Photoshop e le strategie per il ritocco digitale

October 6 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Vediamo quali potrebbero essere le strategie importanti per lavorare con le nostre immagini e come si può fare per organizzare al meglio il nostro foto ritocco.

I punti più importanti sono i seguenti:

- Backup di ogni file o progetto prima di ogni modifica
- Si deve pensare subito al risultato capendo bene quale debba essere la risoluzione finale.
- Nel caso la risoluzione non sia quella voluta, effettuare un crop della foto.
- Regolazione di contrasto, luminosità e colore.
- Regolazione sui mezzitoni e sulle ombre.
- Ottimizzazione della nitidezza ai bordi e della definizione.



Vediamo quale è il rapporto tra risoluzione e dpi:



La risoluzione è "il numero di pixel per unità di lunghezza" e viene misurata in pixel per pollice (ppi).

Se una immagine possiede molti pixel come ad esempio 300 ppi o più, allora il suo relativo peso in termini di Mbyte sarà superiore ma avrà allo stesso tempo una maggiore qualità. Non sempre però questo parametro è un metro di giudizio conveniente per lavorare.

Se invece parliamo di risoluzione del monitor allora parliamo del numero di pixel per unità di lunghezza, misurato sempre in pixel per pollice.

Se dunque la risoluzione dell'immagine è superiore a quella del monitor, vedremo che l'immagine sarà molto più grande e difficilmente visibile per intero all'interno del nostro schermo. Tutto ciò, naturalmente non ci permette di lavorare in maniera ottimale. Servirà dunque un ridimensionamento dell'immagine tramite "crop". Questo comporterebbe, però, una perdita di informazioni, perchè si andrebbe a "tagliare" l'immagine. Quello che è preferibile fare, se si vuole evitare ciò, è "ridimesionare".

Dal menù "immagine" selezionare "dimensione immagine"
Quest'ottimo strumento ci permette di visionare la larghezza e l'altezza della nostra foto misurata in pixel oppure in percentuale, vedere il peso in MMbyte del progetto in questione modificandoli a nostro piacimento.

Molto importante è la "risoluzione", come potete vedere la sua unità di misura, come già detto, è il pixel per pollice ed è proprio qui che dovremo trovare il giusto equilibrio fra dimensioni e appunto risoluzione per ottenere fotografie nitide, equilibrate, colorate ma non di dimensioni esagerate.

Ultimo cenno ai famosi "dpi": acronimo di "dots per inch" misurano i punti di inchiostro per pollice, proprio la risoluzione della stampante. Questo valore, molto importante, ci permette di capire quale debba essere il livello di dpi sufficiente per ottenere stampe di ottima qualità senza perdere informazioni fondamentali.

Buon lavoro!



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Marco Pollini
Photographer, webmaster & Seo web marketing agent - Marco Pollini
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere