Home articoli Societa Articolo

Come abbinare i quadri alle pareti: cosa devi sapere

October 25 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Se hai acquistato dei nuovi quadri da appendere in casa, oppure ne disponi di alcuni ma non sai come metterli, questo articolo ti darà tutte le informazioni che stavi cercando per non rischiare di avere una parete visivamente poco armoniosa con le decorazioni

Per la scrittura di questo articolo, abbiamo chiesto aiuto a Kuadro Design, azienda specializzata nella commercializzazione online di quadri moderni.

Che tipo di arredamento hai in casa?

La prima domanda da chiedersi è che tipo di arredamento c’è in casa tua. In base alla tipologia di arredamento, potrai scegliere il tuo quadro.

Ad esempio, se il tuo arredamento è moderno, con prevalenza di colori come bianco o nero, ti consiglio sicuramente quadri moderni su tela, ed in particolare modo le tele incorniciate con cornice rispettivamente bianca o nero.

Se il tuo arredamento è invece sempre moderno, ma prevalgono altri colori al di fuori del bianco o nero, risultano particolarmente adatti i quadri su tela senza cornice con grafiche moderne, oppure i poster senza cornice.

Per quanto riguarda invece l’arredamento classico, ti consigliamo di dare uno sguardo nello stile come proposta dalla famosa azienda di arredamento francese “Maison Du Monde”.

Abbinare i quadri al tema della casa

Uno altro aspetto che puoi prendere in considerazione, è il tema della opere da appendere. Esistono tantissime tipologie di opzioni per quanto concerne le creatività dei quadri.

Il nostro consiglio, se il tuo ambiente è moderno, è bene optare per tributi ad artisti moderni come ad esempio Yayoi Kusama, Keith Haring o Basquiat, in alternativa, potresti optare per quadri contenenti citazioni oppure serie TV, in alternativa alle classiche grafiche di tulipani visti e rivisti.

Per quanto riguarda invece gli ambienti classici, la migliore opzione sono i ritratti, oppure paesaggistica di vario genere pitturata a mano, incorniciata o su tela.

Come predisporre i quadri in casa

È importante tenere a mente il tipo di arredamento che si ha in casa, proprio perchè anche la predisposizione delle opere varia in base al tipo di arredamento.

Nel caso degli arredamenti moderni, ad esempio, è preferibile avere quadri o tele medio-grandi in stanze come saloni o camere da letto, oppure quadri predispostiamo di composizione, come approfondiremo più avanti nell’apposito paragrafo.

Per quanto riguarda invece gli ambienti classici, sicuramente è preferibile avere quadri o tele di dimensioni piccole, e predisporli al centro delle parete oppure in fila distanziati ugualmente uno tra l’altro.

Solitamente, i quadri di dimensioni medie o piccoli, vengono posti ad un altezza di 1,6 m da terra, ovvero altezza occhi. Mentre per i quadri di dimensioni grandi, oppure le composizioni come vedremo nel prossimo paragrafo, solitamente vengono messe ad un altezza uguale dal pavimento e dal soffitto, quindi al centro della parete.

Il nostro consiglio, in ogni caso, è quello di evitare l’utilizzo di tele in cucina, in quanto i cattivi odori potrebbero annidarsi nella tela. Al contrario, nella zona cucina, è bene dare priorità a quadri incorniciati, oppure poster.

Come creare composizione di quadri

Le composizioni di quadri, sono particolarmente idonee ad ambienti moderni, soprattutto se si tratta di quadri incorniciati.

Proprio per questo motivo, noi di quadro Design, abbiamo creato degli schemi che puoi seguire per aiutarti a comprendere come puoi adornare un intera parete creando delle composizioni che risultino visivamente armoniose.

Vediamo quindi alcune idee di composizioni che puoi ricreare in casa tua.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Armando Alibrandi
responsabile redazione blog magazine - La terra del gusto
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere