La polizza Rc professionale

June 1 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Cerchiamo di capire in questo articolo alcuni aspetti importanti di una polizza Rc professionale.

L’importanza di stipulare una polizza

Sempre più importante è diventato per i professionisti approfondire il discorso assicurativo. In molte professioni la polizza Rc professionale è ormai obbligatoria per legge. In altre, è comunque necessario munirsi di una buona copertura assicurativa per poter lavorare serenamente.

Aspetti principali

La polizza Rc professionale si basa su un principio chiamato “claims made”. Tale principio stabilisce che l’assicurazione si obbliga a tenere indenne l’assicurato in caso di richieste si risarcimento pervenute durante il periodo di copertura assicurativa, per prestazioni professionali avvenute nello stesso periodo.
La polizza Rc professionale è obbligatoria in alcuni campi come ad esempio quello medico, per gli Avvocati, per i commercialisti. Pertanto è utile per i professionisti essere a conoscenze di tutte le informazioni che sono alla base di una buona assicurazione.

Retroattività e postuma

Abbiamo analizzato la clausola “claims made” nel paragrafo precedente. Ora analizzeremo altre due caratteristiche fondamentali della polizza Rc professionale.
La retroattività, ovvero il periodo antecedente alla data di stipula della polizza. Inserendo tale clausola l’assicurato non sarà più coperto solo per le richieste di risarcimento derivanti da prestazioni professionali pervenute durante il periodo di copertura assicurativa, ma sarà coperto anche per le prestazioni professionali avvenute nella data antecedente alla data di stipula della polizza. Ovviamente la richiesta di risarcimento dovrà pervenire sempre nel periodo di copertura assicurativa attiva. La retroattività potrà essere illimitata, o limitata ad uno, due anni ecc.
La Postuma, ovvero il periodo successivo alla data di cessazione dell’attività. Attivando tale clausola, l’assicurato sarà coperto per le richieste di risarcimento pervenute durante il periodo in cui non svolgerà più la sua attività, ad esempio per pensionamento o per cambio professione. Le richieste di risarcimento dovranno imputarsi a prestazioni professionali avvenute durante il periodo in cui il professionista era regolarmente assicurato.

Massimali e franchigie

Un ulteriore aspetto fondamentale, è la scelta del massimale. Il massimale è l’importo massimo prestabilito che la Compagnia si impegna a pagare in caso di richiesta di risarcimento. In alcuni casi, come nel campo medico, è possibile che sia la struttura presso la quale si lavora, a richiedere massimali definiti. Inoltre è importante informarsi della franchigia presente in polizza. La franchigia è un importo prestabilito che, in caso di sinistro, resta a carico dell’assicurato.
Secondo i consulenti della Belardo Broker srl è importante valutare tutti gli aspetti, le clausole e le coperture di una polizza Rc professionale, in modo tale da consentire al professionista di scegliere il prodotto più adeguato alle sue esigenze e che non dia sorprese in caso di sinistro.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere