La competenza prima di tutto: ecco cosa gli italiani apprezzano in un medico

February 10 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Se è vero che quando si hanno problemi di salute l’emotività è importante, per gli italiani, in fondo, un medico affabile ed empatico non è poi così fondamentale. Il portale Dottori.it ha monitorato le valutazioni date dai pazienti ai professionisti d’Italia e scoperto che ciò che viene maggiormente apprezzato è la competenza del medico (26,1%), seguita – ma a distanza – da gentilezza (12,6%) e meticolosità (9,2%).

Se è vero che quando si hanno problemi di salute l’emotività è importante, per gli italiani, in fondo, un medico affabile ed empatico non è poi così fondamentale. Il portale Dottori.it, che riunisce i medici specialisti italiani e permette la scelta e la prenotazione delle visite, ha monitorato le valutazioni date dai pazienti ai professionisti d’Italia e scoperto che ciò che viene maggiormente apprezzato è la competenza del medico (26,1%), seguita – ma a distanza – da gentilezza (12,6%) e meticolosità (9,2%).

L’indagine è stata svolta analizzando i giudizi lasciati dai pazienti sul portale del network MedicoFacile.it, dopo aver effettuato una visita specialistica: i pareri sono stati formulati selezionando gli aggettivi più idonei in un ventaglio di possibilità, che coprivano tanto l’ambito professionale quanto quello relazionale. Il monitoraggio di tutti i pareri pervenuti nel corso del 2015 ha permesso di rilevare quelle che sono le peculiarità di un medico, tanto importanti da indurre il paziente a segnalare il professionista agli altri utenti.

Altre due caratteristiche molto ricorrenti nella valutazione del medico meritevole di pubblica segnalazione sono la serietà (indicata dal 7,9% del campione) e l’onestà (7,7%), che risultano più significativi di aggettivi come “amabile” o “calmo” (indicati rispettivamente dal 6,9% e dal 6,4% dei pazienti che hanno rilasciato una segnalazione).

Aggettivi “ambigui”, che potrebbero essere interpretati in maniera negativa (come “freddo”, “rigido” o “formale”) raccolgono percentuali minime di utilizzo; al contempo, anche caratteristiche solitamente positive in altri ambiti, come “spiritoso” o “originale” vengono accuratamente evitate dai pazienti: è la componente professionale, a scapito di quella personale, a contare davvero. Nonostante ciò, l’empatia gioca un ruolo importante, e viene citata come fondamentale dal 6,4% del campione.

Benché la classifica risulti abbastanza uniforme sul territorio nazionale, alcune regioni danno più valore ad alcune caratteristiche piuttosto che altre: i pazienti di molte regioni del Sud Italia, ad esempio, ritengono degno di nota il fatto che il medico sia onesto (la percentuale sale oltre il 10% in Campania e Calabria) piuttosto che meticoloso. Record di medici amabili in Molise (9,4%), calmi (11,1%) in Friuli Venezia Giulia, schietti (3,9%) in Trentino Alto Adige e pazienti in Calabria (5,1%).

«In un circolo virtuoso che punta a premiare ciò che veramente conta nel corso di un consulto - dichiara Paolo Bernini, AD di Dottori.itassistiamo ad un uso positivo della rete, che serve a veicolare i punti di forza dei medici con cui i pazienti si relazionano, in un moderno passaparola che premia la qualità dell’assistenza».




Licenza di distribuzione:
Andrea Polo
Direttore Comunicazione - Immobiliare.it - Mutui.it - Prestiti.it - Facile.it - Assicurazione.it
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere