SEO Tips: Errori da evitare

February 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Se vuoi realizzare un sito web per la tua attività senza rivolgerti ad un freelance è fattibile, soprattutto se hai delle basi di Html, CSS, PHP o se hai conoscenze di WordPress. Nella fase di progettazione e realizzazione di un sito web è facile, soprattutto se hai appena iniziato, commettere qualche errore.

Se vuoi realizzare un sito web per la tua attività senza rivolgerti ad un freelance è fattibile, soprattutto se hai delle basi di Html, CSS, PHP o se hai conoscenze di WordPress.

Nella fase di progettazione e realizzazione di un sito web è facile, soprattutto se hai appena iniziato, commettere qualche errore.


Di seguito riportiamo gli errori piu comuni che di solito si commettono:



1. Pagine web senza titolo o con titoli uguali

Uno degli errori più comuni, quando si crea una pagina web, è di non scrivere il titolo della pagina o lasciare quello di default “Documento senza titolo”.

È controproducente sia per il posizionamento della pagina su Google sia per l’utente che legge. Inseriamo un titolo facile, utile e diverso per ogni pagina web che compone il sito.

2. Temi web non responsive

Avete idea di quante volte nella giornata guardiamo i nostri cellulari? Non ottimizzare i contenuti per il mobile è un grande errore. Da tenere presente che le ricerche eseguite da cellulare molte volte sono maggiori di quelle da desktop.

Ottimizzare per il mobile significa contenuti ben leggibili, veloci e che nel titolo e primo paragrafo catturino l'attenzione del navigatore.

A causa dei temi non responsive, la visualizzazione del sito Internet dallo smartphone crea dei problemi di navigazione agli utenti, che ben presto abbandonano il vostro sito e vanno alla ricerca di altre aziende che offrono lo stesso servizio.

3. Meta Tag Description: come ottimizzarla nel 2018

La meta description è un frammento di caratteri situati tra le tag HTML che riassume il contenuto della pagina. Di solito e posizionato nell’HEAD del documento HTML.

Google nel corso del tempo ha modificato il modo in cui gli snippet venivano visualizzati su motore di ricerca.

All’inizio di dicembre 2017, Google ha ufficialmente aumentato la nuova lunghezza della meta descrizione dei frammenti nei risultati di ricerca. Le ricerche di Yoast e Moz mostrano che i frammenti di Google hanno ora superato i 300 caratteri.
La versione 6.0 del plugin Yoast SEO WordPress aggiorna i loro consigli a 320 caratteri. Moz raccomanda 300 caratteri.

4. Struttura URL

I tuoi URL dovrebbero essere brevi e uguali al tuo titolo. Nel passato la gente usava tutti i tipi o gli indirizzi URL. Questo è davvero negativo per gli utenti in quanto può essere considerato poco professionale e fastidioso e può ridurre il CTR.

5. Multimedia e soluzioni grafiche

Come la formattazione, le soluzioni multimediali e grafiche possono fare meraviglie per il tuo sito. Secondo gli esperti, ogni post richiede almeno un’immagine. Tuttavia, i video e le immagini aggiuntivi possono anche essere d’aiuto finché sono pertinenti e migliorano l’esperienza generale dell’utente mantenendo una immagine su una pagina.

6. Velocità della pagina

La velocità della pagina è stata ufficialmente annunciata come uno tra i fattori di ranking per Google. Ci sono molti strumenti gratuiti su Internet che possono aiutarti a controllare rapidamente la velocità delle tue pagine (e del tuo sito web).

La velocità del sito sta diventando sempre più importante per il tuo UX e dovresti sicuramente investire nel renderlo più veloce possibile se non lo hai ancora fatto.



© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere