Il Nastro Rosa aretino sarà dedicato ai tumori al seno maschili

August 24 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La sezione aretina della Lilt è al lavoro per una campagna Nastro Rosa che, per il 2018, avrà un inedito taglio maschile e un testimonial d’eccezione come Stefano Saldarelli. L’iniziativa è tradizionalmente orientata a sensibilizzare sull’importanza della prevenzione del cancro al seno, la patologia oncologica più diffusa tra le donne ma che è in aumento anche tra gli uomini che spesso ignorano la possibilità di contrarla. La Lilt di Arezzo ha dunque deciso di rivolgere i propri sforzi verso questa tipologia di tumore attraverso campagne informative, incontri significativi e visite senologiche gratuite che, promossi tra settembre e ottobre, potranno fare affidamento anche su un testimonial diretto. Il pratese Saldarelli, infatti, contrasse nell’estate 2017 un carcinoma alla mammella e, da quel momento, è stato protagonista di pubblicazioni e incontri in tutta Italia dedicati a questa malattia: la sua esperienza sarà raccontata ad Arezzo in apertura del Nastro Rosa.

La sezione aretina della Lilt è al lavoro per una campagna Nastro Rosa che, per il 2018, avrà un inedito taglio maschile e un testimonial d’eccezione come Stefano Saldarelli. L’iniziativa è tradizionalmente orientata a sensibilizzare sull’importanza della prevenzione del cancro al seno, la patologia oncologica più diffusa tra le donne (con quasi 50.000 nuovi casi stimati ogni anno) ma anche una di quelle con la più alta percentuale di guarigione se individuata e curata con tempestività. Questa tipologia di tumore è in aumento anche tra gli uomini che spesso ignorano la possibilità di contrarla e che, di conseguenza, non ne conoscono i sintomi e i rischi, dunque la Lilt di Arezzo ha deciso di rivolgere i propri sforzi verso una malattia pericolosa ma sottovalutata attraverso campagne informative, incontri significativi e visite senologiche gratuite da promuovere tra settembre e ottobre.

Tale impegno nella prevenzione oncologica potrà vantare un testimonial diretto come Saldarelli, grafico di Prato di 48 anni che nell’estate del 2017 si sottopose ad alcuni esami dopo che sua moglie casualmente notò un rigonfiamento all’altezza del capezzolo sinistro. La diagnosi fece emergere a sorpresa un carcinoma alla mammella e, di conseguenza, rese necessarie operazione e chemioterapia che hanno permesso all’uomo di sconfiggere il tumore. Da quel momento Saldarelli è stato protagonista di incontri e pubblicazioni in tutta Italia per sensibilizzare sul cancro al seno maschile, spiegando le buone pratiche per controllarsi (ad esempio l’autopalpazione) e raccontando il suo percorso dalla comparsa della malattia alla guarigione tra conflitti interiori, domande e incertezze. Questa esperienza sarà proposta anche ad Arezzo, nell’ultima settimana di settembre, in apertura delle iniziative della campagna Nastro Rosa. «Il cancro al seno colpisce anche gli uomini - spiega Ivan Cipriani Buffoni della sezione provinciale della Lilt, - ma gli uomini non ne sono consapevoli, dunque stiamo organizzando un Nastro Rosa volto a sensibilizzare e informare proprio verso questa patologia».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere