Anziani e bambini, i più colpiti dall’influenza

January 18 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Attenzione alle complicazioni dell’influenza: sono più gravi per gli anziani che hanno già problemi di salute.

Il numero dei casi di influenza riportati nella prima settimana del 2018 negli Stati Uniti è stato quasi il doppio rispetto a quello dell’anno precedente nello stesso periodo. Sono gli anziani e i bambini i soggetti più a rischio di contrarre il virus.

Un rapporto sulle malattie infettive stilato dallo Health Protection Surveillance Centre (HPSC) ha mostrato come i casi di influenza abbiano rappresentato più della metà delle malattie infettive riscontrate all’inizio di gennaio. Ha mostrato anche che le persone anziane hanno un rischio maggiore di contrarla rispetto agli adulti. Le persone in questa fascia hanno rappresentato il 46% dei casi di influenza tra gli 853 segnalati tra la notte di Capodanno all’Epifania. Le donne sono state le più colpite finora: 475 casi rispetto ai 378 degli uomini.

Le cifre sono drasticamente in aumento rispetto allo scorso anno: durante la prima settimana del 2017 sono stati segnalati 471 casi di influenza.

Secondo gli esperti a diffusione del virus è stata favorita dal maggior numero di persone che hanno rifiutato il vaccino antinfluenzale o che si sono presentate al Pronto Soccorso nel periodo del picco dell’influenza senza una reale necessità.

La prevenzione da questo punto di vista è importantissima non tanto per l’influenza in sé ma per le complicazioni che può determinare nelle persone anziane già affette da problemi di salute come l’asma o la broncopneumopatia cronica ostruttiva. La principale causa del rifiuto del vaccino è la disinformazione e la mancanza di informazioni su cosa sia l’influenza in realtà. Bisognerebbero vaccinarsi, in particolare, soprattutto le persone anziane, le persone con una bassa immunità, i bambini affetti da patologie croniche, le donne in gravidanza e le persone affette da obesità patologica. Il vaccino antinfluenzale è consigliato anche agli anziani residenti in case di riposo e agli operatori sanitari.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere