Nuovo Bando Macchinari Innovativi: incentivi per le imprese delle regioni Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia

July 6 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il MISE ha pubblicato il “Nuovo Bando Macchinari Innovativi“: con Decreto direttoriale 23 giugno 2020 sono stati definiti i termini e le modalità di presentazione per accedere all’agevolazione.

L’incentivo sostiene dunque gli investimenti innovativi delle imprese delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le attività oggetto di incentivo devono essere in grado di migliorare i processi produttivi e il livello di efficienza dell’azienda.

La dotazione finanziaria complessiva per la misura è pari a 265.000.000 € dei fondi POR FESR. Sarà messa a disposizione attraverso l’apertura di 2 distinti sportelli che verranno aperti a distanza di 6 mesi fra uno e l’altro.

Beneficiari del “Nuovo Bando Macchinari Innovativi”

Possono accedere all’agevolazione per i macchinari innovativi le micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata (massimo 6). I beneficiari devono avere unità produttiva ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Necessario, inoltre, un Codice Ateco ammesso nel settore manifatturiero e dei servizi alle imprese.
Infine, le imprese non devono aver effettuato una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento nei 2 anni precedenti alla presentazione della domanda.

Tipologie di investimenti ammessi al “Nuovo Bando Macchinari Innovativi”

Le attività ammesse al bando riguardano gli investimenti innovativi in grado di:
- consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa, mediante l’utilizzo di tecnologie abilitanti Impresa 4.0;
- rendere il processo produttivo più efficiente e sostenibile, in ottica di economia circolare
Gli investimenti devono prevedere la realizzazione di una nuova unità produttiva o l’ampliamento della capacità, ovvero la diversificazione della produzione funzionale a ottenere prodotti mai fabbricati in precedenza o al cambiamento fondamentale del processo di produzione di un’unità produttiva esistente.
Le spese ammesse, successive alla presentazione della domanda, riguardano macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica (strettamente funzionali ai programmi di investimento) e programmi informatici o licenze collegati all’utilizzo dei beni materiali. I costi di leasing sono esclusi.
L’investimento minimo deve essere pari a 400.000 €, mentre la spesa massima pari a 3.000.000 €.

Agevolazione prevista dal “Nuovo Bando Macchinari Innovativi”

La misura prevede un agevolazione pari al 75% delle spese ammissibili, composta da un contributo in conto impianti e un finanziamento agevolato, in base alla dimensione dell’impresa:
Micro e piccola impresa:
- Contributo conto impianti 35%
- Finanziamento agevolato 40%
Media impresa:
- Contributo conto impianti 25%
- Finanziamento agevolato 50%
Il finanziamento agevolato, non è assistito da particolari forme di garanzia, è della durata massima di 7 anni, deve essere restituito a decorrere della data di erogazione a rete semestrali costanti posticipate, senza interessi.

Scadenza del “Nuovo Bando Macchinari Innovativi”

Sono 2 le fasi di accesso all’agevolazione per i macchinari innovativi:
- Fase 1: Compilazione della Domanda: dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020.
- Fase 2: Invio della Domanda: dalle ore 10.00 del 30 luglio 2020, fino ad esaurimento fondi.
La selezione dei progetti avverrà tramite procedura valutativa in base all’ordine cronologico giornaliero della presentazione delle domande.
Prevista l’apertura di un 2° sportello, la cui data sarà definita da un apposito Decreto.



POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cesira Guida
Marketing & Comunicazione - Gruppo Del Barba Consulting
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere