Agevolazioni 2020 per lo sviluppo delle imprese del Centro – Sud Italia

January 24 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Legge di Bilancio 2020, ha prorogato alcune delle agevolazioni già esistenti dedicate alle imprese del Centro e Sud Italia. Qui di seguito un breve riepilogo sulle misure attive per tutto il 2020.

Credito d’imposta per investimenti nel Sud Italia

Il “Credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno” è l’agevolazione fiscale per investimenti in beni strumentali nuovi, destinati a strutture produttive localizzate nelle regioni del Sud Italia. Il bonus, prorogato per tutto il 2020, prevede aliquote diversificate in base alle dimensioni aziendali e all’ambito territoriale.

Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna
• 45% per le piccole imprese;
• 35% per le medie imprese;
• 25% per le grandi imprese.

Molise e Abruzzo
• 30% per le piccole imprese;
• 20% per le medie imprese;
• 10% per le grandi imprese.

Il Bonus per investimenti nel Mezzogiorno è dedicato a tutte le imprese, indipendentemente dal settore in cui operano, o dalla forma giuridica con strutture produttive in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Molise e Abruzzo.
L’agevolazione incentiva l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature, destinati a strutture produttive nuove o già esistenti, collegate ad un progetto di investimento relativo a:
- realizzazione di un nuovo stabilimento
- ampliamento di uno stabilimento esistente
- diversificazione della produzione di uno stabilimento
- trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente
- riattivazione di uno stabilimento chiuso o che sarebbe stato chiuso qualora non fosse stato acquistato

Sono ammesse le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2020. Mentre, sono escluse dall’agevolazione, le spese relative alla semplice sostituzione di singoli beni strumentali.
Spese massime ammissibili:
- 3 milioni di euro per le piccole imprese;
- 10 milioni di euro per le medie imprese;
- 15 milioni di euro per le grandi imprese.

Le imprese che intendono fruire del credito d’imposta devono presentare una comunicazione in via telematica all’Agenzia delle Entrate, che dopo la dovuta verifica dei dati dichiarati nella comunicazione, trasmetterà il provvedimento che autorizza a beneficiare del credito d’imposta. C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per accedere all’agevolazione fiscale per le imprese del Centro-Sud Italia.

Credito d’imposta Sisma

Anche il Credito d’imposta Sisma è stato prorogato per tutto il 2020. L’agevolazione è riconosciuto alle imprese localizzate nelle zone del Centro Italia, colpite dal sisma nel 2016.
Il Cratere sismico comprende i comuni delle Regioni:
- Lazio
- Abruzzo
- Umbria
- Marche

Le spese ammesse sono relative all’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature necessari al processo produttivo dell’impresa. Il bonus è riconosciuto alle imprese che hanno sostenuto investimenti a partire dal 6 aprile 2018.

L’agevolazioni prevede le seguenti intensità di aiuto:
- 45% per le piccole imprese
- 35% per le medie imprese
- 25% per le grandi imprese

Nuova Sabatini – Beni Strumentali

Il rifinanziamento della Nuova Sabatini, previsto dalla Legge di Bilancio 2020, ha riservato il 30% delle risorse stanziate (31,5 milioni) alle imprese di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, che investiranno in tecnologie 4.0 fino al 31 dicembre 2020.

La misura mette a disposizione un contributo in conto impianti pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di 5 anni. Il tasso d’interesse è pari al 5,5%, fino ad un valore massimo complessivo di 4 milioni di euro.

Altri importanti incentivi dedicati alle imprese del Centro – Sud Italia

Resto al Sud

Incentivo dedicato ad imprese e liberi professionisti (o aspiranti imprenditori) di età compresa tra i 18 e 45 anni, delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, costituite successivamente alla data del 21 giugno 2017 o che costituiranno l’impresa entro 60 giorni dall’esito positivo delle valutazione.
L’agevolazione copre fino al 100% delle spese, attraverso un contributo a fondo perduto (35% dei costi) ed un finanziamento bancario (65% dell’investimento) garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI, da rimborsare in 8 anni.



POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cesira Guida
Marketing & Comunicazione - Gruppo Del Barba Consulting
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere