Home articoli Hi-tech Articolo

Cosa sono i phablet: i nuovi dispositivi ibridi mobile

June 16 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

I phablet sono ormai un vero e proprio fenomeno. La loro peculiarità, consiste nella comodità derivante dall'unione tra Tablet e Smartphone

Partiamo dall'etimologia della parola "Phablet", perchè ancora non è presente sui dizionari, in quanto al momento è solamente una parola informale e utilizzata per indicare un nuovo dispositivo mobile di tipo ibrido.
La parola nasce dalla fusione tra smartphone e tablet e il primo dispositivo di questo genere é stato il Dell Streak, e rilasciato il 4 giugno 2010.
Un Phablet è a tutti gli effetti uno smartphone dalle dimensioni particolarmente generose, che però non può essere ancora considerato un tablet. Il phablet implica quindi che il dispositivo possa effettuare telefonate, ma non basta per definirlo: esistono infatti delle differenze e dei punti in comuni.

Il phablet é un dispositivo che è assimilibile agli smartphone e ha alcuni funzionalità e caratteristiche proprie dei tablet. Rispetto allo smartphone questo ibrido offre numerosi vantaggi: maggiore durata della batteria, dimensioni dello schermo più confortevoli (quindi lettura più agevole), maggiore maneggevolezza, prezzo competitivo.

Ha le stesse funzionalità dei cellulari di ultima generazione, quindi consente di telefonare, inviare sms, navigare in internet e fruire delle numerose app disponibili per le diverse versione dei sistemi operativi in commercio (Android, IOS e Windows). Inoltre, le dimensioni più grandi del display di un phablet rispetto a quelle di uno smartphone migliorano l’interazione tra il dispositivo e l’utente rendendo più facile la lettura dei contenuti e la fruizione delle app e dei giochi di ultima generazione, come Asphalt, Clash of Clans o Head Soccer.

Pur avendo le stesse funzionalità dei tablet, (consente di navigare in modo agevole in internet, di eseguire applicazioni, di lavorare e modificare contenuti ecc.), i phablet non sono così grandi come quest'ultimi, fattore che ne migliora la portabilità, rendendoli quasi tascabili.

Inoltre, a differenza di un tablet standard, i phablet consentono di ricevere ed effettuare telefonate con più facilità e maneggevolezza. La scelta tra questi tre dispositivi, ovviamente, dipende in gran parte dall’uso che se ne fa: per chi sfrutta molto la rete e fruisce di app e giochi di ultima generazione, meglio un tablet o un phablet che è più comodo da tenere in tasca, chi invece preferisce telefonare troverà più a misura delle proprie esigenze lo smartphone.

Abituati come siamo a volere in tasca tutto, il nostro ufficio, la nostra consolle dei giochi, ma allo stesso tempo navigare, scattare una foto, vedere un film, questi dispositivi stanno sempre più diventando insostituibili e necessari, tanto che da accessorio o status symbol, è diventato uno strumento di lavoro, ludico e sociale allo stesso tempo.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere