SEO: Posizionare il sito web sui motori di ricerca 2018

January 31 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Come posizionare un sito web o un ecommerce e quali sono i buoni consigli da seguire.

Vuoi migliorare il posizionamento su Google?

Seo vuole dire appunto posizionare un sito sui motori di ricerca, in Italia Google non ha contrasti. Secondo recenti stime si valuta che più dell’ 85% delle ricerche da desktop viene effettuato su Google, e si sale al 95,9 da dispositivi mobili.

Nella SEO non esistono bacchette magiche o successi immediati, ma lavoro costante e sperimentazione.

Una strategia SEO di successo deve coinvolgere diversi aspetti, senza fermarsi all’architettura del sito o ai contenuti. L’ottimizzazione, infatti, passa anche dalla dell’esperienza utente su mobile, la scelta dominio, velocità di caricamento (quest’ultima diventata elemento di ranking da poco), il protocollo https, la reputazione del brand.

Ottimizzazione SEO in pagina

L’ottimizzazione di un sito web già esistente, passa attraverso delle analisi precise. Innanzitutto si deve capire il business del cliente, affrontare i competitors, e individuare quali sono le aree migliorabili dal punto di vista seo. Si deve in pratica aiutare i motori di ricerca capire la qualità dei contenuti, la loro unicità e il loro valore. Questo lo si fa tramite un accurato uso della scrittura seo e dei cross link, molto importanti per dirigere il juice e migliorare la navigazione da mobile. Alcuni dei fattori più rilevanti on page sono senza dubbio il title, meta description, keywords e i rich snippet. Questi ultimi stanno diventando molto importanti in particolar modo per aumentare il ctr.

La scelta del cms

Nelle prime pagine dei motori di ricerca ci sono molti cms diversi, fra cui spicca wordpress. Wordpress è una delle migliori piattaforme per la seo. Prima di tutto perché il tema può essere creato custom e con l’aiuto di un consulente seo, può effettivamente essere molto ben visto dai motori di ricerca. Poi perché vanta molte plugin utili sia per editare le url e renderle parlanti, sia per ottimizzare titoli e meta. Inoltre se il sito ha un blog, wordpress esprime il suo massimo.

Migliorare il posizionamento organico attraverso la Link Building

Strutturare una strategia di link building è un ottimo modo per scalare le serp. Un tempo era indispensabile, oggi è diventato uno dei molti fattori di ranking, anche se forse rimane il più importante. L’ obiettivo principale è infatti quello di valorizzare il contenuto ospitato su altri portali inserendo un collegamento che premi l’affinità tra gli argomenti trattati e il valore del contenuto proposto (una specie di quality score, come avviene in google adwords)


L’ottimizzazione dei siti internet o degli ecommerce non è matematica, una scienza esatta, ci vogliono anni di sperimentazione e molta cautela, ma usandola consapevolmente è possibile ottenere buoni risultati dal punto di vista economico.


La fretta nella seo

Non bisogna avere fretta di scalare le serp, anche se tutti vorrebbero conquistare la prima pagina da un giorno ad un altro. Occorre tempo affinché il sito web venga riconosciuto come affidabile, trust e aumenti il proprio valore di brand nei confronti della concorrenza. Non bisogna affidarsi di tecniche di black hat che possono portare a penalizzazione e in alcuni casi anche all’esclusione dalle serp. Al contrario è necessario concentrarsi su cosa vogliono gli utenti in funzione di cosa stanno cercando.

Le fasi basilari per sviluppare una strategia SEO:
Analisi degli obiettivi del cliente.
- Il cliente conosce il suo mercato meglio di noi, e chi meglio di lui può darci tutti i riferimenti per delineare degli obiettivi seo.
Analisi del mercato e dei competitors
- Analizzare il mercato ci aiuta a capire la difficoltà per raggiungere gli obiettivi.
Analisi del sito on site e off site.
- Capire quali sono le fasi di ottimizzazione e link building

Adesso prima di cercare un agenzia Seo, o un consulente SEO freelance ti proponiamo una lettura veloce:

Che cos’è la SEO

Seo è l acronimo di search engine optimization, ed è la branca del digital marketing che studia come posizionare un ecommerce od un sito internet nelle prime pagine dei motori di ricerca senza che i risultati vengano discriminati dai cambiamenti algoritmici. Tutti conoscono l’importanza ed i numeri che stanno dietro ad un sito web posizionato in prima pagina ed in prima posizione al livello di traffico organico e di profitti.

Come funziona la SEO

La seo richiede la conoscenza di molte discipline per poter raggiungere i risultati prefissati. Gli esperti seo, procedono con analisi tecniche per quanto riguarda lo stato del sito, e monitoraggio dei link con strumenti come moz, majestc, search console, semrush fornendo soluzioni mirate ed ad hoc.

I Benefici del SEO

Raggiungere le prime pagine dei motori di ricerca non solo favorisce traffico e lead, ma anche una buona brand image e brand reputation. Tutte le strategie SEO usate da buoni consulenti freelance o da agenzie serie dovrebbero essere a prova di Panda, Penguin e Hummingbird cosi da non cadere in penalizzazioni e perdita di posizionamento. i risultati solitamente iniziano a vedersi intorno ai 3 mesi, anche se in alcuni casi sono ne necessari 6. Intorno all’anno di campagna si ha un rendimento che deve essere a Roi positivo.




Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere