L'Auto usata a rate conviene di più

June 5 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con il finanziamento della Concessionaria l'auto usata è vantaggiosa.

Chi può permettersi un'auto usata pagandola in contanti, indubbiamente è libero dal vincolo della rata mensile, tuttavia considerando che solo 4 italiani su 10 lo fanno, è bene comprendere come avere dei vantaggi in fase di stipula del contratto quando si necessita di un finanziamento.

Sicuramente il peso dell'usato che si intende permutare con un altro usato, avrà la sua valenza, che può essere maggiormente tendente a vantaggio del cliente, piuttosto che del venditore, a seconda delle condizioni di usura, del chilometraggio, degli anni, e perfino in funzione delle manutenzioni effettuate e di quanti passaggi di proprietà sono stati effettuati ed ovviamente, tutto questo influirà sulla trattativa nel suo insieme.

Tuttavia e bene sapere che la Concessionaria di auto usate preferisce far lavorare la finanziaria con la quale da anni ha stabilito convenzioni vantaggiose con i clienti, perché i tassi agevolati che propone riescono a convincere anche il potenziale acquirente, ne consegue quindi che il rivenditore è in grado di effettuare un numero di vendite maggiori.

Finanziamento su misura per l'Auto usata

Le automobili usate sono in vendita con rateazioni mensili che possono essere ritagliate su misura in funzione delle esigenze di ogni cliente, in alcuni casi anche senza anticipo e addirittura con la rata dell'assicurazione inclusa nel finanziamento, visto che la stessa viene sempre stipulata presso la concessionaria multimarca a condizioni che di solito sono di vero interesse.

Al momento della stipula necessita distinguere il tasso annuo nominale denominato tan, da quello effettivo globale dove sono comprese anche le spese relative all'istruttoria ed alle polizze, chiamato taeg.

A questo punto è direttamente la finanziaria del rivenditore di auto usate che chiede al cliente la documentazione dei redditi, cedolino se pensionato, busta paga per i dipendenti a tempo indeterminato e dichiarazione per i professionisti, imprese oppure autonomi ( per i dipendenti a tempo determinato invece, di solito viene richiesta la firma di almeno un garante ) e subito dopo incrocia i dati con i database più in uso per verificare se vi siano ancora debiti con altri istituti di credito da estinguere.

L'automobilista dovrà uscire “pulito” dai finanziamenti regressi, quindi aver onorato puntualmente le rate mensili ed a questo punto verrà deciso se corrisponde alle caratteristiche necessarie per poter restituire la rateazione con l'importo richiesto che ovviamente dovrà essere proporzionale al reddito, quindi non troppo alta, perché dovrà consentire di onorare le altre spese che si affrontano nel mese per una normale vita da “consumatore”.

E' bene sapere che una volta approvato il piano di rateazione, l'intero ammontare andrà direttamente nel conto della concessionaria, senza passare da quello dell'automobilista acquirente, che avrà “guadagnato” la possibilità di avere immediatamente la macchina, evitando di pagarla tutta subito, ma di diluire nel tempo l'importo e questo rappresenta ovviamente un vantaggio, tenendo presente comunque che ci sono degli interessi compresi anche se a tasso vantaggioso.

Licenza di distribuzione:
Leonardo Boi
Web Marketing Strategist - PMR STUDIO WEB
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere