Perché tutti scelgono il cloud

October 2 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Cloud, SaaS e Gestione Aziendale

Il 2000: la fine del mondo o l’apice dello sviluppo dell’ICT per le aziende? Per rispondere concretamente a questo dubbio è bene partire dalla storia delle innovazioni che negli ultimi 30 anni hanno caratterizzato il mondo dell’ICT.

Il sistema delle ICT è infatti cambiato radicalmente dagli anni ‘70 ad oggi, da quando John McCarthy, pionere dell’intelligenza artificiale, aveva iniziato a credere in un futuro in cui l’elaborazione dei calcoli avrebbe potuto distribuirsi su differenti sistemi di pubblico accesso.

Con anni ‘90 abbiamo invece assistito all’insediamento nella cultura delle telecomunicazioni della parola Cloud, identificativa dei circuiti elettrici che servivano alla permutazione del traffico audio e dati; da lì alla fine di quegli anni si sono andati a sviluppare i primi servizi on-demand sulla rete, inaugurando il Software as a Service (SaaS).

Il nuovo millennio non poteva che portare con sé la trasfomazione del mondo ICT, con i colossi del mondo dell’IT e le loro intuizioni sull’importanza degli sviluppi del mondo informatico avvenuti precedentemente.

Il cloud e con lui l’approccio SaaS nasce quindi come soluzione alla richiesta di una soluzione flessibile capace di abbattere i costi dell’IT nel lungo periodo.

Nel panorama italiano la svolta si è avuta grazie ad Amazon, la gigante piattaforma di vendita online ha infatti intrapreso l’approccio SaaS modernizzando i propri data center con lo scopo di incrementare l’efficienza computazionale e minimizzare il consumo di risorse elettriche.

Non è un caso se il successo del titano della vendita online da quel momento sia stato in continua ascesa e che i benefici degli approcci SaaS e Cloud siano ora visibili all’intero panorama industriale nazionale. I principali vantaggi del nuovo mondo ICT possono essere racchiusi in quattro macrocategorie:

Disponibilità spazio / temporale: l’essenziale per il loro utilizzo è una rete internet.
Facilità di utilizzo: il loro utilizzo rispecchia le modalità degli strumenti utilizzati per la navigazione sul web.
Investimento iniziale minimo: il costo di attivazione è solitamente contenuto seguito da un canone periodico per il noleggio del servizio.
Aggiornamenti automatici: il fornitore si fa carico degli aggiornamenti periodici del software e dello sviluppo di ulteriori applicazioni.
Scalabilità: il fornitore interviene sulla necessità di aumento del numero o potenza di server e di banda nel caso in cui il numero degli utenti cresca.

I benefici delll’approccio SaaS unito a quello Cloud sembrano oggi essere visibili sia per le grandi aziende che operano con milioni di utenti e utilizzano una quantità indefinibile di risorse sia per le piccole e medie imprese che devono invece ricorrere a strumenti di ottimizzazione ed efficienza per vincere il competitivo mercato odierno.

Non stupisce quindi che molte piccole e medie aziende abbiano intrapreso l’approccio SaaS per abbattere costi e andare incontro al bisogno di innovazione; i principali software utilizzati per far fronte a queste esigenze sono stati di certo i gestionali online, applicativi in grado di garantire risparmi in termini di costi e tempi rispetto allo svolgimento delle quotidiane operazioni di gestione aziendale.

Dalle operazioni di segreteria, all’amministrazione sino alla logistica e al controllo del magazzino i software gestionali riducono il dispendio di risorse e di costi burocratici per le pmi italiane che come si è già detto hanno intrapreso il percorso verso l’innovazione superando le paure iniziali di sicurezza e privacy.



Licenza di distribuzione:
Claudia Catino
Responsabile pubblicazioni - Mediana Service - PMI Cloud
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere