Il mercato del nuovo millennio: e-Platform

October 14 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

e-Platform: incontro, business, successo “Chi non osa nulla, non speri in nulla” - Friedrich Von Schiller

Il nuovo millennio ha stravolto le regole del fare business, sia dal lato del B-to-B che del B-to-C; l’avvento di internet e delle tecnologie del web 2.0 hanno generato modelli di compravendita innovativi come gli e-Commerce dove dagli alimenti, all’abbigliamento, passando per gli immobili e le vacanze, i consumatori possono e “preferiscono” acquistare online. La motivazione principale? Risparmio, di tempo e di denaro.

E’ provato che il mondo del commercio elettronico è sempre più in ascesa tra i consumatori, al contrario da poco è stato scoperto anche tra le piccole e medie imprese italiane, le quali possono ora usufruire degli stessi privilegi grazie a piattaforme di commercio sul web.

Attraverso l’utilizzo di strumenti basati sulle funzionalità cloud le aziende dell’epoca post moderna possono entrar a far parte di network online e collegarsi con imprese qualificate, con le quali instaurare duraturi rapporti di business..

A differenza degli e-Commerce le piattaforme di commercio online dedicate alle aziende sono dei veri e propri marketplace B-to-B, dove poter vendere, presentare e acquistare prodotti a condizioni vantaggiose.

L’interesse primario per le imprese che hanno già adottato questo moderno sistema di business risiede nella possibilità di creare gruppi d’acquisto con aziende che presentano le stesse richieste di approvvigionamento ed ottenere condizioni di vendita favorevoli.

Il concetto alla base del meccanismo delle piattaforme online di business B-to-B è lineare e può essere racchiuso all’interno dell’antico motto “l’unione fa la forza”; è infatti noto a tutti che aumentando la quantità di materie prime acquistate il prezzo delle stesse viene minimizzato.

Non sorprende che le grandi aziende già da tempo utilizzano questi mezzi per eseguire le abituali operazioni di procurement, mentre il sintomo di crescita di questo fenomeno anche all’interno della realtà delle piccole e medie imprese è legato alla possibilità di accrescere anche il proprio vantaggio competitivo.

Le aziende che si incontrano all’interno di questo marketplace virtuale non solo hanno la possibilità di ottimizzare i processi di approvvigionamento ma anche di sfruttare questa piattaforma come vetrina per presentare i propri prodotti alle altre imprese iscritte.

Il cloud perciò ha dato vita ad opportunità vantaggiose per le aziende del nuovo millennio e non solo in termini di commercio B-to-C; partendo dal presupposto che l’obiettivo primario delle aziende sia quello di vendere prodotti finiti ai consumatori spesso si trascura l’investimento necessario per la produzione dei suddetti beni. Un processo, uno strumento, un metodo che possa ottimizzare l’approvvigionamento delle materie prime da parte delle aziende permette un più elevato livello di efficienza, una migliore distribuzione delle risorse interne all’azienda e di conseguenza più alte possibilità di successo per le stesse.

A questo punto perché non credere che siano proprio queste piattaforme di business B-to-B online uno degli strumenti capaci di risollevare le sorti delle piccole e medie imprese del panorama economico italiano.



Licenza di distribuzione:
Claudia Catino
Responsabile pubblicazioni - Mediana Service - PMI Cloud
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere