Le 7 tecnologie più importanti per programmare software

November 23 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Quali sono le tecnologie che vengono più utilizzate per programmare software? Cosa c’è alla base dello sviluppo? Ve lo spieghiamo subito in questo articolo.

Hai presente quel gioco per computer che ti ha tenuto ore ed ore davanti lo schermo quando eri bambino? Quel programma che ti aiuta a pianificare e a tenere traccia delle tue spese? Ecco, queste sono solo alcune delle tantissime tipologie di software che sono in grado di sviluppare i programmatori di una Software House. Gli sviluppatori sono menti creative e possono concentrarsi nella progettazione di un’app o di un software, creando una vera e propria opera d’arte. I codici, infatti, che vengono da loro scritti, riga dopo riga, iniziano a prendere forma sino ad ottenere lo strumento ideale a soddisfare le esigenze del proprio cliente. Ogni suo bisogno sarà quindi “magicamente” soddisfatto da quelle famose righe di codice.

Ma quali sono le tecnologie che vengono più utilizzate per programmare software? Cosa c’è alla base dello sviluppo? Ve lo spieghiamo subito.

Laravel
E’ un framework PHP open source e lavora riutilizzando i componenti di diversi framework che aiutano nel procedimento di creazione di un’applicazione web che, così realizzata, sarà più strutturata ed efficace.
Laravel utilizza un modello di progettazione chiamato Model-View-Controller o MVC. MVC (Model-View-Controller) è un pattern utilizzato per scomporre il software in tre parti: dati (Model), un’interfaccia per visualizzare e modificare i dati (View) e operazioni eseguibili sui dati (Controller). Con un ecosistema completo che sfrutta le sue funzionalità integrate e una varietà di pacchetti ed estensioni compatibili, Laravel ha visto la sua popolarità crescere rapidamente negli ultimi anni. Molti sviluppatori, infatti, l’hanno adottato per ottenere un processo di sviluppo semplificato.

A Laravel appartengono le seguenti caratteristiche:

modularità: è dotato di una grande varietà di moduli integrati per aiutare a migliorare lo sviluppo del software. Ogni modulo ha una gestione semplice, tale da rendere l’aggiornamento facile e veloce;
testabilità: ha una serie di strumenti che aiutano nei test di progettazione. Questa funzionalità è utile per mantenere il codice aggiornato e conforme alle normative;
gestione della configurazione: un’applicazione web basata su Laravel funzionerà avendo una varietà di impostazioni e richiedendo continue modifiche alla configurazione;
e-mail: la possibilità di gestire la posta in entrata e in uscita da qualsiasi piattaforma esterna, come ad esempio Gmail. Di default è quindi integrato con sistemi di invio email, facilitandone l’accesso alle notifiche.
autenticazione: l’autenticazione dell’utente nelle applicazioni web è una caratteristica fondamentale. Laravel semplifica l’autenticazione poiché ha funzionalità come la registrazione, la memorizzazione della password e l’invio di recupero password, qualora dovesse succedere di dimenticarla;
comandi: Laravel 8.0 è caratterizzato da molteplici comandi che consentono al programmatore di gestire autonomamente, in maniera semplice ed immediata, il progetto a cui sta lavorando;
aspetti di sicurezza: per prevenire eventuali attacchi informatici, Laravel gode di un ottimo sistema di sicurezza.

Angular
E’ una piattaforma di sviluppo e include:

1) un framework basato su componenti utili per la creazione di applicazioni web;
2) una raccolta di librerie ben integrate che coprono un’ampia varietà di funzionalità, tra cui routing, gestione dei moduli, comunicazione client-server e altro;
3) una suite di strumenti per sviluppatori per costruire, testare e aggiornare il codice.

Angular è progettato per rendere l’aggiornamento il più semplice possibile e, per tale ragione, è costituito da un gruppo eterogeneo di oltre 1,7 milioni di sviluppatori e creatori di contenuti. Come framework, Angular ha chiari vantaggi, tra cui quello di fornire una struttura standard con cui gli sviluppatori possono lavorare. Consente agli utenti di creare applicazioni di grandi dimensioni in modo gestibile e aumenta l’efficienza e le prestazioni dello sviluppo, in modo che i programmatori non debbano continuare a ricostruire il codice da zero. I framework consentono di risparmiare tempo e offrono una serie di funzionalità extra che possono essere aggiunte al software senza richiedere sforzi aggiuntivi. Questi i principali vantaggi di Angular:

1) SPA (Single Page Application): all’interno di una singola pagina vengono caricate viste diverse in base all’interazione dell’utente con la pagina stessa. La transizione tra una vista e l’altra dà l’illusione all’utente di continuare a navigare tra pagine diverse dal momento che ciascuna vista ha un proprio URL, anche se in realtà tutto avviene in un’unica pagina HTML;
2) velocità e prestazioni: ottiene la massima velocità possibile per la piattaforma web, sia nello sviluppo che nell’esecuzione.

Angular permette l’utilizzo di una varietà di componenti utili per permettere allo sviluppatore di concentrarsi maggiormente su ciò che sta creando, rendendo il procedimento il più efficiente possibile.

Vue
E’ un framework Javascript open source per la creazione di interfacce utente. A differenza di altri framework , Vue è progettato da zero per essere adattabile, a seconda di ciò che si vuole realizzare. La libreria principale è focalizzata solo sul livello di visualizzazione ed è facile da integrare con altre librerie o progetti esistenti. D’altra parte, Vue è anche perfettamente in grado di alimentare sofisticate applicazioni se utilizzato in combinazione con altri strumenti moderni.
Vue è stato rilasciato nel lontano 2014 e da allora è in continua evoluzione. All’inizio del 2018, ha iniziato a battere Angular e a diventare il più famoso sul mercato. Successivamente, a settembre 2018, Evan You ha deciso di annunciare il rilascio di Vue 3.0. La community continuerà a crescere perché è stata costruita sulla migliore combinazione di funzionalità di Angular e React. Questi i principali vantaggi:

1) codice riutilizzabile: Vue permette di creare molto più velocemente un componente, ovvero la copia di un blocco che si ripete all’interno dello stesso sito, in modo da copiarne il codice e poterlo riutilizzare;
2) rilevanza: Vue.js ha una comunità molto attiva e ciò lo aiuta nell’evoluzione e nella crescita. Fornisce strumenti e diverse librerie per facilitare il processo di sviluppo.
Vue.js è quindi un framework facile, in rapida crescita e adattabile da implementare nello sviluppo di un software.

MYSQL/SQL
MYSQLMySQL è un sistema di gestione di database relazionali (RDBMS) sviluppato da Oracle e basato su un linguaggio di query strutturato (SQL). Un database è una raccolta strutturata di dati: può essere una semplice lista della spesa, una galleria di immagini o uno spazio in cui conservare grandi quantità di informazioni appartenenti ad una rete aziendale. In particolare, un database relazionale è un negozio digitale che raccoglie dati e li organizza secondo il modello relazionale. In questo modello, le tabelle sono costituite da righe e colonne e le relazioni tra gli elementi dei dati seguono tutte una struttura logica rigida. Un RDBMS è, quindi, semplicemente l’insieme di strumenti software utilizzati per implementare e gestire effettivamente un tale database. MySQL è parte integrante di molti degli stack software più diffusi per la creazione e la manutenzione di piattaforme web. La sua natura open source, la stabilità e il ricco set di funzionalità, hanno fatto sì che molte delle organizzazioni come Facebook, Flickr, Twitter, Wikipedia e YouTube utilizzino MySQL in back-end.

SQL (Structured Query Language), è un linguaggio informatico per l’archiviazione, la manipolazione e il recupero dei dati archiviati in un database relazionale. Esso gestisce una grande quantità di dati, soprattutto se ci sono molti che vengono scritti contemporaneamente. Esistono diverse versioni e framework per SQL, il più comunemente usato è MySQL (di cui vi abbiamo appena parlato nel paragrafo soprastante).

Swift, Kotlin e Flutter
Swift è un linguaggio di programmazione generico creato utilizzando un approccio moderno alla sicurezza, alle prestazioni e ai modelli di progettazione del software. E’ progettato per sistemi macOS, iOS, watchOS, tvOS e Linux ed è stato presentato da Apple durante la WWDC, nel 2014. L’obiettivo di Swift è quello di creare il miglior linguaggio disponibile per usi che vanno dalla programmazione di sistemi, alle app mobili e desktop, fino ai servizi cloud. Questi i principali vantaggi di Swift:

1) sicuro: la sicurezza, quando si scrivono righe e righe di codice, deve essere alla base di tutto. Possibili errori o insicurezze devono essere identificati prima che il software sia completamente operativo. Swift questo lo sa bene e la sua chiarezza e la sua precisione farà sicuramente risparmiare tempo prezioso a chi lo utilizza;
2) veloce: le prestazioni di Swift puntano tutte sulla velocità per ottenere performance migliori. La versione iniziale ha registrato un picco di prestazioni fino al 40% rispetto ai propri concorrenti, come Objective-C (2.6x) e Python (8.4x);
3) affidabile: Swift beneficia di decenni di progressi nell’informatica per offrire un utilizzo piacevole, con funzionalità all’avanguardia per gli sviluppatori che lo utilizzano.
Swift 5.2 è l’ultima versione di Swift rilasciata a marzo 2020. Questa versione attuale porta avanti le funzionalità delle versioni precedenti insieme a componenti aggiuntivi che lavorano per migliorare l’esperienza dello sviluppatore. La parte migliore del linguaggio di programmazione Swift sono i suoi rilasci frequenti che si adattano bene alle mutevoli esigenze del cliente.

Bisogna inoltre specificare che, se per iOS viene utilizzato Swift, per le app Android verrà invece impiegato Kotlin.
Kotlin è un linguaggio di programmazione open source che viene appunto utilizzato per sviluppare applicazioni Android. Kotlin è stato progettato per interagire completamente con Java e aiuta ad aumentare la produttività e la sicurezza del codice utilizzato. Può interagire con XCode, Swift per iOS e Android Studio: ciò lo rende un linguaggio flessibile in grado di interagire con diversi ambienti nativi. Il linguaggio è pulito, minimale, semplice e ha meno regole e formalità rispetto a Java. Inoltre, Google ha anche annunciato Kotlin come lingua ufficialmente supportata per scrivere app Android. Quando si tratta di prestazioni, le app Kotlin sono più veloci e offrono buone prestazioni su tutte le piattaforme. Google stesso ha 60 app scritte in Kotlin.
Inoltre, il codice è compilato nello stesso formato della piattaforma per cui è stato scritto. Ma quando usare Kotlin?

- Quando si vuole un applicazione veloce e leggera.
- Quando il design dell’app non è complesso e ha bisogno di moduli e pop-up per funzionare correttamente.
Ma avendo citato Kotlin, non possiamo fare a meno di parlare anche di Flutter, uno dei linguaggi di programmazione più utilizzati.

Flutter è una tecnologia open source fornita da Google per sviluppare applicazioni mobili, web e desktop con un’unica base di codice che può essere utilizzata per più piattaforme e ti consente di creare un’applicazione mobile nativa con una sola base di codice. Ciò significa che puoi utilizzare un linguaggio di programmazione e una base di codice per creare due app diverse (per iOS e Android). Lo sviluppo multipiattaforma è il metodo migliore per risparmiare tempo e risorse durante il processo di sviluppo. Per quanto riguarda la domanda “Quali app possono essere realizzate con Flutter?“, la risposta è semplice: qualsiasi. Puoi sviluppare applicazioni per qualsiasi scopo, dalle piccole imprese (negozi online, banche) a quelle grandi (contact center, organizzazione dei processi interni e così via). Tuttavia, Flutter è l’opzione migliore per le start-up e per le aziende che hanno in programma progetti di ricerca e sviluppo, principalmente grazie alla capacità di prototipare e verificare rapidamente le idee di business.
Flutter è un framework promettente al 100%, considerando l’ampiezza della copertura e la velocità di implementazione.


Noi di Dotit utilizziamo queste e tante altre tecnologie di programmazione. Il nostro team è strutturato in modo da ricoprire ogni singola competenza necessaria a soddisfare molte delle esigenze dei nostri clienti. Vi lasciamo qui il link ai nostri principali progetti portati a termine con l’utilizzo delle tecnologie sopra citate: clicca qui.



Licenza di distribuzione:
Francesca D'angiò
Web content strategist e copywriter - Dotit Srl
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere