Home articoli Societa Articolo

Meglio evitare di fumare in auto per salvaguardare i polmoni e rivendere l'usato in buone condizioni

July 4 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

In pochi secondi il fumo di una sigaretta propaga nell'abitacolo le sue sostanze tossiche deleterie per la salute e per l'interno dell'auto.

Il fumo anche quello passivo procura danni all'organismo, si continua a ripeterlo, in primo luogo per il tumore ai polmoni e non solo comunque, anche per problemi che possono riguardare il sistema cardiovascolare, piuttosto che alterazioni della pelle, dei capelli e del sistema riproduttivo, oltre a varie affezioni polmonari.

L'abitacolo di un'auto è molto piccolo e sarebbe una buona regola evitare di fumare all'interno, infatti in un ambiente chiuso come questo si sprigionerebbero circa 4 mila sostanze cancerogene che si trovano nel fumo della sigaretta, tra ile quali nicotina, catrame, benzene, ammoniaca, polonio che unitamente agli agenti inquinanti che provengono dall'esterno, trasformerebbero lo spazio a bordo in una vera e propria camera a gas.

Basti pensare che a distanza di soli 8 minuti con i finestrini chiusi, le polveri sottili presenti nell'abitacolo avrebbero una concentrazione di almeno dieci volte superiore a quella consentita dalla legge, inoltre si può immaginare come il fumo si depositi sui rivestimenti e sulle superfici, generando un cattivo odore e/o a volte un pessimo colore degli interni, che determinerebbero una bassa valutazione presso un qualsiasi Rivenditore di auto usate, oppure uno scarso apprezzamento presso un privato in fase di vendita.

Il Tabacco durante la guida in auto

Nel tabacco è presente la nicotina che aumenta i livelli di dopamina che giungono al cervello immediatamente dopo aver acceso una sigaretta, che causano nell'automobilista una sensazione di spiccata reattività e lucidità, che può durare molto a lungo, in seguito anche a ripetute “fumate” così da aumentare il tempo passato alla guida a discapito di soste più soventi che in realtà il fisico necessiterebbe.

In marcia, alla guida è possibile fumare, in quanto il codice della strada è privo di una legge che contrasta questa cattiva abitudine che potrebbe coinvolgere 11,7 milioni di tabagisti in Italia, anche se a bordo vi sono altre persone, che siano malate, oppure anziane, piuttosto che semplicemente insofferenti al fumo di sigaretta. L'unico divieto che può essere posto per le leggi in vigore scatta quando in auto vi è la presenza di minori o di donne in gravidanza ed in questo caso il trasgressore potrà essere sanzionato con una multa fino a 550 euro, anche se vi è in funzione il clima con il riciclo dell'aria, oppure vi siano i finestrini aperti.

Infine nel caso si decida di mettere in vendita la propria auto usata dove per anni si è fumato all'interno, oppure si decida di smettere di fumare sigarette, allora sarebbe bene provare a far igienizzare l'abitacolo presso un centro specializzato, perché oltre ad esserci ovviamente un cattivo odore, ci saranno depositi di sostanze nocive, anche negli angoli più nascosti, proprio lì, dove le polveri sottili si accumulano più facilmente e solo con macchinari professionali è possibile eliminarli completamente.


Licenza di distribuzione:
Leonardo Boi
Web Marketing Strategist - PMR STUDIO WEB
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere