Come aumentare il traffico intorno a Google Plus

May 27 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Anche Google si è affacciata nel mondo dei social network. I suggerimenti validi per Facebook e Twitter valgono anche qui, ma ci sono un paio di accortezze in più da prendere in considerazione. Vediamole brevemente in questo articolo.

Come in tutti i social network, anche in Google Plus l'obiettivo è sempre quello: cercare di aumentare il traffico intorno al proprio profilo.

In particolare se in Facebook l'obiettivo è quello di cercare di ottenere quanti più possibile "Mi Piace", in Google Plus invece è ottenere tanti più "+1".
Anche se il nome è diverso la sostanza è sempre quella.

Ovviamente, non l'ho detto, ma il consenso che va cercato deve essere di qualità, ossia intorno alla propria nicchia, fra le persone veramente interessate alla nostra pagina. Dobbiamo cercare numeri di qualità, utenti veramente interessati, non solo numeri.

Come ho sempre detto è la qualità che porta il vero traffico.

Ma veniamo al cuore dell'articolo e vediamo un paio di suggerimenti per aumentare il traffico intorno al nostro profilo aziendale di Google Plus.

Puntare sulle immagini

Esaminando il contenuto dei vari profili Google Plus si evince che la stragrande maggioranza dei post è costituito da immagini. Questo è già un dato di fatto che dovrebbe farci riflettere su cosa dobbiamo iniziare a fare per catturare l'attenzione.

Lunghezza dei post

Anche la lunghezza dei post ha la sua influenza.
Statistiche dimostrano che post più lunghi di 100 caratteri ricevono un maggior traffico rispetto a quelli di lunghezza inferiore.

Conclusioni

Post contenenti foto, accompagnati da un testo superiore ai 100 caratteri sono l'ottimale perché in grado di catturare maggiormente l'attenzione.
Post costituiti esclusivamente da testo, ma non accompagnati da immagini, ricevono sì il consenso del pubblico, purché di qualità, ma non vengono condivisi come quelli accompagnati da foto.

In ultimo non posso che dire che valgono sempre e comunque anche i consigli che ho dato per Facebook in un mio precedente articolo, ma facendo attenzione anche questi particolari.
Fatene tesoro perché in Google Plus, proprio per il nome che porta, quello che facciamo sulla nostra pagina influenza anche i risultati delle pagine di ricerca su Google.

Link:


Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Alessio Arrigoni
Responsabile pubblicazioni - Alessio Arrigoni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere