articoli

Come si arriva al pignoramento della casa

Testo pubblicato il 11/05/2011 da

Cos'è il pignoramento immobiliare e cosa accade al debitore pignorato quando non può adempiere alle rate del mutuo o non può pagare un creditore.

Il pignoramento immobiliare è la conseguenza più probabile per chiunque abbia un immobile di proprietà e non sia in grado di far fronte alle rate del mutuo o abbia contratto debiti con una finanziaria o una banca.

Il pignoramento immobiliare è lo strumento più diffuso che ha un creditore per soddisfare i propri diritti qualora il debitore non adempia ai suoi obblighi. Questa procedura può essere applicata, oltre a banche e finanziarie, anche da altri enti come l'Agenzia delle Entrare o creditori privati.

L'art. 491 del codice di procedura civile prevede il pignoramento come atto di esecuzione forzata con cui l'ufficiale giudiziario impone la vendita dei beni del debitore per adempiere agli obblighi verso il creditore.

Con la notifica del pignoramento, il debitore esecutato non è più proprietario dell'immobile e non ha più il diritto di affittare o vendere l'alloggio per fare fronte personalmente ai debiti. Anche se non è più proprietario dell'immobile l'esecutato può comunque mantenere la residenza fino alla data di sgombero notificata dal ufficiale giudiziario. I tempi tra l'atto di pignoramento e la vendita all'asta dell'immobile può arrivare fino a due anni è spesso per garantire l'adeguata manutenzione dei locali, il tribunale nomina l'esecutato come custode del bene pignorato.

Entro 90 giorni dall'atto di pignoramento, il tribunale deve stabilire la data dell'asta e nei 120 giorni successivi bisogna presentare la certificazione ipocatastale.
Successivamente il tribunale nomina il perito che procederà con la valutazione dell'immobile secondo i valori di mercato e le caratteristiche dell'immobile per poi stabilire in prezzo di vendita inferiore per consentire il rialzo a chi partecipa all'asta.
A questo punto può avvenire la conversione del pignoramento.

Come detto prima viene nominato il custode dell'immobile pignorato e fissata la data e la base d'asta.

Se il giorno dell'asta l'immobile non viene venduto (asta deserta), verrà indetta un'altra asta con una base d'asta di prezzo inferiore. Nel caso questa volta che l'immobile sia venduto, con il ricavato verranno soddisfatti i creditori. Se il ricavato della vendita non è sufficiente a soddisfare i creditori, il debitore è ancora vincolato al pagamento del debito rimanente.

E sempre meglio vendere la casa prima di arrivare all'asta. Per approfondimenti sull'argomento visitate il nostro sito www.problemiconlacasa.com

Link:

| Altri
Licenza applicata:
Creative Commons - Attribuzione-Non commerciale 2.5
 INFORMAZIONI 
Responsabile pubblicazione:
Davide Rinaldi
Collaboratore
di 39PUNTOIT
- Maggiori informazioni sull'autore del testo
- Vedi altri testi pubblicati dallo stesso autore

ARGOMENTO "ECONOMIA e FINANZA":
Leggi altri articoli della categoria tematica "Economia e finanza"
Leggi anche le notizie della stessa categoria "Economia e finanza"

Indici generali di: comunicati, articoli, miniguide, approfondimenti
ID: 131795
©info Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo?
Leggi come procedere
 
 
 
 
 
FacebookTwitter
DeliciousComunicati-Stampa.net
I nostri RSSLe nostre Newsletters
Articoli dal Web
Freeonline.it - La guida italiana alle risorse gratuite di Internet
©Copyright PuntoWeb.Net Sas - Tutti i diritti riservati, escluso dove diversamente indicato
Freeonline® è un marchio registrato dalla PuntoWeb.Net Sas
Freeonline è un prodotto editoriale della
PuntoWeb.Net S.a.s.