Home news Nuovi servizi Comunicato

Al via lo sportello “BIOConosco”, iniziativa di Adoc e FederBio per una maggiore informazione ai consumatori

October 20 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Presso lo sportello online tutte le informazioni su produzione, etichettatura e controllo dei prodotti, i consumatori potranno segnalare gli alimenti che non rispettino i requisiti

Dalla collaborazione tra Adoc e FederBio nasce lo sportello “BIOConosco”, il primo sportello online interamente dedicato ai consumatori che vogliono avere maggiori informazioni sulla produzione, sull’etichettatura e sui controlli dei prodotti biologici.

Lo sportello, oltre a informare correttamente i consumatori sui principi e le caratteristiche dell’agricoltura biologica, offre la possibilità di segnalare eventuali prodotti che espongono un’etichettatura non conforme alla normativa o che vengono venduti come biologici pur non essendo tali, in un’ottica di contrasto alle frodi nel settore.

Presso lo sportello virtuale, operativo sul sito dell’Adoc, i consumatori potranno quindi ricevere le più dettagliate informazioni sul mondo dell’agricoltura e dell’allevamento biologici, sia in merito al metodo di produzione sia ai principi che governano il settore, sulle modalità di etichettatura dei prodotti biologici e sui rigorosi controlli effettuati presso gli operatori.

Dall’origine delle materie prime al logo comunitario, dai controlli sulla produzione alla corretta terminologia, i consumatori avranno non solo la possibilità di arricchire la loro conoscenza sui prodotti bio, ma potranno anche contribuire in prima persona alla lotta contro le frodi e le contraffazioni.

Il biologico in Italia è in costante crescita.
I dati dell’Osservatorio Ismea-Nielsen evidenziano che anche nel primo semestre del 2016 i consumi dei prodotti bio nella GDO aumentano a doppia cifra (+20,6% rispetto al primo semestre del 2015), confermando la performance positiva del 2015 (+20%) e quella degli ultimi 5 anni (+11%).

Secondo i dati dell’Osservatorio SANA-ICE 2016
“Tutti i numeri del Bio, ben 7 famiglie su 10 mettono nel carrello alimenti biologici, con il 25% dei consumatori che ogni giorno o quasi scelgono di mangiare biologico. Il 74% (il 5% in più del 2015) delle famiglie italiane ha acquistato almeno una volta un prodotto alimentare biologico. Aumenta anche l’ammontare della spesa destinata al bio, con il 3,1% del totale della spesa alimentare."

Roberto Tascini – Presidente Adoc
“I consumatori sono sempre più orientati ad acquistare prodotti, come quelli biologici, che garantiscono qualità, sostenibilità e benessere. Ma senza una corretta informazione ed educazione alimentare si corre il rischio di acquistare prodotti che rispondono solo apparentemente a tali requisiti. Lo sportello “BIOConosco” nasce proprio con la volontà di ampliare la conoscenza dei consumatori del settore del biologico, sia di coloro che si avvicinano per la prima volta a questo mondo, sia di coloro che regolarmente acquistano prodotti biologici. Puntiamo l’attenzione in particolare sulla corretta etichettatura degli alimenti biologici, il primo e più utile strumento per conoscere l’origine delle materie prime utilizzate e per verificare i controlli effettuati sul prodotto. Grazie allo sportello, inoltre, avviamo un percorso congiunto con FederBio nel contrasto alle frodi alimentari del settore, dando la possibilità ai consumatori stessi di segnalarci eventuali prodotti che non rispettano le norme in vigore.”

Paolo Carnemolla – Presidente FederBio
“Lo sportello BIOconosco è lo strumento che tutti i consumatori possono utilizzare per avere le corrette informazioni e per sciogliere dubbi sul mondo del bio. Si tratta di un servizio per avere un maggiore contatto diretto con il consumatore finale, che vogliamo potenziare per far crescere il settore in modo sano e trasparente”.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Flavio Mollicone
Ufficio Stampa - Adoc - Associazione Difesa Orientamento Consumatori
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere