Home articoli Turismo Articolo

Turismo in Puglia: quando i visitatori non amano più solo il mare

April 11 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Una regione come la Puglia, che ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo, vanta numerose bellezze storiche, paesaggistiche e naturali...

Una regione come la Puglia, che ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo, vanta numerose bellezze storiche, paesaggistiche e naturali che l’hanno resa una meta molto ambita dai turisti, in particolar modo durante la stagione estiva. Questo perché tra le sue attrattive principali troviamo il mare cristallino, le spiagge caratteristiche e paesaggi naturali mozzafiato.

Non molto tempo fa però, si è parlato di voler portare la regione Puglia ad essere considerata un’attrazione turistica anche durante le stagioni meno calde. Oggi, grazie ad un attento e costante lavoro di destagionalizzazione e di conoscenza della rete (oltre che ovviamente del mercato e dei trend turistici), possiamo finalmente dire che i visitatori che si recano in Puglia sono attratti non più unicamente dal bel mare e dalle spiagge, ma anche da altri fattori, tra cui non può di certo mancare il buon cibo.

Durante la BIT di Milano, un evento di livello internazionale che si è tenuto a Marzo e che verte proprio sul settore del turismo, sono stati resi noti i dati dell’Istat relativi al turismo in Puglia, i quali hanno confermato un incremento dell’11% rispetto agli anni precedenti. Questi numeri hanno finalmente confermato la nascita di un turismo sempre meno incentrato sulla stagione estiva, ma più destagionalizzato ovvero presente e attivo anche durante i mesi di bassa stagione.

Tra le tipologie di turismo in forte crescita nella regione Puglia, troviamo il turismo enogastronomico: grazie ai numerosi prodotti tipici che fanno parte del territorio pugliese, oggi molti turisti nazionali e internazionali scelgono di acquistarli proprio come ricordo della propria vacanza insieme al classico souvenir.

Un altro importante fattore che sta attirando un numero sempre maggiore di turisti è la forte crescita del numero degli agriturismi in Puglia e in Salento. Se fino a qualche anno fa i visitatori decidevano di soggiornare in un agriturismo solamente per 2/3 giorni, oggi molti scelgono di allungare la propria permanenza anche fino a 7/8 giorni. Gli agriturismi oggi offrono tutto il necessario per trascorrere giorni di totale relax a contatto con la natura e con il buon cibo della terra (qui ad esempio potete trovare i migliori in Salento). Le aree rurali della Puglia sono caratterizzate prevalentemente da milioni di ulivi monumentali (che sono considerati oggi anche uno dei simboli principali della Puglia) e da masserie storiche dove i bambini possono giocare liberamente all’aria aperta.

Tra i turisti che scelgono prevalentemente la Puglia come meta delle proprie vacanze troviamo gli statunitensi e i russi, affascinati dalla bellezza di queste terre e dal buon cibo.

Secondo Gianni Cantele, il Presidente di Coldiretti Puglia, gli agriturismi pugliesi offrono una vacanza completa dal pernottamento ai servizi, per concludere con i prodotti tipici; chi sceglie di recarsi in un agriturismo lo fa perchè vuole trascorrere alcuni giorni in completo relax a contatto diretto con la natura.

Ci auguriamo quindi che questi dati possano continuare a crescere in positivo e che la Puglia possa essere considerata sempre di più una meta molto ambita, non solo durante il periodo estivo, ma anche nei periodi di bassa stagione dal punto di vista turistico.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere