Dieta Plank: schema settimanale e vantaggi

December 22 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Dieta Plank o meglio conosciuta come Dieta iperproteica è un regime dietetico sano ed equilibrato che aiuta ad accelerare il metabolismo basale ed a rafforzare la tonicità muscolare.

Anche se siamo giunti alla settimana di Natale parlare di dieta in questo periodo dell’anno appare piuttosto singolare, ma occorre essere accorti e seguire con buon senso e dovizia una dieta adeguata per assicurare il benessere dell’organismo umano.

Mancano pochi giorni prima di concedersi un “abbuffata” a tavola in occasione delle festività natalizie, ma in questo lasso di tempo è buon suggerimento seguire un regime alimentare iperproteico e Low Carb.
La Dieta Plank o meglio conosciuta come Dieta iperproteica è un regime dietetico sano ed equilibrato che aiuta ad accelerare il metabolismo basale.

Inoltre, lo stesso aiuta a disintossicare l’organismo umano dalle scorie, dagli eccessi accumulati e sazia l’organismo con l’introduzione di poche calorie e di cibi cotti con metodi di cottura sani.
Questo articolo si propone di approfondire che cos’è la Dieta Planck, quali sono i benefici e i vantaggi che si possono ottenere in un breve lasso di tempo, oltre alla possibilità di visionare uno schema esemplificativo di un piano dietetico settimanale.

Dieta Planck: che cos’è

Si tratta di un regime alimentare equilibrato e sano che assicura notevoli benefici all’organismo: la Dieta Planck è una Dieta Low Carb, ovvero un regime iperproteico ed ipocalorico che abbonda nel consumo di carne (soprattutto bianca), pesce, uova e di altri alimenti ricchi di proteine di origine vegetale (legumi e verdure a foglia verde). Seguire uno schema alimentare iperproteico assicura la perdita ponderale di -10 Kg in sole 4 settimane.

Dieta iperproteica: quali sono i pilastri fondamentali?

Come ogni altro schema dietetico, anche la Dieta Planck si contraddistingue nelle scienze nutrizionali per i suoi pilastri e buone regole di funzionamento.

I pilastri della Dieta Low Carb sono ascrivibili ai seguenti:
• vietato il consumo di condimenti (oli, margarina, burro, strutto, etc.) e di dolcificanti come lo zucchero,
• vietato il consumo di alcol e di tutte le bevande gassate,
• consumo quotidiano di caffeina e teina
• consumo abbondante di cibi ricchi di protidi di origine animale (carne bianca e pesce azzurro),
• ottimo il consumo di uova e di legumi o di verdure a foglia verde (lattuga, spinaci, bieta, etc.)
• consumo limitato di cereali integrali (solo a colazione o lontano dai pasti).

Benefici della Dieta Planck

Trattandosi di un regime alimentare iperproteico, questo schema attiva esclusivamente il metabolismo basale, accelerandolo e consentono di bruciare velocemente energia e le calorie in eccesso, oltre che le riserve lipidiche accumulate.

In buona sostanza, seguendo uno schema dietetico a ridottissimo consumo di carboidrati, glucidi e zuccheri, l’organismo umano riesce a perdere peso in modo veloce, grazie all’introduzione di cibi azotati ed a rafforzare tutta la struttura muscolo-scheletrica. Per tonificare i muscoli e la massa magra dell’organismo umano, si consiglia di associare al regime dietetico Low Carb un piano di attività motorie e ginniche da svolgere quotidianamente.

Schema settimanale Dieta Planck

A titolo puramente esemplificativo riportiamo in questo articolo uno schema interessante di Dieta Low Carb da seguire settimanalmente e da ripetere anche nella fase di mantenimento.

Lunedì
Prima colazione: tazza di caffè senza zucchero con panino di cereali integrali “imbottito” con fette di bresaola
Pranzo: tortino di spinaci con fette di pollo alla griglia
Cena: bistecca alla griglia con un’insalata di lattuga

Martedì
Prima colazione: caffè senza zucchero con focaccia ai cereali integrali con prosciutto crudo (snello)
Pranzo: uova sode con spinaci al vapore
Cena: prosciutto cotto alla griglia con insalata di lattuga, pomodori verdi e carote al vapore

Mercoledì
Prima colazione: caffè senza zucchero con fetta di pane ai cereali integrali spalmata con miele d’acacia
Pranzo: insalata di tonno con pomodori e piatto di spinaci al vapore
Cena: seppie cotte al vapore con spinaci, bieta e pinoli

Giovedì
Prima colazione: caffè senza zucchero con pane azzimo e pesce spada
Pranzo: acciughe al forno con patate e pomodorini
Cena: arrosto di tacchino ripieno di spinaci con contorno di zucchini al vapore

Venerdì
Colazione: thè verde con due biscotti ai cereali integrali e frutti rossi
Pranzo: orata al forno con patate ed olive nere
Cena: due omelette con spinaci e ricotta con contorno di lattuga

Sabato
Prima colazione: caffè senza zucchero con focaccia di cereali integrali ripiena di bresaola e scagliette di parmigiano
Pranzo: pollo alla griglia con tortino di verdure al vapore
Cena: salmone alla griglia con insalata di carote, pomodori e lattuga

Domenica
Colazione: Tè verde con pane ai cereali integrali spalmato con miele di castagno
Pranzo: frutti di mare al vapore o polpo con patate
Cena: pizza ai cereali integrali con pesce spada, pomodorini e rucola (senza mozzarella).

Per quanto concerne lo spuntino e la merenda, si consiglia di bere un succo di frutta naturale o una spremuta d’arancia o di pompelmo o di consumare uno yogurt magro con cereali integrali.

In poche settimane la Dieta Planck ti consentirà di raggiungere il peso ideale, di sgonfiarti e di rafforzare la tonicità della massa magra a scapito di quella grassa.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere