen, Mark Turner,Lew Tabackin, Chris Potter, Mike Moreno, Dado Moroni.

Come leader ha registrato molti album: Notes, Fare, Luna, Jungle Three, Improvvisi, Sing Sing Sing, Roberto Gatto plays Rugantino, Deep, Traps, Gatto-Stefano Bollani Gershwin and more, A Tribute to Miles Davis Quintet, Omaggio al Progressive, The Music Next Door, Roberto Gatto Lysergic Band, Remebering Shelly.

Nel corso degli anni ha composto musica per il cinema, in particolare insieme a Maurizio Giammarco la colonna sonora di “Nudo di donna” per la regia di Nino Manfredi, e, in collaborazione con Battista Lena, le colonne sonore di “Mignon e Partita”, che ha ottenuto cinque David di Donatello, “Verso Sera” e “Il grande cocomero”, tutti diretti da Francesca Archibugi.

Nel 1983 è stato eletto il primo batterista Italiano dal sondaggio della rivista mensile Fare Musica. Nel 1983 e nel 1987 con il gruppo Lingomania ha vinto il referendum Top Jazz della rivista Musica Jazz nella categoria miglior gruppo. Nel 1988, 1989, 1990 è stato al primo posto della categoria batteristi dei “vostri preferiti” di Guitar Club. Nel 2007, 2009 e 2010 è stato votato come il miglior batterista dal referendum Top Jazz della rivista Musica Jazz.

Nel 1993 ha realizzato due video didattici “Batteria vol. 1 e 2”. E ‘stato il direttore artistico di Jazz in progress presso il Teatro dell’Angelo a Roma. Per oltre dodici anni ha insegnato batteria e musica d’insieme presso i seminari di Siena Jazz. Ha frequentato il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma e il Conservatorio de L’Aquila. E’ titolare della cattedra di batteria jazz al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma.

Il concerto è nell'ambito della rassegna organizzata dall'Associazione Jazzlife "Venerdì in Jazz". Per l'occasione, l'Osteria Passatelli del Mariani Lifestyle propone un menu alla carta con piatti della tradizione romagnola proposti secondo l'attenzione alle materie prime di alta qualità e ai prodotti tipici del territorio. Coperto, musica e anima €5. Prenotazione consigliata al 0544.215206 – info@mariani-ravenna.it. Ingresso dopo cena su disponibilità. Inizio concerto ore 21.30

Licenza di distribuzione:
Laura Previati
Responsabile pubblicazioni - Associazione Culturale Jazzlife
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere