Less is more che bere?

August 20 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Cosa troviamo oggi sugli scaffali dei supermercati? Nel settore delle bevande abbiamo una vasta scelta di prodotti ma quali sono le diciture più usate e come capire le differenze tra l’una e l’altra?

Quanto è difficile per il consumatore fare la scelta giusta per le proprie esigenze. Ecco alcuni tips per capire un po' meglio le diciture e differenze che troviamo sugli scaffali del nostro supermercato preferito.

1. Spremuta e Succo di frutta

Il termine spremuta si applica alla sola spremitura di frutta fresca e sana. Non si toglie o aggiunge nulla, pertanto mantiene il gusto e il valore nutrizionale dei frutti da cui proviene.

2. Succo di frutta ottenuto da succo concentrato

I concentrati di frutta sono le basi di molti prodotti industriali. Il succo proviene da frutta che prima è stata in parte disidratata, e poi di nuovo diluita con acqua e aromi.

3. Nettare

Il nettare di frutta invece è il prodotto con una percentuale di frutta inferiore e con l’aggiunta di acqua e zucchero.

4. Bevande alla frutta

Cosa ancora diversa sono le bevande alla frutta, dove la percentuale minima di frutta scende al 12%. Oltre all’acqua e allo zucchero, il produttore può anche aggiungere altre sostanze come aromi, coloranti e conservanti.

Ultimo, ma non per importanza, troviamo:

Bevande 100%

come l’Acqua di cocco si ricava senza spremitura, solamente estraendo il liquido della frutta. Nel caso della noce di cocco, si usano cocchi giovani, caratterizzati dal colore verde o arancione, dove il liquido all’interno è ancora vergine.

CALORIE
Zuccheri e Calorie - bibite fresche

Bere (1 bicchiere) Zuccheri (g) Calorie (kcal)
Acqua di cocco 6.26 46
Spremuta d’arancia 20.83 112
Succo di mela 27.03 117
Succo d’uva 35.27 142

Fonte: A Healthy, Low-Sugar Alternative to Soft Drinks, By Bruce Fife, ND

La scelta è vasta e per tutti i gusti. È bene essere informati e consapevoli di cosa si acquista. Ricorda sempre di controllare l’etichetta, leggere la provenienza delle materie prime e la composizione della bevanda. Spesso l’aggiunta di molti ingredienti, non rende il prodotto migliore. Less is more!







Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere