Home articoli Societa Articolo

Passeggero coinvolto in un sinistro: come ottenere il risarcimento

October 25 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Come ottenere il risarcimento dei danni fisici o alle cose quando si è passeggero su uno dei veicoli coinvolti.

E’ necessario innanzitutto fare la richiesta scritta di risarcimento alla compagnia di assicurazioni del conducente del veicolo sul quale si viaggiava come terzo trasportato; ciò dovrà essere fatto a prescindere dal fatto che lo stesso conducente venga individuato come responsabile o meno dell’avvenuto incidente; per questo tipo di richiesta si applicherà infatti una procedura prevista dalla legge (Art. 141 D. Lgs. 209/2005.) identica a quella che viene definita come indennizzo diretto che consente di ottenere dall’assicurazione quello che spetta a titolo di risarcimento economico in modo veloce e senza che sia stato ancora stabilito chi sia il responsabile che ha causato il sinistro.

Come fare richiesta di risarcimento?
A seguito del sinistro occorre attivarsi con l’invio di una richiesta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, sottoscritta, alla compagnia di assicurazioni che copre il veicolo sul quale eravamo a bordo durante l’incidente. Si potrà effettuare questo invio personalmente o facendosi assistere da un legale di tua fiducia qualora lo si ritenesse opportuno. Se si sono subite lesioni occorrerà trasmettere all’assicurazione anche il certificato di avvenuta guarigione; inoltre ai fini della liquidazione in termini economici dei danni da te subiti occorrerà rilasciare una dichiarazione con la quale si dovrà certificare di non aver diritto ad alcuna prestazione da parte di istituti che gestiscono assicurazioni sociali obbligatorie oppure dovrai specificare di quali prestazioni potrai beneficiare.

Tempi previsti per ottenere risarcimento danni
La Compagnia di Assicurazioni del veicolo sul quale eravamo passeggeri, una volta ricevuta la raccomandata, assegnerà alla stessa un numero di sinistro nominando anche un liquidatore interno all’assicurazione stessa che si occuperà, quando avrà a disposizione tutta la documentazione necessaria completa, di valutare se e quanto ti spetta a titolo di risarcimento per ciò che ti è accaduto e sarà tenuto a rispettare dei tempi di liquidazione.
Anche nell’ipotesi in cui la documentazione richiesta risulti incompleta, l’assicurazione informerà entro 30 giorni che è necessario integrare i documenti e, anche in questo caso, il termine per effettuare l’offerta resterà sospeso. 

Cosa fare quando si riceve l’offerta dall’assicurazione?
A seguito della richiesta di risarcimento, la compagnia di assicurazioni formulerà l’offerta  e, a questo punto, ci sono tre possibilità: si potrà decidere di accettare l’offerta, intenzione confermata tramite l’invio di un’accettazione scritta alla quale seguirà il pagamento di quanto dovuto da parte dell’assicurazione entro 15 giorni dal ricevimento dell’accettazione; si potrà anche decidere di non accettare l’offerta ma, in questo caso, l’assicurazione procederà ugualmente al pagamento di quanto offerto, considerando tale somma versata come un anticipo sul risarcimento complessivo più corposo; infine si avrà la possibilità di scegliere di non esprimersi riguardo all’offerta avvenuta e l’assicurazione, trascorsi 30 giorni senza risposta, effettuerà, entro 15 giorni, il versamento di quanto è stato offerto.

Sintesi di un articolo pubblicato sul sito laleggepertutti.it, redatto a cura dell’Avv. GIUSEPPINA STEFANIA FALCONE



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Leonardo Breccolenti
Social Media manager - Studio Legale Polenzani-Brizzi
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere