Home articoli Sport Articolo

Intervista al DT del Pentathlon Moderno Claudio Rossetto

September 4 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Supportato dal presidente Bittner all’inizio e dall’attuale presidente Magini e dal suo consiglio adesso, sono riuscito a formare uno staff di persone competenti e motivate

Ciao Claudio, come sono stati i tuoi primi 8 mesi nel pentathlon prima come direttore sportivo e poi come direttore tecnico? Che ambiente hai trovato?
Molto positivi, estremamente intensi, stimolanti. Ho conosciuto un mondo pieno di passione, atleti
e tecnici molto motivati. Mi è stato chiesto occuparmi del settore tecnico, per riorganizzarlo utilizzando un occhio esterno, non influenzato dalle dinamiche che inevitabilmente si creano in un mondo piccolo come quello del pentathlon, dove tutti sono stati compagni di stanza, colleghi, amici di infanzia. Ci sono state molte resistenze perché molti non capivano questa “intrusione” ma, supportato dal presidente Bittner all’inizio e dall’attuale presidente Magini e dal suo consiglio adesso, sono riuscito a formare uno staff di persone competenti e motivate, inoltre si è strutturato un progetto tecnico triennale molto importante che è stato approvato dal Consiglio Federale e che, sono sicuro, innalzerà ulteriormente il livello del pentathlon.

Visto che non vieni dal pentathlon, come in molti ricordano, quale sarà il tuo ruolo, e quali
saranno gli obiettivi del progetto tecnico?

Questo sport ha una tradizione molto importante, ma negli ultimi anni se ne è un po' dimenticato.
La medaglia olimpica manca dal 1992, anche se, a Rio, il nostro De Luca è arrivato 5º, andandoci molto vicino. Io sarò "l'allenatore degli allenatori”, il mio compito sarà quello di strutturare i programmi e verificarne la realizzazione, ricreare una mentalità vincente, costruire un gruppo organizzato, affiatato, coeso, di tecnici ed atleti, innalzare il livello tecnico e culturale dello staff tecnico provando ad avvicinarsi alla qualità espressa dal pentathlon degli anni 80’. Creare un sistema di regole chiare, trasparenti, per tutti . Questo è l’obiettivo.
Non venire dal pentathlon in questo momento di ristrutturazione lo reputo un valore aggiunto, non un problema. Sono sicuro che se riusciremo almeno in parte a fare questo, le medaglie arriveranno.

Quali sono secondo te i punti di forza del pentathlon oggi?
I risultati dell’ultimo anno evidenziano un pentathlon in salute con ottime prospettive future.
Di questo bisogna ringraziare tutti, atleti e tecnici che nonostante le difficoltà, hanno fatto un
grandissimo lavoro.
Oggi abbiamo un settore femminile fortissimo sia a livello assoluto che giovanile , come è evidente dai risultati di questo ultimo anno dove a squadre siamo stati campioni europei assoluti e del mondo juniores.
Il settore maschile ha appena vinto il titolo mondiale jr a squadre, inoltre, per la prima volta nella storia del pentathlon, un atleta, Daniele Colasanti ha vinto il titolo iridato. A livello assoluto i nostri due atleti di punta De Luca e Petroni, hanno fatto una stagione di transizione, ma non vogliono mollare nulla. Quindi anche tra i maschi siamo messi molto bene.
Dovremo essere bravi a gestire questo gruppo in questi anni che mancano alle Olimpiadi, esaltandone le individualità.

Come sarà composto lo staff tecnico?
Lo staff sarà composto, oltre che da me, da un team leader, Ennio Panetti, da due coordinatori Ivan Lo Giudice (maschi) e Gabriele Macioce (femmine),che saranno anche tecnici di specialità , un vice dt, nonchè preparatore atletico, Umberto Mazzini. Questo sarà il nucleo centrale dello staff, che poi vedrà al suo interno tutti gli altri tecnici di specialità: A. Valentini, F. Giancamilli, S. Mattei, E. Panetti, A. Mencarelli, A. Giommoni, T. De Santis, G. Montecchia, M. Cellini. Beh, Claudio, a questo punto non resta che augurare buon lavoro a tutti e in bocca al lupo!
Crepi il lupo e a presto.


Di seguito il riepilogo dello Staff Tecnico approvato dal Consiglio Federale l’ 11 agosto 2017


Staff Tecnico Nazionale
DIRETTORE SPORTIVO - MAURIZIO ANDREOZZI
DIRETTORE TECNICO - CLAUDIO ROSSETTO
TEAM LEADER - ENNIO PANETTI
COORDINATORE NAZIONALE UOMINI - IVAN LO GIUDICE
COORDINATORE NAZIONALE DONNE - GABRIELE MACIOCE
VICE DT/PREPARATORE ATLETICO - UMBERTO MAZZINI
TECNICI NUOTO - Gabriele MACIOCE – Alessandro MENCARELLI – Claudio ROSSETTO
TECNICI LASER RUN - Ivan LO GIUDICE – Federico GIANCAMILLI – Ennio PANETTI
TECNICO MULTIDISCIPLINARE - Marco CELLINI
TECNICI EQUITAZIONE - Stefano MATTEI – Maria Elena PANETTI
COORDINATORE SCHERMA - Andrea VALENTINI
TECNICI SCHERMA - Gianluca MONTECCHIA - Gabriele MACIOCE - Tullio DE SANTIS - Andrea GIOMMONI
Coordinatori Giovanili Youth A e Youth B - Simone CAVICCHIOLI e Andrea VALENTINI
Referente Junior - Andrea VALENTINI

Foto: swinbiz.it




Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Pierluigi Giancamilli
Responsabile della Comunicazione - Federazione Italiana Pentathlon Moderno
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere