Come Scegliere il Casco da moto adeguato per la tua sicurezza

March 16 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La primavera è ormai alle porte e sempre più persone decidono di affrontare il traffico e il caldo delle giornate estive acquistando una moto... vediamo di farlo anche con il casco giusto!

La primavera è ormai alle porte e sempre più persone decidono di affrontare il traffico e il caldo delle giornate estive acquistando una moto.

Ogni anno purtroppo si registrano migliaia di casi di incidente proprio in moto.

Questo perché se da un lato è un mezzo veloce che ci permette di evitare le lunghe attese del traffico e gli ingorghi delle città, dall’altro lato è anche quello meno sicuro in termini di protezione: la moto espone il corpo del guidatore a qualsiasi tipo di impatto.

Per questo motivo è bene mettere la propria sicurezza al primo posto e acquistare un’attrezzatura adeguata che consente, in caso di incidente, di attutire il colpo e nella maggior parte dei casi salvare la vita del motociclista.

Da qualche annol’uso del casco per qualsiasi tipo di ciclomotore è divenuto obbligatorio. E le sanzioni per chi non lo indossa sono pesanti. Ma l’utilizzo di un casco è un aspetto importante, non solo per evitare le sanzioni, ma soprattutto per la salvaguardia della propria vita.

Casco Omologato

L'omologazione serve a certificare la validità protettiva del casco e il superamento di determinati test qualitativi previsti dalla legge.

Prima di tutto è bene prestare attenzione all'etichetta presente sul casco. Questa infatti ci fornisce diverse informazioni circa la provenienza e le caratteristiche del dispositivo.

Ci deve essere per legge, se non c'è, il casco è fuorilegge.

Ogni casco, deve essere omologato dal ministero dei trasporti o secondo la specifica europea ECE/ONU 22-05.

L'omologazione è composta da:

  • una dicitura che ci indica la nazione di omologazione (per l'Italia E3)

  • dal numero di omologazione.



È presente anche una sigla che riporta il livello di protezione della mentoniera:

  • "J" indica i caschi aperti (jet) e sprovvisti di mentoniera.

  • "NP" può esserci in alcuni caschi modulari.

  • "P" indica i caschi integrali con mentoniera

  • "P-J" con mentoniera protettiva sia chiusa sia aperta (caschi modulari).



Non sempre però scegliere il casco adeguato per la propria moto si rivela un’impresa facile: bisogna infatti pensare che il casco è l’elemento fondamentale per la sicurezza; è quello che permette, in caso di violenti urti, di attutire notevolmente l’impatto della testa del guidatore.

Ci sono però differenti aspetti che bisogna prendere in considerazione quando si decide di acquistare un casco omologato per la propria moto.

A seconda della tipologia del motore infatti, ci sono caschi più o meno adeguati e omologati per quel tipo di moto.

Prima di tutto vediamo com’è composto un casco da motociclista:

  • Guscio esterno rigido, in grado di attutire il colpo e salvare in molti casi la vita del guidatore;

  • Interno in polistirolo, in grado di proteggere la testa all’interno del casco ed evitare lo shock dell’impatto al cervello;

  • Sottogola, una piccola cintura regolabile per fermare il casco sotto il mento del guidatore;

  • Fodera in tessuto, per dare sollievo e comfort al guidatore.



Come abbiamo visto quindi, il primo aspetto che bisogna considerare quando si sceglie il casco per la propria moto è la cilindrata e il tipo di motore.

Il secondo aspetto da valutare è quello relativo alla struttura: ci sono caschi definiti integrali poiché sono dotati di mentoniera, ideali per proteggere anche la parte del viso, oltre che quella della testa in generale.

Ovviamente questa tipologia di casco è consigliata per chi ha moto di cilindrata abbastanza alta, anche se non è di certo vietata per moto da corsa di cilindrata inferiore.

Per gli amanti del motocross vi sono poi quelli cross-enduro e si presentano praticamente come un casco integrale ma molto più robusto ed imbottito sulla mentoniera. Questi sono caschi pensati per chi fa sport estremi, e quindi sono molto protettivi.

Altra tipologia è il casco jet, che oltre a coprire il capo, vi sono le parti prolungate fino alle guance, appunto chiamate guanciali. Si tratta di un casco composto anche da visiera che può raggiungere la zona del naso o arrivare anche più in basso. Sono ideali per scooter o moto di piccola cilindrata.

Anche la visiera gioca un ruolo fondamentale nella scelta del casco: ci sono modelli con un sistema di chiusura che non consente l’apertura della visiera ed altri che invece hanno una visiera regolabile manualmente dal motociclista.

Dopo aver scelto il modello più adatto, bisogna calcolare la circonferenza del capo per scegliere la taglia adatta: non deve essere né troppo larga ma nemmeno troppo stretta per evitare dolori durante la guida.

La scelta del casco da moto è quindi frutto di un’attenta valutazione di tutti i fattori che possono incidere sulla sicurezza durante la guida della propria moto.

Per maggiori approfondimenti si rimanda alla seguente infografica sui Caschi per moto di Modabiker:

Infografica guida per scegliere il modello di casco giusto

Ecco anche un video su come scegliere un casco:

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere