Ottimizzazione dei video YouTube

September 22 2011
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Ottimizzare le caratteristiche del canale e dei video YouTube per favorirne l’indicizzazione e migliorarne il posizionamento nei motori di ricerca.

YouTube è un strumento di Web Marketing molto potente che, utilizzato nella maniera opportuna, non solo favorisce la diffusione del brand, la promozione di prodotti e servizi e l’aumento della presenza in rete, ma permette di incanalare il traffico verso il proprio sito internet.
Tutto questo si ottiene realizzando e pubblicando contenuti video virali capaci di diffondersi rapidamente ed in maniera estesa in Internet, attirando utenti interessati e spingendoli a visitare il sito web.
Per rendere un video virale è necessario:
• disporre di un video interessante, utile, con contenuto pertinente;
• ottimizzare bene il video.
Curare entrambi gli aspetti, contenuto e ottimizzazione, porta un video a ricevere un gran numero di visite da parte di utenti interessati, che è proprio lo scopo che si desidera raggiungere.
Per quanto riguarda l’ottimizzazione dei video YouTube, vanno presi in considerazione alcuni fattori essenziali che è possibile suddividere in:
• fattori interni: titolo, descrizione e tag, che vanno ottimizzati con le giuste parole chiave per garantirne la corretta indicizzazione e favorirne il posizionamento nei motori di ricerca;
• fattori esterni: numero di visualizzazioni, quantità di “Mi piace” e commenti, che influiscono sulla visibilità e la prevalenza nei risultati di ricerca.

SELEZIONE DELLE KEYWORD

È la prima operazione da svolgere per ottimizzare i video YouTube e consiste, dopo aver inquadrato il pubblico di riferimento, nello scoprire quello che gli utenti in target stanno cercando.
Per fare questo, si può utilizzare lo Strumento per le parole chiave di YouTube (https://ads.youtube.com/keyword_tool) che suggerisce termini simili alle parole chiave inserite, mostrando per ciascuno il volume mensile delle ricerche. Attraverso questo strumento è possibile stilare un elenco di keyword pertinenti e cercate da una quantità sufficiente di utenti.

TITOLO

Per chi si occupa normalmente di posizionamento siti internet nei motori di ricerca, il titolo di un video YouTube va trattato come il title di una comune pagina web.
Il titolo è la prima cosa che viene visualizzata nella pagina YouTube del video ma è anche la prima cosa mostrata nei risultati di ricerca. Deve essere descrittivo, sintetico e deve contenere la keyword principale. Al fine di promuovere il marchio aziendale, può essere utile inserire il nome della società alla fine del titolo.

DESCRIZIONE

Sempre in riferimento a chi ha dimestichezza con la SEO, la descrizione di un video YouTube va gestita come lameta description di una pagina web.
Il video deve essere descritto in un formato leggibile, cercando di includere nel testo le parole chiave più rilevanti. Se si possiede un sito internet, l’indirizzo deve essere presente nella prima riga della descrizione, in modo da renderlo sempre disponibile e sempre visibile. Lo stesso vale per gli altri contatti principali.

TAG

È utile inserire in questa sezione tutte le keyword che si ritiene possano essere cercate dagli utenti interessati al video, dando priorità alle parole chiave principali. Ovviamente deve esserci piena corrispondenza tra i termini inseriti ed il contenuto del video.

VISUALIZZAZIONI

Un numero elevato di visualizzazioni incide sul ranking dei video YouTube, ovvero sulla posizione occupata nella classifica dei risultati. Non conta solo il numero di volte in cui viene visualizzato il video, ma anche se è stato visto interamente o meno; nel primo caso, infatti, si ottiene un punteggio maggiore. L’unico modo per far si che un video sia visto per intero è fornire un contenuto di qualità, capace di coinvolgere ed interessare realmente il visitatore.

COMMENTI

Maggiore è il numero di commenti ottenuti da un video e più questo risulta importante nei risultati di ricerca. Un numero elevato di commenti indica che i visitatori sono rimasti colpiti dal video, indipendentemente dal fatto che i pareri siano positivi o negativi.
È importante spingere gli utenti a commentare il video, coinvolgerli, chiedere la loro opinione, invitarli a partecipare in maniera attiva.

“MI PIACE”

Anche i “Mi piace”/”Non mi piace”, che si possono esprimere cliccando rispettivamente sui pulsanti con il pollice verso l’alto e verso il basso, influenzano la posizione nei risultati delle ricerche. Ovviamente, migliori sono i risultati in YouTube se si hanno più “Mi piace” che “Non mi piace” per un determinato video.

Link:

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Carmelo Giancola
Responsabile pubblicazioni - CODENCODE
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere