In Italia le Auto usate sono anche ad alto rendimento

June 13 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Le motorizzazioni progettate su misura, turbo, con bombole di vario genere si trovano anche nel mercato delle auto usate.

In Italia sono presenti 1200 distributori di carburante a metano e la Germania ci segue a ruota con quota 1000 ed è proprio per questo motivo che nei due paesi, circolare con auto alimentate a gas naturale è più semplice che altrove.

Le case costruttrici di questi due paesi da tempo sono i maggiori produttori di motori che vanno a metano, ed oggi si possono trovare anche presso le Concessionarie di auto usate, così da riuscire a risparmiare sia sul costo della quattro ruote, che magari si desiderava da tempo, ed anche sulle spese di carburante, oltre ovviamente ad inquinare meno.

Quando si vuole unire al risparmio anche le prestazioni, bisogna sapere che i motori turbo si associano molto bene anche con il gas, quindi il gruppo FCA, oltre a costruire i 1.4 da 69 Cavalli che vengono montati ad esempio su Qubo e Punto, si hanno anche i 0.9 turbo bicilindrico da 80 Cv, decisamente un'”evoluzione della specie” .

La pressione ed i rapporti di compressione sono maggiori in un turbo gas, e non creano problemi alla combustione, questo è dovuto al fatto che vi è un altro numero di ottani nel gas, propriamente 120-130 a differenza della benzina verde che rimane a 95, con un cospicuo avvantaggiamento rispetto a potenza e consumi.

Infatti presso gli stock di auto usate si possono trovare anche tra i modelli più recenti, ad esempio come Seat Ibiza e VWPolo con i tre cilindri 1.0 da 90 Cv, piuttosto che Opel Astra 1.4 ecoM con 110 Cv motore.

La tecnologia consente ai progettisti di partire da un motore a benzina per realizzarne uno a metano, dove oltre agli iniettori adibiti alla benzina verde che viene gettata nei cilindri, vi sono anche quelli a gas che si interfacciano più in alto, direttamente con il collettore dell'aspirazione, il tutto regolato elettronicamente per portare una pressione a 200 bar di massimale nelle bombole.

A differenza del Gpl, il metano non si liquefa neanche con una compressione di 200 bar, pertanto richiede bombole maggiormente resistenti e capienti, di solito in acciaio, tuttavia in alcuni modelli i contenitori sono in materiali composti, quindi più leggeri anche se il prezzo è più alto, anche per la maggiore frequenza posta nelle manutenzioni.

In alcuni modelli di automobili il serbatoio della benzina rimane di dimensioni originali, mentre in quelle dove viene ridotto di dimensioni, tanto da rappresentare un serbatoio di emergenza, e sotto i 15 litri, l'auto viene considerata monofuel per legge, ed a questo proposito vi è molta convenienza nel pagamento del bollo, perché costa un quarto rispetto al normale in quanto considerato “pulito”.

Questi motori hanno temperature di combustione più alti, minore lubrificazione e maggiore pressione, per questo necessitano di valvole fabbricate con materiali più resistenti, anche per le relative guide ed in alcuni casi anche per pistoni e testata e candele che dissipano con maggiore facilità il calore prodotto, oltre a dover disporre di un catalizzatore che sia in grado di operare ad alte temperature, così da evitare eventuali guasti.

Licenza di distribuzione:
Leonardo Boi
Web Marketing Strategist - PMR STUDIO WEB
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere