Hedy Lamarr, la star che inventò il Wi-Fi

August 2 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Hedwig Eva Maria Kiesler, nota come Hedy Lamarr, ha conosciuto la fama e ha brevettato il sistema per guidare i siluri a distanza, procedura alla base delle moderne tecnologie wireless.

Hedwig Kiesler diventa Hedy Lamarr

Nel 1914 nasce Hedwig Eva Maria Kiesler, figlia di un direttore di banca di Leopoli e di una pianista di Budapest. Trascorre la sua infanzia a Döbling, dove a soli dieci anni conosce quattro lingue, suona il pianoforte e si appassiona alla recitazione.

Eccellente studentessa di ingegneria decide di voltare pagina per dedicarsi interamente alla carriera di attrice nel 1931. Grazie al celebre drammaturgo Max Reinhardt, Hedwig inizia a recitare a Berlino e nel 1932 il regista cecoslovacco Gustav Machatý la sceglie come protagonista del film “Estasi”. La pellicola diventa oggetto di scandalo perché contiene un nudo integrale dell’attrice, il primo nella storia del cinema.

Nel 1937 incontra Louis B. Mayer, uno dei fondatori della casa di produzione cinematografica Metro-Goldwyn-Mayer, e diventa la nuova stella di Hollywood, Hedy Lamarr. Il nome d’arte è un omaggio a Barbara La Marr, grande attrice del cinema muto.

Attrice e inventrice

Prima della guerra realizza due invenzioni: un semaforo che consente di regolare il traffico attraverso una migliore alternanza delle luci e una pastiglia che, sciolta nell’acqua, la rende gassata. L’invenzione per cui passerà alla storia è però un’altra.

Durante la Seconda Guerra Mondiale i tedeschi riescono a deviare i siluri americani, provocando interferenze nei segnali radio. Hedy Lamarr si mette all’opera e realizza un sistema in grado di variare la trasmissione delle frequenze per rendere i siluri irrintracciabili dai nemici.

Inoltre, in collaborazione con il compositore George Antheil crea un’apparecchiatura crittografica basata sulla tecnica Frequency-hopping Spread Spectrum, oggi d’uso comune per la trasmissione di dati Bluetooth e nelle reti wireless. Il progetto, presentato al National Inventors Council di Washington, riceve il brevetto nel 1942. Inizialmente, la marina militare giudica il sistema difficilmente applicabile ad un siluro perché l’apparecchiatura sarebbe stata troppo ingombrante.

Inoltre, il National Inventors Council non considera seriamente l’invenzione di un’attrice e di un compositore di Hollywood. L’apparecchiatura crittografica verrà utilizzata vent’anni dopo come sistema di comunicazione a bordo delle navi americane durante la crisi missilistica di Cuba. Si tratta del CDMA (Code Division Multiple Access).

Ad oggi

Negli anni Novanta il brevetto diventa di dominio pubblico e Hedy Lamarr, da attrice dimenticata, torna come geniale inventrice. Nel 1997 riceve il prestigioso Electronic Frontier Foundation Pioneer Award per il suo contributo al progresso nel campo delle telecomunicazioni e dell’informatica. Successivamente nel 2000 viene inserita nella National Inventors Hall of Fame degli Stati Uniti. Infine, il 9 novembre 2015 Google le ha reso omaggio con un doodle riepilogativo dei momenti più importanti della carriera.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere