La nostra sicurezza on-line: guida all'uso

February 29 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Di cosa dobbiamo preoccuparci della rete? Quali sono le insidie che si celano in internet? Scopriamolo in questo breve articolo.

Avete mai visto pubblicato il vostro indirizzo di posta elettronica in internet a vostra insaputa? O peggio ancora il numero di telefono? Oppure avete mai avuto la sensazione che il vostro computer fosse spiato?

Oggi in questo breve articolo voglio dare delle linee guida basilari per approcciarsi ad internet in maniera sicura.

Perché dovrei essere il bersaglio di un attacco informatico?

Questa è un atteggiamento molto comune fino a quando non si viene colpiti veramente provocando problemi sul computer e, soprattutto, prendendo possesso dei nostri vari account in internet.

A causa di questo luogo comune, molti non pensano alla sicurezza online.

La realtà, purtroppo, è ben diversa: la maggior parte dei cyber-criminali infatti non è assolutamente interessata a violare i computer della CIA o di altre organizzazioni potenti perché non fanno attività illegali tanto per vantarsi, ma proprio per rubare informazioni che possono portare soldi nelle proprie tasche.

Siamo tutti più o meno sensibili ad attacchi informatici.

Un computer in internet può essere usato da una persona esterna per svolgere le proprie attività illecite, per spiare le nostre movimentazioni finanziarie o quello che facciamo sui vari social.

Chi sono i criminali di internet?

Alcune delle minacce online possono provenire da piccoli hacker con non hanno grandi abilità, ma cercano solo di diffondere virus o programmi di cattura usando banali guide per principianti ricercabili anche su internet.

Molto spesso sono adolescenti o studenti universitari che giocano a fare gli hacker per spaventare gli amici più ingenui e meno capaci o comunque provano piacere a spiare persone vicine per futili motivi.

Ben più pericolosi sono i criminali professionisti che davvero cercano di rubare soldi tramite truffe, o di carpirci dati estremamente sensibili come password.

In altri casi, un computer può servire come copertura per svolgere attività illecite. così da non essere intercettati.

Si può pensare ai criminali informatici come una versione elettronica della malavita organizzata.

Che cos'è un Hacker?

Anche se in giro circolano libri scadenti che parlano di hacker come fossero maghi e anche se molti si vantano di essere hacker solo perché sanno aprire il codice di una pagina web, questa figura non è né mitologica né comune.

Il termine "hacker" indica, in senso generale, una persona che lavora con il computer ed è capace di programmare, sperimentare, scrivere e modificare codice.

Gli hacker possiamo classificarli in due grosse categorie.

Quelli che hanno finalità malevole che tentano di arrecare danno per specularci sopra di cui dobbiamo avere timore e dobbiamo difenderci, e quelli che lo fanno con l’intento di testare bug nella sicurezza dei sistemi informatici.

Quindi il termine hacker non è esclusivamente riconducibile ad un criminale, tutt’altro. Spesso le grosse organizzazioni volutamente si rivolgono a loro per verificare la bontà della sicurezza dei loro sistemi.

Come si ruba una password?

Per evitare che ciò avvenga dovremmo evitare password banali riconducibili a noi come il nome della mamma seguita dalla data di nascita, il nostro nome seguito dall’anno corrente o cose similari. Le password devono essere delle sequenze casuali di caratteri alfanumerici con incluso qualche carattere speciale, della lunghezza di almeno otto caratteri.

Dovrei avere paura quando si sente parlare di hacker dai media?

Assolutamente no.

Quando un giornale parla di sicurezza online raccontando vicende ed imprese come quelle di Anonymous, sicuramente si tratta di operazioni che hanno l'obiettivo di colpire la reputazione di grandi società e organizzazioni.

Hacker come quelli di Anonymous usano i social network per fare un sacco di rumore, lanciando minacce e comunicati di grande effetto.

Stesso discorso vale per quei cyber-bulli che si vantano di poter entrare nei computer di chiunque-

Quelli di cui bisogna preoccuparsi sono i cyber-criminali più silenziosi, che non fanno proclami ed attaccano senza preavviso.

Che cos'è il Phishing?

Uno degli strumenti a disposizione dei criminali informatici di tutto il mondo è il phishing che non è un virus ma il tentativo di carpirci dati sensibili tramite l’inganno.

Non ci vuole un elaborato software o virus per ottenere informazioni su un utente se esso può facilmente essere ingannato.

Il phishing è basato sullo strumento più comune di internet: l'Email.

Basta creare una pagina web finta identica a quella di un qualunque istituto bancario e poi scrivere un messaggio in cui è scritto “devi confermare il tuo account”, “accedi a questa pagina ed inserisci la password”, per carpire le credenziali.

Ancora più semplicemente si può inviare un messaggio a tante persone dove chiedere soldi con promesse di vincere grosse somme oppure per pagare qualcosa che non è mai stato comprato.

Per proteggersi dal phishing non ci sono programmi particolari, ci vuole solo buon senso.

Può un sito web infettare il mio computer o rubare informazioni?

Assolutamente sì, molti siti internet sono creati soltanto per installare virus sui pc di utenti ignari, per comunicare finti problemi di virus, per installare toolbar spia, per costringere l'utente a cliccare su un banner o iscriversi a servizi di spam.

Un antivirus con protezione in tempo reale e un antimalware dovrebbero proteggere contro questi siti.

Conclusioni

Spero ora che dopo la lettura di questo articolo siate più diligenti nell’utilizzo di internet, e come solito se avete problemi col pc non esitate a contattarmi!!!

Link:


Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Alessio Arrigoni
Responsabile pubblicazioni - Alessio Arrigoni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere